Benessere

Le complicazioni dopo la terapia implantare sono comuni

Karolina Karlsson, PhD, dentista specializzato in parodontologia.
CREDITO: Foto dell’Università di Göteborg

Più di quattro pazienti su dieci che hanno ricevuto impianti dentali hanno subito complicazioni entro un periodo di nove anni, questi sono i risultati di una tesi presentata all’Università di Göteborg.

In Svezia, più di 30 000 pazienti ricevono una terapia restaurativa supportata da impianti (trattamento con impianti dentali per sostituire i denti persi) su base annua. Sono stati riportati buoni risultati a lungo termine, ma possono verificarsi diversi tipi di complicanze. Queste complicazioni possono interessare i tessuti circostanti l’impianto, l’impianto stesso o la ricostruzione supportata dall’impianto.

Karolina Karlsson, dentista specializzata in parodontologia e dottore di ricerca. presso l’Istituto di Odontoiatria dell’Accademia Sahlgrenska, nella sua tesi ha valutato la frequenza, le conseguenze e il costo di tali complicazioni.

La ricerca faceva parte di un progetto nazionale condotto come studio sul campo basato sulla popolazione. Si basava su pazienti selezionati casualmente dal registro dell’Agenzia svedese delle assicurazioni sociali. Inizialmente, sono state valutate le cartelle cliniche e le radiografie di 2.765 pazienti adulti. Di questi, 596 individui sono stati esaminati clinicamente, nove anni dopo il loro trattamento con impianti dentali.

I risultati hanno mostrato che il 42% dei pazienti soffriva di almeno una complicazione. Il tipo più comune erano le complicazioni tecniche, che erano per lo più fenomeni isolati. Il fattore di rischio più forte era l’estensione della ricostruzione supportata da impianti.

La perimplantite, una condizione caratterizzata da infiammazione della mucosa e perdita ossea intorno all’impianto, è stata la seconda complicanza più comune. Il trattamento della perimplantite con i soli metodi non chirurgici, sotto forma di pulizia professionale e istruzioni sull’igiene orale, si è rivelato insufficiente. Tuttavia, un ulteriore trattamento chirurgico è stato in grado di prevenire un’ulteriore progressione della malattia.

La perdita dell’impianto è stata il tipo di complicazione che ha comportato il costo totale più elevato.

La sostituzione dei denti persi con impianti dentali è un’opzione di trattamento comune in odontoiatria. È importante che gli operatori sanitari e i pazienti abbiano una buona comprensione del rischio individuale di complicanze al fine di sviluppare strategie preventive efficaci.

“I risultati forniscono ai professionisti del settore odontoiatrico e ai pazienti informazioni importanti, consentendo loro di valutare e ridurre il rischio di complicanze associate alla terapia restaurativa supportata da impianti”, afferma Karlsson.

###

Titolo: Terapia restaurativa supportata da impianto in una popolazione svedese: complicazioni e valutazioni dei costi, http://hdl. maniglia. netto/ 2077/ 68053