Educazione

Il programma di prevenzione del diabete supporta l’aggiunta di anni alla durata media della vita

I partecipanti facevano parte di un nuovo studio della School of Public Health della West Virginia University.

Puoi fare molto in quattro anni: passare dalla cintura bianca alla cintura nera nel taekwondo, piantare un melo nano e coglierne i frutti, vedere tuo nipote al college e frequentare la sua laurea o ottenere la tua laurea. Ma le complicazioni più gravi del diabete – dall’ictus alla neuropatia all’amputazione – possono rendere difficili o impossibili attività come queste per alcune persone.

Pubblicità e progresso

In un nuovo studio, i ricercatori della West Virginia University School of Public Health hanno scoperto che la partecipazione a un programma di prevenzione del diabete della durata di un anno supporta l’aggiunta di 4,4 anni di vita adeguati alla qualità alla durata media dei partecipanti.

“Il fatalismo può svolgere un ruolo importante nella salute della comunità – come, ‘Oh, sì, la mia famiglia ha il diabete. Alla fine lo prenderò'”, ha detto Adam Baus, professore assistente di ricerca presso il Dipartimento di scienze sociali e comportamentali Sciences, che ha condotto lo studio. “Ma non deve essere così. Niente affatto.”

I risultati vengono visualizzati in Prospettive nella gestione delle informazioni sanitarie .

Gli anni di vita aggiustati per la qualità – o QALYS – non prendono in considerazione solo la durata della vita. Inoltre tengono conto della salute fisica, mentale, sociale e funzionale. QALYS aiuta a misurare il carico di malattia e mostra come la qualità e la quantità della vita vissuta sono influenzate dalla partecipazione agli interventi.

Baus ei suoi colleghi hanno analizzato i dati di West Virginia Health Connection, una nuova rete online di partner clinici e di comunità che lavorano insieme per prevenire e controllare le malattie croniche, come il diabete, nello stato.

West Virginia Health Connection è uno sforzo di collaborazione tra il West Virginia Bureau for Public Health’s Division of Health Promotion and Chronic Disease e la WVU School of Public Health’s Office of Health Services Research.

I dati comprendevano 320 persone che avevano completato il National Diabetes Prevention Program.

Utilizzando il Diabetes Impact Tool dei Centers for Disease Control and Prevention, i ricercatori hanno analizzato i dati per ottenere informazioni demografiche; peso, altezza e BMI; e indicatori di ritorno sull’investimento, inclusi l’incidenza del diabete, le spese mediche e QALYS.

Hanno scoperto che la partecipazione al programma ha causato un aumento di 0,2 QALYS dopo un anno, con aumenti previsti di 1,1 QALYS dopo tre anni e di 4,4 QALYS dopo 10 anni.

All’inizio della programmazione, l’80,3% dei partecipanti era obeso, il 19,4% in sovrappeso e solo lo 0,3% aveva un peso normale. Alla fine della programmazione, i partecipanti avevano perso in media 13,6 libbre – o il 6,3% del loro peso corporeo totale -. Proiettando tre anni, ciò rappresenta una riduzione del rischio complessivo del 32,4% per lo sviluppo del diabete.

“È davvero importante per i nostri partner della comunità essere in grado di disporre di un sistema analitico valido e affidabile che possono utilizzare per documentare la programmazione che stanno fornendo e per essere in grado di dimostrare l’efficacia del loro programma”, ha detto Baus, che dirige il WVU Office of Health Services Research. “È una sfida per molte persone nella comunità che potrebbero non essere abituate a tenere traccia dei dati. Hanno bisogno di un modo valido e sicuro per farlo e di un supporto di base in modo che possano analizzare i loro dati e mostrare l’impatto del loro programma. È davvero importante per la longevità del loro programma “.

Baus ei suoi colleghi hanno scoperto che il programma era associato a una riduzione di $ 120 delle spese mediche annuali per partecipante. Dopo tre anni di partecipazione, i risparmi annuali ammontano a $ 341 a persona. Dopo 10 anni? $ 989.

Entro il terzo anno, il costo netto per eseguire il programma scende a $ 50 a persona. Con una proiezione di 10 anni, la programmazione genera risparmi sanitari sufficienti a compensare ampiamente il costo di esecuzione del programma stesso.

“Storicamente c’è una certa frustrazione tra i fornitori che sanno che i loro pazienti potrebbero beneficiare di un supporto extra attraverso programmi di prevenzione come questo, ma non hanno un meccanismo facile per fare i rinvii, sanno che i pazienti stanno frequentando le lezioni e sanno quali sono i risultati nel tempo”, Baus disse.

West Virginia Health Connection risponde a questa esigenza essenzialmente mettendo tutta la programmazione della prevenzione del diabete nello stato sotto lo stesso tetto, collegando medici e specialisti di assistenza primaria a leader sanitari basati sulla comunità che forniscono questa programmazione necessaria.

“È un registro sicuro per raccogliere e analizzare le informazioni sanitarie in modo che i medici possano documentare le cure che stanno fornendo e ottenere rapporti su quei dati”, ha detto Baus. “È davvero importante per i nostri partner della comunità essere in grado di disporre di un sistema di analisi valido e affidabile che possono utilizzare per documentare la programmazione che stanno fornendo e dimostrare l’efficacia dei loro sforzi”.

Ed è particolarmente importante nel West Virginia, che ha il secondo tasso di diabete più alto della nazione tra gli adulti, al 15%. A partire dal 2018, un altro 11% degli adulti è stato diagnosticato come pre-diabetico e ancora di più rimane non diagnosticato.

“Il nostro stato ha un carico significativo sulla salute pubblica con prediabete e diabete, ma abbiamo anche partner straordinari e impegnati che lavorano per invertire questa tendenza”, ha detto Baus. “Lavorando insieme, possiamo farlo”.

###

West Virginia Health Connection è finanziato dai Centers for Disease Control and Prevention attraverso il West Virginia Bureau for Public Health, Division of Health Promotion and Chronic Disease. L’iniziativa è anche sostenuta dalla Claude Worthington Benedum Foundation e dall’Health Policy Research Consortium. Questo contenuto è di esclusiva responsabilità degli autori e non rappresenta necessariamente il punto di vista ufficiale di CDC, WVBPH, Benedum Foundation o HPRC.

Citazione

Titolo: Programmazione per la prevenzione del diabete supportata dall’informatica in West Virginia