Assistenza sociosanitaria

È necessaria una migliore assistenza sanitaria per le persone trans

gz316 GrafikZeichnung - nmss41 NewModernSanitarySign nmss - english - lesbian, gay, bisexual and transgender sign (LGBT) - simple template / close-up - blue / pink - DIN A3, A4 xxl - g7165

La ricerca attuale è insufficiente per fornire un’assistenza adeguata agli individui

Le linee guida di pratica clinica per affrontare la salute fisica e mentale delle persone transgender evidenziano l’attuale mancanza di una solida base di ricerca che deve essere migliorata, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista BMJ Open .

Pubblicità e progresso

Un team di ricercatori dell’Anglia Ruskin University (ARU) e del King’s College di Londra ha cercato nella letteratura mondiale tutte le linee guida di pratica clinica internazionale sui bisogni sanitari delle minoranze di genere e delle persone trans.

I risultati hanno mostrato che le linee guida di qualità superiore tendevano a concentrarsi principalmente sull’HIV e la maggior parte degli altri erano sugli interventi relativi alla transizione. C’erano lacune evidenti negli argomenti delle linee guida, nessuna delle quali riguardava le cure primarie o le esigenze sanitarie più generali delle minoranze di genere e delle persone trans. C’erano poche informazioni sulla mortalità e sulla qualità della vita e non c’era materiale rivolto ai pazienti.

Gli ormoni sessuali nelle persone trans possono influenzare la suscettibilità ad alcune condizioni, inclusi vari tipi di cancro. Tuttavia, gli autori hanno trovato poche ricerche su quanto questi ormoni influenzino i tassi e i regimi di trattamento. Non c’erano inoltre consigli su come questi ormoni influenzassero i tassi, i ricoveri e la mortalità a causa di COVID-19.

I ricercatori hanno concluso che le lacune possono essere colmate da una migliore ricerca, con conseguente miglioramento dell’orientamento sanitario per le minoranze di genere / le persone trans.

Questa è stata la prima revisione nel suo genere per esaminare le linee guida internazionali di pratica clinica che affrontano le minoranze di genere / la salute trans.

Catherine Meads, professoressa di salute all’ARU e autrice senior del documento, ha dichiarato: “Siamo stati lieti di trovare linee guida di alta qualità sull’HIV dall’Organizzazione mondiale della sanità, ma siamo rimasti delusi dal fatto che ci fosse poco altro sulla salute fisica e mentale a lungo termine dei trans persone.

“Ci sono chiare lacune nella guida pratica clinica relativa alle minoranze di genere e alle persone trans, e come tali i medici dovrebbero procedere con cautela e spiegare eventuali incertezze ai pazienti, che dovrebbero anche essere coinvolti nel processo di aggiornamento delle linee guida pratiche. Deve essere fatto di più. per garantire che il materiale rivolto ai pazienti rilevante per le persone trans sia reso disponibile.

“Abbiamo presentato lo studio alle principali società internazionali specializzate, che dovrebbero aggiornare la loro guida, e speriamo che questo li incoraggi a puntare più in alto dell’OMS”.

Sara Dahlen, del King’s College di Londra, che ha coordinato il progetto, ha dichiarato: “Non sapevamo cosa avremmo trovato finché non abbiamo guardato. Ci auguriamo che le linee guida future per le persone trans e delle minoranze di genere guardino agli qualità in modo che possano migliorare l’assistenza sanitaria “.