Assistenza sociosanitaria

Un importante studio sulle tendenze del diabete mostra che il controllo della glicemia negli americani sta peggiorando

La percentuale di adulti con diabete che ha raggiunto il controllo glicemico è diminuita tra il 2007-2010 e il 2015-2018

Il controllo della glicemia tra gli adulti con diabete negli Stati Uniti è diminuito significativamente negli ultimi dieci anni, secondo uno studio nazionale condotto da ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health. I risultati evidenziano le sfide in corso nel controllo di una delle condizioni di salute croniche più diffuse della nazione.

Pubblicità e progresso

I ricercatori, i cui risultati sono online sul New England Journal of Medicine , hanno utilizzato i dati di uno studio sanitario annuale sponsorizzato dal governo per analizzare le tendenze nel controllo della glicemia (o “glicemico”), nonché della pressione sanguigna e del controllo del colesterolo. tra gli adulti con diabete.

Hanno scoperto che la percentuale di adulti con diabete che ha raggiunto il controllo glicemico è migliorata dal 1999 ai successivi 10 anni, ma poi è diminuita in modo significativo, passando dal 57,4% nel 2007-2010 al 50,5% nel 2015-2018. C’è stato anche un calo nella percentuale che ottiene il controllo della pressione sanguigna, mentre la percentuale che ottiene il controllo del colesterolo si è sostanzialmente stabilizzata.

“Questi sono risultati preoccupanti. C’è stato un vero declino nel controllo glicemico da un decennio e, nel complesso, solo una piccola percentuale di persone con diabete sta raggiungendo contemporaneamente gli obiettivi chiave del controllo glicemico, del controllo della pressione sanguigna e del controllo del colesterolo alto. “, afferma l’autore senior dello studio Elizabeth Selvin, PhD, MPH, professore nel Dipartimento di Epidemiologia della Bloomberg School.

Il diabete si presenta principalmente sotto forma di diabete di tipo 2 che è fortemente correlato a fattori di dieta e stile di vita. La malattia colpisce più di 34 milioni, o il 13%, della popolazione adulta degli Stati Uniti, secondo i Centers for Disease Control and Prevention, e rappresenta una crisi sanitaria in corso. Causando un’elevata glicemia cronica e associata ad alta pressione sanguigna e colesterolo alto, il diabete aumenta i rischi di altre malattie gravi, in particolare malattie cardiovascolari e complicanze, tra cui amputazione e malattie renali. I tradizionali “ABC” della cura del diabete sono di ridurre la glicemia alta cronica – di solito misurata con il test dell’emoglobina A1C – per mantenere la pressione sanguigna al di sotto dei livelli ipertensivi e per controllare i livelli di colesterolo.

Per il loro studio, Selvin e colleghi hanno esaminato i dati del National Health and Nutrition Examination Survey, sostenuto dal governo degli Stati Uniti, che include interviste ed esami clinici di circa 5.000 persone negli Stati Uniti ogni anno, per analizzare le tendenze recenti sul raggiungimento degli obiettivi di trattamento da parte degli adulti con diabete. Il loro campione era composto da 6.653 partecipanti ai sondaggi dal 1999 al 2018 che avevano almeno 20 anni, non erano incinte e riferivano di essere stati diagnosticati con il diabete da un medico, al di fuori della gravidanza.

Selvin e il suo team hanno scoperto che la percentuale di raggiungimento del controllo glicemico, definita come livelli di HbA1c inferiori al 7,0 percento, è aumentata dal 44,0 percento tra il 1999-2002 al 57,4 percento tra il 2007-2010. Tale cifra è poi scesa al 50,5% dal 2015 al 2018.

Allo stesso modo, la percentuale di raggiungimento del controllo della pressione sanguigna (<140/90 mmHg) è aumentata costantemente dal 64,0 percento nel 1999-2002 al 74,2 percento nel 2011-2014, per poi scendere al 70,4 percento nel 2015-2018.

La percentuale di persone con diabete con controllo del colesterolo cattivo, definito come colesterolo non HDL inferiore a 130 mg/dl, è aumentata bruscamente dal 25,3 per cento nel 1999-2002 al 52,3 per cento nel 2007-2010, ma poi si è fermato, raggiungendo solo il 55,7 per cento dal 2015 al 2018.

La percentuale che ottiene il controllo di tutti e tre i fattori di rischio è passata dal 9,0 percento nel periodo 1999-2002 al 24,9 percento nel 2007-2010, per poi scendere al 22,2 percento tra il 2015 e il 2018.

“Queste tendenze sono un campanello d’allarme, poiché significano che milioni di americani con diabete sono a maggior rischio di complicanze maggiori”, afferma Michael Fang, PhD, borsista post-dottorato presso la Bloomberg School e autore principale dello studio. “Il nostro studio suggerisce che il peggioramento del controllo del diabete potrebbe già avere un effetto dannoso a livello nazionale”.

I risultati suggeriscono che qualcosa è cambiato nell’ultimo decennio circa per invertire – o almeno rallentare i progressi – nel controllo di queste misure di cura del diabete.

Selvin osserva che due ampi studi clinici, i cui risultati sono stati pubblicati nel 2008, potrebbero spiegare parte della nuova tendenza. Gli studi, noti come ACCORD e ADVANCE, hanno scoperto che l’abbassamento intensivo dell’HbA1c a livelli molto bassi non ha mostrato i benefici cardiovascolari che le persone speravano. Alcuni partecipanti allo studio che avevano la glicemia controllata a livelli molto bassi avevano maggiori rischi di ipoglicemia o ipoglicemia, che possono essere molto pericolosi.

“Come risultato di questi studi, quello che potremmo vedere è che i medici delle persone con diabete potrebbero aver fatto marcia indietro sul controllo glicemico, con risultati potenzialmente dannosi”, afferma Selvin.

Nota che da quegli studi sono diventati disponibili molti farmaci per il diabete nuovi e migliorati. Se l’HbA1c può essere abbassato con farmaci più sicuri che non causano ipoglicemia, allora ciò andrà probabilmente a beneficio della maggior parte dei pazienti.

Selvin aggiunge che il controllo della pressione sanguigna è diminuito a livello nazionale tra la popolazione generale e i risultati della pressione sanguigna negli adulti con diabete in questo studio sembrano seguire questa tendenza più ampia.

###

“Trends in Diabetes Treatment and Control in United States Adults–1999-2018” è stato scritto da Michael Fang, Dan Wang, Josef Coresh ed Elizabeth Selvin.

La ricerca è stata supportata da finanziamenti del National Institutes of Health (T32 HL007024, K24 HL152440).