Terapie

Identificata la fonte dell’aumento di peso dagli antipsicotici

Pill isolated on white background with clipping path

Gli scienziati del Peter O’Donnell Jr. Brain Institute dell’UT Southwestern hanno identificato il meccanismo molecolare che può causare un aumento di peso per coloro che utilizzano un comune farmaco antipsicotico. I risultati, pubblicati sul Journal of Experimental Medicine , suggeriscono nuovi modi per contrastare l’aumento di peso, incluso un farmaco recentemente approvato per il trattamento dell’obesità genetica, secondo lo studio, che ha coinvolto collaborazioni con scienziati dell’UT Dallas e del Korea Advanced Institute of Science. e tecnologia.

“Se questo effetto può essere dimostrato negli studi clinici , potrebbe darci un modo per trattare efficacemente i pazienti per le loro condizioni neuropsichiatriche senza questo grave effetto collaterale”, afferma l’autore principale Chen Liu, Ph.D., assistente professore di medicina interna e neuroscienze e con l’O’Donnell Brain Institute e il Hypothalamic Research Center di UTSW.

Pubblicità e progresso

Fino al 20% delle persone che assumono risperidone, un antipsicotico atipico prescritto per un’ampia varietà di condizioni neuropsichiatriche , aggiunge più del 7% al loro peso di base entro poche settimane dal trattamento, contribuendo ad altri problemi di salute come il colesterolo alto nel sangue e il tipo 2 diabete. L’aumento di peso porta molti pazienti a smettere di usare il farmaco.

Nello studio, Liu ei suoi colleghi hanno sviluppato una dieta per topi che incorpora il farmaco e hanno identificato i cambiamenti nell’espressione genica e nell’attività neuronale all’interno dell’ipotalamo degli animali, una regione del cervello a lungo associata al controllo dell’appetito. Hanno rapidamente affinato un gene chiamato melanocortina 4 (Mc4r), che è anche collegato all’obesità negli esseri umani. La Food and Drug Administration ha recentemente approvato un farmaco che promuove l’attività di Mc4r per il trattamento di alcune forme genetiche di obesità, e Liu e il suo team hanno dimostrato che somministrare ai topi questo farmaco insieme al risperidone ha impedito l’aumento di peso. pur mantenendo un trattamento efficace nei modelli di schizofrenia, offrendo la speranza che questa strategia possa essere efficace anche per i pazienti umani.

Categorie:Terapie

Con tag:,