Sport e movimento

Diversi “cocktail” di attività fisica hanno benefici per la salute simili

NEW YORK, NY (19 maggio 2021) – Un nuovo studio della Columbia University e un team internazionale di ricercatori identifica diversi modi per ottenere gli stessi benefici per la salute dall’esercizio, purché il “cocktail” dell’esercizio includa molta luce fisica attività.

“Per decenni, abbiamo detto alle persone che il modo per rimanere in buona salute è fare almeno 30 minuti di esercizio cinque giorni alla settimana”, afferma Keith Diaz, PhD, assistente professore di medicina comportamentale e direttore del laboratorio di test da sforzo presso il Center for Behavioral Cardiovascular Health presso la Columbia University Vagelos College of Physicians and Surgeons.

Pubblicità e progresso

“Ma anche se sei uno dei pochi adulti che può attenersi a questo consiglio, 30 minuti rappresentano solo il 2% della tua intera giornata”, afferma Diaz. “È davvero possibile che le nostre abitudini di attività per appena il 2% della giornata siano tutto ciò che conta quando si parla di salute?”

Diaz dice che la raccomandazione su quanto esercizio fare potrebbe essere insufficiente a seconda di come le persone trascorrono il resto della loro giornata di veglia.

Gli studi precedenti tendevano a esaminare l’impatto di un tipo di attività in isolamento. Ma ogni attività ha effetti dannosi o benefici sulla salute. “Quello che non sappiamo è la migliore combinazione, o cocktail, di ingredienti necessari per prolungare la vita”, dice Diaz.

Solo attraverso i recenti monitor di attività economici e facili da usare, che possono essere indossati dai partecipanti allo studio durante il giorno, i ricercatori sono stati in grado di rispondere alla domanda.

Con i dati di sei studi che includevano più di 130.000 adulti nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Svezia, gli autori hanno utilizzato una tecnica chiamata analisi della composizione per determinare in che modo diverse combinazioni di attività, incluso l’esercizio da moderato a camminare, correre o altre attività che aumentano la frequenza cardiaca), attività fisica leggera (come lavori domestici o passeggiate occasionali) e comportamento sedentario influenzano la mortalità.

Ecco i principali take away:

I benefici di 30 minuti di esercizio da moderato a intenso dipendono da come trascorri il resto della giornata.

Sebbene l’attuale raccomandazione di 30 minuti al giorno di attività fisica da moderata a intensa abbia ridotto le probabilità di una morte precoce fino all’80% per alcuni – coloro che sono rimasti seduti per meno di 7 ore – non ha ridotto il rischio di mortalità per individui che erano molto sedentari (da 11 a 12 ore al giorno), hanno scoperto i ricercatori.

“In altre parole, non è così semplice come spuntare la casella” esercizio “nell’elenco delle cose da fare”, afferma Diaz. “Un profilo di movimento sano richiede più di 30 minuti di esercizio quotidiano. Anche muoversi e non rimanere sedentari tutto il giorno è importante”.

“Fare 30 minuti di attività fisica al giorno, o 150 minuti a settimana, è ciò che è attualmente raccomandato, ma hai ancora il potenziale per annullare tutto quel buon lavoro se ti siedi troppo a lungo”, afferma Sebastien Chastin, PhD, professore di comportamento salutare dinamiche presso la Glasgow Caledonian University in Scozia e autore principale dello studio.

L’attività fisica leggera è più importante di quanto pensi.

La ricerca ha rilevato che le persone che hanno trascorso solo pochi minuti impegnandosi in un’attività fisica da moderata a intensa hanno ridotto il rischio di morte precoce del 30% purché trascorressero anche sei ore impegnate in attività fisica leggera.

“Forse sei un genitore con bambini piccoli e semplicemente non puoi andare in palestra per fare esercizio”, dice Diaz. “Ma puoi ancora avere un profilo di movimento sano fintanto che ti muovi molto durante il giorno mentre ti occupi delle tue attività quotidiane”.

Stare seduti non fa male alla salute come fumare, ma è comunque un male, dice Diaz. “Anche se ci sarà sempre seduto nella nostra vita, come con la maggior parte delle cose nella vita, si tratta di stare seduti con moderazione. La chiave è trovare il giusto equilibrio tra tempo sedentario e attività fisica”.

Una formula cocktail da 3 a 1 è la migliore.

