Mangiare e bere

Rifacimento del latte: un ottimo inizio per un cuore sano

Più latte = abbassare il colesterolo nel sangue, abbassare i livelli di lipidi nel sangue e meno rischio di malattie cardiache.

Un goccio di latte potrebbe fare la differenza per un cuore sano poiché una nuova ricerca dell’Università del South Australia rileva che le persone che consumano regolarmente latte hanno un rischio inferiore di malattie cardiache.

Condotto in collaborazione con l’Università di Reading, il primo studio al mondo ha utilizzato un approccio genetico per indagare le relazioni causali tra il consumo di latte e il rischio di malattie cardiovascolari.

Pubblicità e progresso

Valutando i biomarcatori genetici tra oltre 400.000 persone, lo studio ha scoperto che un maggiore consumo di latte era associato a un più basso colesterolo nel sangue, a livelli di lipidi nel sangue più bassi e a un minor rischio di malattie cardiache.

Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte a livello globale, con circa 17,9 milioni di vittime ogni anno. In Australia, la malattia cardiovascolare colpisce più di quattro milioni di persone e uccide un australiano ogni 28 minuti.

La maggior parte dei rischi di malattie cardiovascolari possono essere prevenuti attraverso una dieta e uno stile di vita sani.

La ricercatrice UniSA e direttrice dell’Australian Centre for Precision Health, la professoressa Elina Hypponen, afferma che la scoperta supporta il ruolo del latte come parte sana di una dieta equilibrata.

“Le persone hanno da tempo un rapporto di amore-odio con il latte, il che non sorprende, visti i messaggi contrastanti sui prodotti lattiero-caseari”, afferma il prof. Hypponen.

“Mentre alcuni rapporti mostrano che un elevato consumo di latticini e latte è collegato a fattori di rischio cardiometabolico, le prove provenienti da studi randomizzati controllati sono state incoerenti.

“In questo studio, abbiamo condotto robusti test genetici per valutare se il latte fosse associato ad un aumento delle malattie cardiache e, mentre confermiamo che il latte può causare un aumento del grasso corporeo, dimostriamo anche che porta a una riduzione della concentrazione di colesterolo e a una riduzione delle malattie cardiovascolari. rischio di malattia.

“La riduzione del rischio potrebbe essere spiegata dal calcio del latte, che ha dimostrato di aumentare gli enzimi che abbattono i grassi all’interno del corpo e quindi di abbassare i livelli di colesterolo.

“Ciò che mostra è che il latte può far parte di una dieta sana ed equilibrata; non è necessario limitare il consumo di latte se stai cercando di migliorare la salute del tuo cuore”.

Categorie:Mangiare e bere

Con tag: