Reni

I cambiamenti nelle proteine ??svolgono un ruolo importante nell’invecchiamento dei reni

Wrinkled and fresh apple isolated

I ricercatori hanno dimostrato che l’esame sia dei cambiamenti proteici che della trascrizione dei geni nei reni fornisce un quadro più completo del processo di invecchiamento in questi organi

Lo studio dei cambiamenti proteici nei reni con l’avanzare dell’età, così come la trascrizione dei geni in proteine, aiuta a fornire un quadro completo dei processi legati all’età che avvengono in questi organi, afferma uno studio sui topi pubblicato oggi su eLife .

Pubblicità e progresso

L’invecchiamento provoca molti cambiamenti nel corpo e negli organi essenziali come i reni, che funzionano in modo meno efficiente più avanti nella vita. I cambiamenti legati all’età nei reni sono stati riportati principalmente osservando la trascrizione dei geni, il processo mediante il quale un segmento di DNA viene copiato nell’RNA. L’attuale studio suggerisce che questo approccio, combinato con lo studio dei cambiamenti nelle proteine, ci dà una migliore comprensione dei cambiamenti legati all’età nel rene e può indicare nuovi approcci per il trattamento della disfunzione renale correlata all’età.

“I cambiamenti fisiologici nella funzione renale durante l’invecchiamento sono ben documentati, ma poco si sa sui processi molecolari sottostanti che guidano questa perdita di funzione”, spiega il primo autore Yuka Takemon, che era un assistente di ricerca presso il Jackson Laboratory di Bar Harbor, nel Maine, Stati Uniti, quando lo studio è stato condotto, ed è ora uno studente di dottorato presso il Michael Smith Genome Sciences Center, University of British Columbia, Canada. “Molti studi precedenti su questi cambiamenti fisiologici hanno esaminato la trascrizione di geni in proteine ??misurando l’RNA messaggero (mRNA), ma volevamo vedere se potevamo raccogliere maggiori informazioni combinando questo approccio con lo studio dei livelli di proteine ??nel rene”.

Nel loro studio, Takemon e colleghi hanno esaminato i cambiamenti legati all’età nella funzione renale in circa 600 topi geneticamente diversi. Hanno anche misurato i cambiamenti nell’mRNA e nelle proteine ??in campioni di rene di circa un terzo degli animali.

Hanno scoperto un modello di cambiamenti legati all’età sia nell’mRNA che nelle proteine ??nei topi che suggerisce che gli animali hanno un numero crescente di cellule immunitarie e infiammazioni nei loro reni, così come una ridotta funzione nei loro mitocondri, che producono energia per le cellule.

Tuttavia, non tutti i cambiamenti nelle proteine ??corrispondevano ai cambiamenti nell’mRNA, suggerendo che alcuni dei cambiamenti nelle proteine ??avvengono dopo la trascrizione dei geni nell’RNA. Ciò potrebbe significare che i reni più anziani diventano meno efficienti nella costruzione di nuove proteine ??o che le proteine ??vengono scomposte più rapidamente nei reni più vecchi. Se ulteriori studi lo confermano, potrebbe significare che le terapie o gli interventi che promuovono la costruzione di proteine ??o la lenta disgregazione delle proteine ??possono essere utili per il trattamento delle malattie renali associate all’invecchiamento.

“Il nostro studio suggerisce che le misurazioni dell’mRNA da sole forniscono un quadro incompleto dei cambiamenti molecolari causati dall’invecchiamento del rene”, conclude l’autore senior Ron Korstanje, professore associato presso il Jackson Laboratory. “Lo studio dei cambiamenti nelle proteine ??è essenziale anche per comprendere questi processi legati all’invecchiamento e per progettare possibili nuovi approcci per il trattamento delle malattie legate all’età”.

###

Questo studio sarà pubblicato come parte di “Aging, Geroscience and Longevity: A Special Issue” di eLife . Per visualizzare il numero speciale, vedere https: / elifesciences. org / collections / 6d673315 / aging-geroscience-and-longevity-a-special-issue .

Categorie:Reni

Con tag:,