Batticuore

“Prescrizione” per sedersi di meno, muoversi di più consigliato per pressione sanguigna e colesterolo leggermente alti

Dichiarazione scientifica dell’American Heart Association

DALLAS, 2 giugno 2021 – Una “prescrizione” per sedersi di meno e muoversi di più è la prima scelta terapeutica ottimale per ridurre la pressione sanguigna da lieve a moderatamente elevata e il colesterolo nel sangue in adulti altrimenti sani, secondo la nuova dichiarazione scientifica dell’American Heart Association pubblicata oggi sulla rivista Hypertension dell’American Heart Association .

Pubblicità e progresso

“Le attuali linee guida dell’American Heart Association per la diagnosi di ipertensione e colesterolo riconoscono che individui altrimenti sani con livelli lievemente o moderatamente elevati di questi fattori di rischio cardiovascolare dovrebbero tentare attivamente di ridurre questi rischi. La prima strategia di trattamento per molti di questi pazienti dovrebbe essere sana lo stile di vita cambia a partire dall’aumento dell’attività fisica”, ha affermato Bethany Barone Gibbs, Ph.D., FAHA, presidente del gruppo di scrittura delle dichiarazioni e professore associato presso il dipartimento di salute e sviluppo umano e scienze cliniche e traslazionali presso l’Università di Pittsburgh a Pittsburgh , Pennsylvania.

Si stima che il 21% degli adulti statunitensi, circa 53 milioni, abbia una pressione sanguigna sistolica (numero superiore) tra 120-139 mm Hg o pressione sanguigna diastolica (numero inferiore) tra 80-89 mm Hg; entrambi i valori sono anormalmente alti. Gli individui in questa fascia che hanno un rischio altrimenti basso di malattie cardiache o ictus soddisfano i criteri delle linee guida per l’alta pressione sanguigna dell’American College of Cardiology (ACC)/American Heart Association (AHA) per il trattamento esclusivo dello stile di vita per la pressione sanguigna elevata.

Allo stesso modo, gli autori della dichiarazione scientifica stimano che il 28% degli adulti statunitensi, o circa 71 milioni, abbia un punteggio di colesterolo LDL superiore a 70 mg/dL e soddisfi comunque i criteri per un basso rischio di malattie cardiache o ictus. Queste persone soddisferebbero i criteri delle linee guida per il trattamento del colesterolo AHA/ACC 2018 per il trattamento basato esclusivamente sullo stile di vita. I cambiamenti dello stile di vita evidenziati nelle linee guida per la pressione sanguigna e il colesterolo includono l’aumento dell’attività fisica, la perdita di peso, il miglioramento della dieta, l’interruzione del fumo e la moderazione dell’assunzione di alcol.

“L’aumento dell’attività fisica può aiutare a ridurre la pressione sanguigna e il colesterolo, insieme a molti altri benefici per la salute”. ha detto Gibbs. L’attività fisica ha anche benefici oltre la salute cardiovascolare, tra cui una riduzione del rischio di alcuni tumori, un miglioramento della salute ossea, cerebrale e mentale e un sonno migliore.

L’aumento dell’attività fisica determina riduzioni clinicamente significative della pressione sanguigna sistolica e diastolica, tipicamente una riduzione media di 3 o 4 mm Hg. Miglioramenti simili sono stati osservati con il colesterolo nel sangue. Ad esempio, una maggiore attività fisica riduce tipicamente il colesterolo LDL da 3 a 6 mg/dL.

La dichiarazione mette in evidenza la ricerca che conclude che le persone fisicamente attive hanno un rischio inferiore del 21% di sviluppare malattie cardiovascolari e un rischio inferiore del 36% di morte per malattie cardiovascolari rispetto a coloro che non sono fisicamente attivi.

Per migliorare la salute, le linee guida sull’attività fisica 2018 del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti per gli americani suggeriscono che gli individui partecipino a 150 minuti cumulativi di esercizio aerobico di intensità moderata o 75 minuti di attività aerobica vigorosa a settimana più due o più sessioni di allenamento della forza ogni settimana .

Tuttavia, non esiste un tempo minimo per ricevere benefici dall’attività fisica. “Ogni piccola attività è meglio di niente”, ha detto Gibbs. “Anche piccoli aumenti iniziali di 5-10 minuti al giorno possono produrre benefici per la salute”.

La dichiarazione fornisce suggerimenti ai medici per fornire “prescrizioni” di esercizi come la consulenza al paziente, incorporando professionisti del comportamento sanitario (ad es. allenatori sanitari) e collegando i pazienti a risorse locali come i centri comunitari per aiutare a soddisfare le loro esigenze di attività fisica.

Secondo la dichiarazione, l’esercizio di prescrizione include:

  • Screening dei pazienti sull’attività fisica ad ogni interazione, come raccomandato dalla campagna “Exercise is Medicine” dell’American College of Sports Medicine. I medici possono chiedere ai pazienti di segnalare la loro attività fisica con alcune domande o utilizzando un dispositivo indossabile.
  • Fornire idee e risorse per supportare i pazienti a migliorare e sostenere l’attività fisica regolare;
  • Incontrare i pazienti dove si trovano esplorando le attività che piacciono al paziente e fornire idee per un successo precoce; e
  • Incoraggiare e celebrare piccoli aumenti nell’attività fisica, come camminare di più o fare le scale.

“Nel nostro mondo in cui l’attività fisica è sempre più soppressa dalle nostre vite e la travolgente impostazione predefinita è sedersi – e ancora di più ora che la nazione e il mondo stanno praticando la quarantena e l’isolamento per ridurre la diffusione del coronavirus – il messaggio che dobbiamo essere implacabili nella nostra ricerca di “sedersi di meno e muoversi di più” durante il giorno è più importante che mai”, ha affermato Gibbs.