Batticuore

Il grasso intorno al cuore è collegato ad un aumento del rischio di insufficienza cardiaca

Avere un eccesso di grasso pericardico – grasso intorno al cuore – aumenta il rischio di sviluppare insufficienza cardiaca, specialmente nelle donne, secondo una nuova ricerca dal Mount Sinai.

Le donne con elevate quantità di grasso pericardico hanno il doppio delle probabilità di sviluppare insufficienza cardiaca, mentre gli uomini hanno il 50% di probabilità in più, secondo lo studio, pubblicato nel numero online del 24 maggio del Journal of the American College of Cardiology . È il più grande studio per identificare il legame tra grasso pericardico e insufficienza cardiaca, che potrebbe potenzialmente portare a un intervento precoce e alla prevenzione delle malattie cardiache.

Pubblicità e progresso

“Da quasi due decenni sappiamo che l’obesità, basata sulla semplice misurazione di altezza e peso, può raddoppiare il rischio di insufficienza cardiaca, ma ora abbiamo fatto un ulteriore passo avanti utilizzando la tecnologia di imaging per dimostrare che l’eccesso di grasso pericardico, forse dovuto per la sua posizione vicino al muscolo cardiaco, aumenta ulteriormente il rischio di questa condizione potenzialmente fatale – insufficienza cardiaca “, spiega il ricercatore capo Satish Kenchaiah, MD, Professore Associato di Medicina (Cardiologia) presso la Icahn School of Medicine del Mount Sinai. “Questo lavoro ci fornisce uno strumento importante per stratificare i pazienti in un rischio sempre maggiore di insufficienza cardiaca, che può eventualmente portare a un intervento precoce e alla prevenzione dello scompenso cardiaco per salvare in ultima analisi la vita delle persone”.

I ricercatori coinvolti in una collaborazione multiistituzionale hanno esaminato l’associazione tra grasso pericardico e rischio di insufficienza cardiaca utilizzando scansioni di tomografia computerizzata (TC) del torace del Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis (MESA), uno studio di ricerca medica sponsorizzato dal National Heart , Lung e Blood Institute of the National Institutes of Health. Questo studio prospettico ha utilizzato scansioni TC di quasi 7.000 donne e uomini tra i 45 e gli 84 anni di età negli Stati Uniti con diversi background razziali per misurare il grasso pericardico. Nessuno dei partecipanti aveva prove di malattie cardiache quando è iniziato lo studio.

I ricercatori hanno seguito questi partecipanti per più di 17 anni e hanno notato che quasi 400 di loro hanno sviluppato insufficienza cardiaca. La loro analisi ha rilevato che l’eccesso di grasso pericardico era associato a un rischio più elevato di insufficienza cardiaca sia nelle donne che negli uomini, anche dopo aver aggiustato i fattori di rischio stabiliti per l’insufficienza cardiaca come età, fumo di sigaretta, consumo di alcol, stile di vita sedentario, ipertensione, zucchero nel sangue, colesterolo alto e attacchi di cuore. Dopo aver tenuto conto di questi fattori di rischio per l’insufficienza cardiaca, un elevato volume di grasso pericardico ha aumentato il rischio di sviluppare insufficienza cardiaca di circa il 100%, o il doppio, nelle donne e di circa il 50% negli uomini. Per questo studio, i ricercatori hanno definito il volume di grasso pericardico in eccesso o “alto” come 70 centimetri cubi (2,4 once fluide) o più nelle donne, e 120 centimetri cubi (4 once fluide) o più negli uomini. Gli importi inferiori a quelli erano considerati “normali”.

I ricercatori hanno anche riferito che il grasso pericardico era debolmente o moderatamente correlato con indicatori di sovrappeso o obeso come l’indice di massa corporea, la circonferenza della vita, la circonferenza dell’anca e il rapporto vita-fianchi e che è rimasto un fattore di rischio per l’insufficienza cardiaca sopra e oltre il rischio di essere in sovrappeso o obesi. In effetti, il grasso pericardico era associato a nuovi casi di insufficienza cardiaca indipendentemente dal fatto che i partecipanti fossero magri, sovrappeso o obesi. Inoltre, in un campione più piccolo di partecipanti che sono stati sottoposti a scansioni TC addominali per determinare la quantità di grasso della pancia sotto la pelle e nell’addome, il grasso pericardico ha predetto il rischio di insufficienza cardiaca anche dopo aver preso in considerazione il grasso addominale in eccesso.

Il legame tra grasso pericardico e insufficienza cardiaca era simile tra tutti i gruppi razziali ed etnici rappresentati nello studio: bianchi, neri, ispanici e cinesi.

“La nostra ricerca fornisce una forte evidenza che l’eccesso di grasso pericardico aumenta sostanzialmente il rischio di insufficienza cardiaca”, afferma il dott. Kenchaiah. “Sono necessari ulteriori studi per confermare i nostri risultati. La ricerca futura in questo campo dovrebbe anche concentrarsi su modi e mezzi, come seguire una dieta salutare per il cuore e rimanere fisicamente attivi, per raggiungere e mantenere un peso corporeo ottimale e ridurre ed evitare la deposizione di grasso intorno il cuore.”

Categorie:Batticuore

Con tag:,