I ricercatori hanno scoperto che ottenere tre minuti di attività da moderata a vigorosa o 12 minuti di attività leggera per ora di seduta era ottimale per migliorare la salute e ridurre il rischio di morte prematura.

“La nostra nuova formula raggiunge il giusto equilibrio tra esercizio da moderato a vigoroso e stare seduti per aiutare le persone a condurre una vita più lunga e più sana”, afferma Chastin. “Le ore rimanenti dovrebbero essere impiegate spostandosi il più possibile e ottenendo una buona notte di sonno.”

Utilizzando questa formula di base, lo studio ha rilevato che più combinazioni di attività riducono il rischio di morte prematura del 30%:

 

  • 55 minuti di esercizio, 4 ore di attività fisica leggera e 11 ore di seduta 
  • 13 minuti di esercizio, 5,5 ore di attività fisica leggera e 10,3 ore di seduta 
  • 3 minuti di esercizio, 6 ore di attività fisica leggera e 9,7 ore di seduta

 

Sebbene i ricercatori abbiano scoperto che sostituire il tempo sedentario con solo due minuti di esercizio da moderato a vigoroso è più efficiente che sostituirlo con un’attività fisica leggera, due minuti di esercizio da moderato a vigoroso equivalgono a quattro a 12 minuti di attività fisica leggera attività – entrambi hanno un valore.

“Questa è una buona notizia per le persone che potrebbero non avere il tempo, la capacità o il desiderio di impegnarsi in un esercizio formale”, dice Diaz. “Possono ottenere benefici per la salute da un sacco di attività fisica leggera e solo un po ‘di attività da moderata a vigorosa”.

“Il nostro studio mostra che non esiste un approccio unico per l’attività fisica e possiamo scegliere quelli che ci piacciono di più”, dice Diaz. “Potrebbe essere più importante mescolare un cocktail di movimento che includa una sana dose di esercizio e attività leggera per prendere il posto della seduta”.

###

Maggiori informazioni

L’articolo, intitolato “Associazione congiunta tra combinazione giornaliera misurata dall’accelerometria del tempo trascorso in attività fisica, comportamento sedentario e sonno e mortalità per tutte le cause: un’analisi aggregata di sei potenziali coorti utilizzando l’analisi compositiva”, è stato pubblicato online nel British Journal of Medicina dello sport .

Gli autori: Sebastien Chastin (Glasgow Caledonian University, Scozia), Duncan McGregor (GCU e Biomathematics and Statistics, Scozia), Javier Palarea-Albaladejo (BioSS), Keith Diaz (Columbia University, New York, NY), Maria Hagstromer (Karolinska Institute e Sophiahemmet University College, Stoccolma, Svezia), Pedro Curi Hallal (Federal University of Pelotas, Brasile), Vincent van Hees (Netherlands eScience Center, Amsterdam, Paesi Bassi), Virginia Howard (University of Alabama School of Medicine, Birmingham, AL) , I-Min Lee (Harvard Medical School, Boston, MA), Philip von Rosen (Karolinska Institute), Séverine Sabia (the French National Institute of Health and Medical Research and University College London, UK), Eric Shiroma (National Institute on Aging , Bethesda, MD), Manasa Yerramalla (Inserm) e Philippa Dall (GCU).

Lo studio è stato sostenuto dalla Divisione di servizi analitici e di scienza rurale e ambientale del governo scozzese e dal Ministero spagnolo della scienza, dell’innovazione e delle università.

Lo studio ABC è stato sostenuto dal Consiglio della contea di Stoccolma, dal Centro nazionale svedese per la ricerca nello sport e dal progetto ALPHA. Lo studio REGARDS è stato sostenuto dal National Institutes of Health (U01 NS041588 e R01-NS061846) e da The Coca-Cola Company. Il

Lo studio Whitehall II è stato sostenuto da sovvenzioni del Consiglio per la ricerca medica del Regno Unito (K013351, R024227 e S011676); la British Heart Foundation; l’esecutivo britannico per la salute e la sicurezza; il Dipartimento della Salute britannico; il National Institutes of Health (R01HL036310, R01AG056477 e R01AG034454); e il Consiglio per la ricerca economica e sociale. Lo studio sulla salute delle donne è stato sostenuto dal NIH (CA154647, CA047988, CA182913, HL043851, HL080467 e HL099355). Ulteriori finanziamenti sono stati forniti dall’Agenzia nazionale francese per la ricerca (ANR-19-CE36-0004-01).

Gli autori non dichiarano conflitti di interesse finanziari o di altro tipo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.