Donne e diabete

Uno studio a lungo termine mostra forti legami tra il diabete gestazionale durante la gravidanza e il diabete di tipo 1 e di tipo 2 più avanti nella vita

 

Uno studio di 23 anni presentato al 23 ° Congresso europeo di endocrinologia (e-ECE 2021), lunedì 24 maggio 2021 alle 14:40 CET ( http: // www. Ece2021. Org ), ha rilevato che le donne che soffrono di diabete gestazionale (GDM) durante la gravidanza, sono più inclini a sviluppare il diabete di tipo 1 e di tipo 2 più avanti nella vita. Lo studio a lungo termine suggerisce che il test degli autoanticorpi dovrebbe essere preso in considerazione per le donne che soffrono di GDM al fine di avere una migliore comprensione della loro prognosi.

Il diabete è una malattia cronica che si verifica quando il pancreas non produce abbastanza insulina o quando il corpo non può utilizzare efficacemente l’insulina che produce. A livello globale, il numero di persone con diabete è passato da 108 milioni nel 1980 a 422 milioni nel 2014. Il diabete gestazionale è una forma di diabete che le donne possono sperimentare durante la gravidanza e di solito scompare dopo il parto. Tuttavia, il 50% delle donne che soffrono di GDM sviluppano il diabete di tipo 2 più tardi nella vita (risultati pubblicati dallo stesso studio) e il 5,7% sviluppa il diabete di tipo 1 (anche se è spesso considerato “diabete giovanile”). A causa del numero di problemi di salute significativi che il diabete può causare,

Pubblicità e progresso

La dott.ssa Kaisu Luiro dell’Ospedale universitario di Helsinki ha valutato 391 donne che hanno partorito tra il 1984-1994 e hanno sofferto di diabete gestazionale durante la gravidanza. Un questionario di follow-up per valutare la successiva insorgenza del diabete di tipo 1 e di tipo 2 è stato inviato nel 2012-2013. Il tempo medio di follow-up è stato di 23 anni, rendendo questo studio il follow-up più lungo fino ad oggi in relazione agli studi GDM. Lo studio ha scoperto che la decarbossilasi dell’acido glutammico e gli autoanticorpi contro le cellule insulari presenti durante la gravidanza possono prevedere in modo affidabile lo sviluppo del diabete di tipo 1 più avanti nella vita. I risultati sono stati i seguenti:

* La positività all’autoanticorpo singolo è stata rilevata nel 12% della coorte di donne che hanno manifestato diabete gestazionale e nel 2,3% della coorte di controllo.

* Nella coorte di donne che hanno manifestato diabete gestazionale, il 2,6% è risultato positivo per due autoanticorpi e il 2,3% per tre autoanticorpi, mentre solo un soggetto nella coorte di controllo ha avuto due autoanticorpi rilevati.

“La forte relazione tra le donne che hanno il diabete gestazionale e le donne che soffrono di diabete di tipo 1 e di tipo 2 più avanti nella vita, suggerisce che le donne dovrebbero ora ricevere test più approfonditi durante la gravidanza, al fine di determinare il loro livello di rischio. Speriamo anche che gli operatori sanitari inizino conversazioni con i loro pazienti sulla relazione tra GDM e diabete più avanti nella vita. In futuro, ci sono sviluppi in corso per modelli di previsione più accurati che sperano di dare un suggerimento più specifico su chi dovrebbe essere testato durante la gravidanza “, Commenta il dott. Luiro.

Poiché il diabete è un problema di salute sempre più diffuso, questo studio è particolarmente importante in quanto mette in evidenza le donne potenzialmente a rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 o di tipo 2. Si spera che questo, e metodi di previsione più specifici in futuro, fornirà un’opportunità agli operatori sanitari di informare ed educare sull’aumento del rischio di sviluppare il diabete in età avanzata, e alle donne con GDM di considerare uno stile di vita sano ed equilibrato al fine di prevenire o ritardare l’inizio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.