Prodotti

Tecnologia di rilevamento per prevenire le ulcere del piede diabetico

Sensori innovativi nella suola avviseranno i pazienti diabetici durante attività eccessive o prolungate che potrebbero innescare ulcere del piede in un nuovo sistema in fase di sviluppo presso l’Università di Southampton.

Il LOad Monitoring and Intervention System (LOMIS) elabora i dati in tempo reale da tre sensori di forza direzionali e rileva le attività fisiche per lunghi periodi di tempo in un modello di rischio dimensionale a cinque metriche.

Pubblicità e progresso

Gli avvisi di rischio in tempo reale vengono comunicati ai pazienti tramite un’app connessa per mitigare il rischio e i pericoli di ulcerazione e amputazione.

Un prototipo LOMIS è stato testato in studi pilota e circa 1 milione di sterline di nuovi finanziamenti dal National Institute for Health Research (NIHR) prepareranno ora la tecnologia per le sperimentazioni cliniche e l’adozione all’interno del NHS.

Oltre 3,3 milioni di persone nel Regno Unito hanno il diabete e si prevede che questa cifra aumenterà a cinque milioni entro il 2025. Il servizio sanitario nazionale spende circa 1,13 miliardi di sterline ogni anno per la cura dell’ulcera del piede diabetico. La prevenzione avviene principalmente attraverso l’educazione del paziente e lo screening del piede programmato ogni tre, sei o 12 mesi.

Tuttavia, un’ulcera del piede può verificarsi rapidamente, anche entro un giorno. Le persone con diabete spesso non possono sentire dolore ai piedi e quindi non riescono a riconoscere i primi segnali di allarme. Pertanto le ulcere spesso passano inosservate e non vengono trattate e quindi il rischio di amputazione aumenta.

Il professor Liudi Jiang, capo del gruppo di ricerca sui materiali ingegneristici e ricercatore principale LOMIS, afferma: “Quando camminiamo, applichiamo pressione (compressione) e forze di sfregamento avanti e indietro (taglio) sotto i nostri piedi. È sia la pressione che le forze di taglio applicato per periodi di tempo prolungati che causano la rottura dei tessuti che possono trasformarsi rapidamente in ulcere.

“Circa l’80% delle ulcere del piede può essere prevenibile grazie a una migliore gestione delle forze applicate alla pianta del piede. La nostra strategia LOMIS consiste nell’allertare i pazienti durante i carichi eccessivi utilizzando sensori di forza sotto il piede che possono” sentire “il carico per coloro che hanno perso la sensibilità ai piedi a causa della malattia. Gli avvisi delle app aiutano i pazienti a cambiare il loro comportamento esattamente al momento giusto e forniscono consigli come fare una pausa o prendere in considerazione i trasporti pubblici “.

Studi pilota hanno dimostrato la fattibilità clinica, il comfort quando indossato e la capacità di distinguere le differenze nel carico del piede tra le persone con e senza diabete. “Quest’ultimo lavoro finanziato dal NIHR garantirà che LOMIS abbia un design incentrato sul paziente e offra un’elevata usabilità”, afferma il professor Jiang.

Ci sono oltre 60.000 persone con ulcere del piede diabetico in Inghilterra in un dato momento e amputazioni correlate all’ulcera del piede 160 ogni settimana – purtroppo oltre il 60% di queste persone può morire entro cinque anni dall’amputazione.

I sistemi attuali misurano e gestiscono solo la pressione di compressione, mentre le forze di taglio sono fondamentali nella causa dell’ulcerazione.

Il sistema LOMIS migliora ulteriormente la sua efficacia considerando una quarta dimensione di diverse attività, come camminare o salire le scale, e una quinta dimensione del tempo, dove i tessuti plantari possono cambiare lo stato fisiologico e la tolleranza al carico a causa di deformità e condizionamento.