Assistenza sociosanitaria

Lacune da colmare: reddito, istruzione possono influire sulle disuguaglianze nella ricerca di cure dentistiche

Lo studio dell’Università di Tsukuba rileva che le cure odontoiatriche urgenti e sostanziali presentano piccole disuguaglianze regionali in Giappone, mentre le cure parodontali e i servizi di sensibilizzazione sono maggiori; reddito, i livelli di istruzione possono anche influenzare negativamente l’utilizzo delle cure dentistiche

Tsukuba, Giappone – L’accesso iniquo all’assistenza sanitaria è una preoccupazione urgente per la salute globale e la cura dei nostri denti non fa eccezione. In effetti, l’Organizzazione mondiale della sanità ha stabilito gli obiettivi globali per la salute orale 2020 nei suoi sforzi per aiutare a contrastare gli squilibri socioeconomici. Secondo un nuovo studio, il Giappone economicamente avanzato ha molti dentisti, oltre a un sistema di assicurazione sanitaria universale, ma ha anche disuguaglianze legate all’igiene orale.

Pubblicità e progresso

Un team di ricercatori con sede presso l’Università di Tsukuba in Giappone ha esaminato una vasta serie di affermazioni e dati di controllo alla ricerca di tendenze regionali e socioeconomiche. I loro risultati includevano l’osservazione chiave che il reddito regionale più basso e i livelli di istruzione possono essere correlati al mancato ricorso a cure dentistiche preventive. Lo studio è stato riportato su The Lancet Regional Health – Western Pacific .

“Abbiamo condotto uno studio ecologico [a livello di popolazione] per cercare di capire come le persone accedono alle cure orali in tutto il Giappone e cosa cercano”, afferma l’ex professore associato Takahiro Mori, coautore dello studio. “Questo è stato il primo tentativo a livello nazionale di esaminare la disuguaglianza regionale nell’uso delle cure dentistiche nel nostro paese”.

I 216 milioni di dati in questo studio vanno da aprile 2017 a marzo 2018 e includevano indicatori come visite ambulatoriali, uso di servizi di assistenza (domiciliare) e trattamenti come otturazioni e protesi. I dati sono stati esaminati anche in diverse regioni in relazione a fattori socioeconomici come reddito e istruzione. Questa è la prima volta che tali risultati sono stati possibili, poiché gli studi precedenti erano stati di scala molto più piccola.

La base per i calcoli dei ricercatori era quello che viene chiamato un rapporto di richiesta standardizzato (SCR). Questo è un indice numerico che rappresenta i sinistri osservati rispetto a quelli previsti. Un SCR di 100 per una regione (in questo caso una prefettura giapponese) indica lo stesso livello dell’intero paese. Il basso SCR di 1,4 per le visite ambulatoriali significava che l’accesso era relativamente equilibrato. Il 19,3 e il 17,6 per i servizi di prossimità e gli interventi parodontali, tuttavia, hanno mostrato ampie disparità regionali.

Forse la scoperta più importante riguardava il reddito e l’istruzione.

“L’accesso alle cure preventive era correlato negativamente con le aree che mostravano livelli di reddito e di istruzione inferiori. Ciò significa che le persone in quelle aree potrebbero avere meno probabilità di cercare misure dentistiche preventive come la rimozione del tartaro (cioè la pulizia)”, il professor Nanako Tamiya, lo studio autore senior, dice. “Questo, a sua volta, può rendere più difficile la conservazione dei denti e richiede un trattamento più severo”.

Gli autori sottolineano che questo studio ecologico mostra il quadro generale, non necessariamente quello individuale. Al contrario, tuttavia, notano che questo è il primo studio nazionale in Giappone a mostrare le disuguaglianze regionali. “Conoscere queste disuguaglianze è un primo passo fondamentale per raddrizzarle”, afferma il professor Tamiya.

###

L’articolo, “Regional Inequality in Dental Care Utilization in Japan: An Ecological Study Using the National Database of Health Insurance Claims”, è stato pubblicato su The Lancet Regional Health – Western Pacific all’indirizzo https:/ doi. org/ 10. 1016/ j. lanwpc. 2021. 100170