Mangiare e bere

Grassi sani influenzati dal cambiamento nella dieta e dall’orologio circadiano, secondo uno studio

Eliminare il ritmo circadiano e seguire una dieta ricca di grassi nel tempo esaurirà le cellule adipose sane e uno studio condotto da Kristin Eckel-Mahan, PhD, con UTHealth suggerisce che questa interruzione potrebbe essere difficile da invertire. (Foto di Rogelio Castro/UTHealth)

Secondo uno studio preclinico pubblicato oggi su Nature dai ricercatori dell’Università del Texas Health Science Center di Houston (UTHealth), cambiare le abitudini alimentari o alterare l’orologio circadiano può avere un impatto sul tessuto adiposo sano per tutta la vita .

Il tessuto grasso sano aiuta a fornire energia, supporta la crescita cellulare, protegge gli organi e mantiene il corpo caldo. Una dieta di buona qualità e consumata in modo ritmico (cioè durante il nostro ciclo attivo) è importante per mantenere un grasso sano, hanno scoperto i ricercatori.

Pubblicità e progresso

Le cellule progenitrici degli adipociti maturano in adipociti, le cellule adipose sane che costituiscono il nostro tessuto adiposo, che immagazzina energia sotto forma di grasso. I ricercatori hanno scoperto che i progenitori degli adipociti subiscono una proliferazione giornaliera ritmica durante il ciclo di 24 ore in normali schemi di assunzione di energia.

Tuttavia, quando i ricercatori hanno introdotto una dieta ricca di grassi o hanno modificato i modelli temporali del consumo di cibo in modo che i topi mangiassero incrementi uguali di cibo sia durante la fase di sonno che di veglia, questo modello di 24 ore di proliferazione pre-adipocitaria è stato distrutto.

“Abbiamo scoperto che quando abbiamo nutrito i topi con una dieta ricca di grassi, ha aumentato la proliferazione dei preadipociti e ha distrutto il suo schema ritmico”, ha detto Kristin Eckel-Mahan, PhD, assistente professore presso il Center for Metabolic and Degenerative Diseases presso il Brown Foundation Institute. of Molecular Medicine for the Prevention of Human Diseases presso UTHealth e autore principale dello studio. “Ciò che proiettiamo è che nel corso della nostra vita, queste variazioni di 24 ore nella proliferazione di queste cellule sono davvero importanti per mantenere il grasso sano”.

Eliminare il ritmo circadiano e seguire una dieta ricca di grassi nel tempo esaurirà le cellule adipose sane e lo studio suggerisce che questa interruzione potrebbe essere difficile da invertire. L’esaurimento delle cellule progenitrici degli adipociti non consentirà la formazione di nuovi adipociti sani all’interno del tessuto, causando infine difetti nell’accumulo di grasso e l’eccesso di lipidi che si riversa in altri organi, come il fegato e i muscoli. Eckel-Mahan afferma che avere grasso in queste aree può portare al diabete di tipo 2 e all’insulino-resistenza.

“In un mondo ideale, tutti manterrebbero un normale ciclo sonno-veglia e non mangerebbero nelle ore sbagliate della giornata, quindi non troppo tardi prima di andare a letto o la mattina presto. Dovresti anche evitare diete ricche di grassi, che ora abbiamo dimostrato distrugge la proliferazione ritmica dei nostri preadipociti. L’orologio di 24 ore che abbiamo è importante quando si tratta del nostro grasso sano e dobbiamo proteggerlo il più possibile “, ha affermato il primo autore Aleix Ribas-Latre , PhD, con l’Helmholtz Institute for Metabolic, Obesity and Vascular Research (HI-MAG) dell’Helmholtz Zentrum München dell’Università di Lipsia e dell’Ospedale universitario di Lipsia in Germania.