Complicanze varie/eventuali

La relazione tra la distribuzione del grasso corporeo e steatosi epatica non alcolica negli adulti con diabete di tipo 1

L’obesità, che è associata alla steatosi epatica non alcolica (NAFL), è aumentata tra le persone con diabete di tipo 1. Pertanto, i ricercatori finlandesi hanno esplorato le associazioni tra distribuzione del grasso corporeo e NAFL in questa fascia della popolazione.

La ricerca  ha incluso 121 adulti con diabete di tipo 1 dello studio finlandese sulla nefropatia diabetica (FinnDiane) per i quali la NAFL è stata determinata mediante risonanza magnetica. La composizione corporea è stata valutata da DXA. I dati genetici riguardanti PNPLA3 rs738409 e TM6SF2 rs58542926 erano disponibili come polimorfismo direttamente genotipizzato. Le associazioni tra distribuzione del grasso corporeo, rapporto vita-altezza (WHtR), BMI e NAFL sono state esplorate utilizzando la regressione logistica. Una curva delle caratteristiche operative del ricevitore (ROC) è stata utilizzata per determinare le soglie WHtR e BMI con la massima sensibilità e specificità per rilevare NAFL.

Pubblicità e progresso

L’età media era 38,5 (33-43,7) anni, la durata del diabete era 21,2 (17,9-28,4) anni, il 52,1% erano donne e la prevalenza di NAFL era dell’11,6%. Dopo l’aggiustamento per sesso, età, durata del diabete e PNPLA3 rs738409, il volume ( P = 0,03) e la percentuale ( P = 0,02) di tessuto adiposo viscerale erano associati a NAFL, mentre i tessuti ginoide, appendicolare e adiposo totale non lo erano. L’area sotto la curva tra WHtR e NAFL era maggiore di BMI e NAFL ( P = 0,04). Il cutoff WHtR di 0,5 ha mostrato la sensibilità (86%) e la specificità (55%) più elevate, mentre il BMI di 26,6 kg / m 2 ha mostrato una sensibilità del 79% e una specificità del 57%.

Concludendo:il tessuto adiposo viscerale è associato alla NAFL negli adulti con diabete di tipo 1 e WHtR può essere preso in considerazione durante lo screening per NAFL in questa popolazione.

Pubblicato in Diabetes Care il 25 maggio 2021.