Mangiare e bere

Le dichiarazioni sulla confezione di Kefir non riflettono sempre accuratamente la composizione dei prodotti commerciali

Milk kefir grains. milk kefir, or búlgaros, is a fermented milk drink that originated in the Caucasus Mountains made with kefir "grains", a yeast/bacterial fermentation starter.

I ricercatori che hanno riferito in JDS CommunicationsTM hanno trovato una densità di microrganismi sovrastimata e specie batteriche non etichettate, potenzialmente fuorvianti per i consumatori

Philadelphia, 12 maggio 2021 – Negli ultimi anni c’è stato un crescente interesse per il consumo di kefir, una bevanda a base di latte fermentato, perché ci sono alcune prove che ha benefici per la salute e la sua convenienza. Un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università dell’Illinois e della Ohio State University, pubblicato su JDS Communications , ha rilevato che il 66% dei prodotti commerciali di kefir studiava una densità di microrganismi sovrastimata e l’80% conteneva specie batteriche che non erano incluse sull’etichetta, potenzialmente fuorvianti. consumatori.

L’autrice senior Kelly S. Swanson, PhD, University of Illinois, Urbana, IL, USA, ritiene che sia necessario un migliore controllo della qualità dei prodotti kefir per dimostrare e comprendere i loro potenziali benefici per la salute. “È importante che i consumatori conoscano il contenuto accurato degli alimenti fermentati che consumano”, ha detto Swanson.

Questo studio ha analizzato cinque prodotti commerciali di kefir e ha rivelato inesattezze nelle indicazioni sull’etichetta che sono di grande importanza per i consumatori di tutti i giorni.
CREDITO BN Metras, MJ Holle, VJ Parker, MJ Miller e KS Swanson

Swanson e il suo team di ricercatori hanno acquistato cinque prodotti di kefir da venditori e negozi online nell’area di Urbana, IL e hanno analizzato due lotti di ciascuno. Sebbene tutte e cinque le specie batteriche specifiche garantite utilizzate nella fermentazione, il team ha scoperto che nessun prodotto corrispondeva completamente alla sua etichetta. Tutti i prodotti contenevano Streptococcus salivarius e quattro prodotti su cinque contenevano Lactobacillus paracasei , sebbene non fossero inclusi nelle etichette.

Secondo il Dr. Swanson, la classificazione come “prodotto a base di latte coltivato” dalla FDA richiede la divulgazione di microrganismi aggiunti. “Le agenzie di regolamentazione e i consumatori devono continuare a controllare questi prodotti e richiedere un livello più elevato di accuratezza e qualità”, ha spiegato.

Gli autori sperano che questo e gli studi futuri richiamino l’attenzione sugli effetti di un’etichettatura imprecisa del prodotto kefir.

Categorie:Mangiare e bere

Con tag: