Sport e movimento

Una nuova ricerca trova differenze “significative” tra i sessi nel ruolo dell’esercizio

bathroom scale, horizontal, weight

Photo by kalhh on Pixabay

Gli uomini con perdita sensoriale hanno maggiori probabilità di essere obesi

Gli uomini che soffrono di perdita sensoriale, in particolare la perdita dell’udito, hanno maggiori probabilità di essere fisicamente inattivi e obesi rispetto alle donne, secondo un nuovo studio pubblicato sull’European Journal of Public Health .

Pubblicità e progresso

I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 23.000 adulti spagnoli, hanno esaminato le associazioni con l’inattività fisica e l’obesità nelle persone con perdita della vista e dell’udito e hanno esplorato le differenze tra uomini e donne.

I risultati suggeriscono che le persone inattive con perdita dell’udito avevano una probabilità 1,78 volte maggiore di essere obese rispetto a coloro che non avevano alcuna perdita dell’udito. Nelle persone che hanno avuto difficoltà a vedere, l’odds ratio è leggermente inferiore, con una probabilità di obesità 1.375 volte superiore rispetto a coloro che non hanno riportato la perdita della vista.

L’associazione tra attività fisica e obesità era più alta negli uomini con perdita dell’udito, che avevano 2,319 volte più probabilità di essere obesi rispetto alle donne che riportavano difficoltà di udito. L’obesità nei soggetti con perdita della vista era 1,556 volte maggiore negli uomini inattivi rispetto alle donne.

Quelli con difficoltà visive e uditive combinate avevano la più alta prevalenza di inattività fisica (44,8%) e obesità (26,1%). L’analisi ha mostrato un’associazione significativa tra inattività fisica e obesità negli uomini con perdita della vista o dell’udito, ma non nelle donne.

Circa il 62% degli adulti in Spagna è in sovrappeso, con il 26% che si dichiara obeso. Nel Regno Unito, le cifre sono sostanzialmente simili, rispettivamente intorno al 64% e al 28%, suggerendo forti somiglianze tra i paesi.

Un totale dell’11,04% delle persone intervistate ha dichiarato di aver perso la vista, il 6,96% ha riportato la perdita dell’udito e il 3,93% ha riferito di soffrire sia della vista che dell’udito.

L’autore principale, la professoressa Shahina Pardhan, direttrice del Vision and Eye Research Institute presso l’Anglia Ruskin University, ha dichiarato: “È chiaro dal nostro studio che ci sono differenze significative tra i sessi.

“Sebbene le donne fossero complessivamente meno attive fisicamente degli uomini, abbiamo riscontrato un’associazione tra inattività fisica e obesità negli uomini, ma non nelle donne. Ciò indica che, soprattutto nelle persone con problemi di vista e udito, l’esercizio e l’attività fisica hanno un ruolo molto importante nella prevenzione dell’obesità maschile.

“Gli adulti, specialmente quelli con perdite sensoriali, dovrebbero essere incoraggiati a essere il più attivi fisicamente possibile, ma ci sono ovviamente delle sfide, il che suggerisce fortemente che l’intervento e l’incoraggiamento giocherebbero un ruolo molto importante.

“Una strategia efficace per aumentare i livelli di attività fisica in questo gruppo di popolazione sarebbe attraverso programmi di intervento mirati basati sulla consapevolezza sanitaria sull’importanza dell’attività fisica”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.