Prodotti

La calza a compressione interna aiuta contro le vene varicose

Die Bilder dürfen nur im Kontext der Ruhr-Universität Bochum (RUB) unter Angabe des Copyrights © RUB, Marquard verwendet werden, zum Beispiel für Webseiten der RUB sowie für Texte oder Webseiten, die sich speziell mit Ereignissen an der RUB oder Leistungen von RUB-Mitgliedern beschäftigen. Die Bilder dürfen nicht in Kontexten verwendet werden, in denen die RUB nur stellvertretend für Hochschulen im Allgemeinen steht.

l’applicazione di una guaina sottile intorno alla vena difettosa ha eliminato il problema delle vene varicose in oltre il 95% dei casi. Il team di ricerca ha pubblicato i risultati sul Journal of International Medical Research il 6 aprile 2021.

Quando il sangue si accumula nella gamba

Pubblicità e progresso

Le vene varicose sono più di un semplice problema estetico: gli antiestetici rigonfiamenti potrebbero causare seri problemi di salute come ulcere alle gambe, trombosi o persino embolie polmonari. La causa della malattia delle vene varicose è solitamente una debolezza nel tessuto connettivo, che provoca il cedimento della parete venosa e quindi l’aumento del diametro della vena. Questo processo è accelerato dalla gravidanza o dalla frequente posizione eretta e seduta.

L’aumento del diametro della vena compromette la funzione delle valvole venose. I lembi della valvola vengono separati e si sviluppa una perdita, che si chiama insufficienza valvolare. Il sangue si accumula nella gamba dove porta ad un aumento della pressione sanguigna venosa. Questa insufficienza valvolare colpisce più spesso la vena troncale, chiamata anche vena grande safena o vena grande rosa, che si apre nell’inguine.

Come una seconda pelle

I concetti terapeutici fino ad oggi si sono basati su un approccio radicale: distruzione mediante laser o terapia con onde radio, o rimozione di vene troncali insufficienti mediante intervento di stripping. “Al RUB Hospital, abbiamo sviluppato un’alternativa ai metodi radicali con la procedura di valvuloplastica extraluminale, che adotta un approccio di conservazione degli organi”, spiega il professor Achim Mumme, Direttore di Chirurgia Vascolare. Le valvole venose vengono riparate attraverso una piccola incisione nell’inguine. Una guaina di sottilissimo poliuretano è posta intorno alla vena dilatata come una seconda pelle. La guaina agisce come una sorta di calza a compressione interna che riporta la vena, che è debole nel tessuto connettivo, al suo diametro normale.

Utilizzare principalmente quando sono presenti fattori di rischio per disturbi circolatori

In uno studio multicentrico, il team ha testato l’efficacia del metodo di trattamento per la conservazione degli organi. “Con un tasso di successo del 95,24%, la riparazione delle vene con la nuova guaina in poliuretano si è rivelata un’efficace alternativa terapeutica ai metodi di trattamento radicale”, sottolinea il supervisore dello studio Dominic Mühlberger. “Il grande vantaggio della valvuloplastica extraluminale è che la vena del tronco è preservata, a differenza dei metodi di terapia radicale”.

Ciò è particolarmente importante se i problemi circolatori si verificano in una fase successiva della vita. In questo caso, la presenza di materiale di bypass idoneo può essere determinante per le opzioni di trattamento. Le vene del tronco sono necessarie come innesto vascolare nella chirurgia cardiovascolare. Considerando che la mancanza di materiale sostitutivo autologo adeguato peggiora la prognosi.

“La terapia di conservazione delle vene per le vene varicose dovrebbe essere utilizzata soprattutto quando sono presenti fattori di rischio per lo sviluppo di disturbi circolatori, come fumo, ipertensione, diabete o disturbi lipometabolici”, conclude Mühlberger.

Categorie:Prodotti

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.