Assistenza sociosanitaria

Standard globali per integrare la salute e il benessere nel sistema educativo

I primi standard globali per integrare la salute e il benessere nel sistema educativo sono stati creati in un contesto di aumento dei problemi di salute mentale durante la pandemia di COVID-19.
CREDITO: Kuanish Reymbaev

I primi standard globali per integrare la salute e il benessere nel sistema educativo sono stati creati in un contesto di aumento dei problemi di salute mentale durante la pandemia di COVID-19.

I ricercatori del Centro per la salute degli adolescenti del Murdoch Children’s Research Institute (MCRI) hanno guidato il progetto biennale su invito dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO)I due rapporti, che saranno lanciati questa settimana a Ginevra, forniscono un quadro di riferimento per sostenere l’attuazione di “scuole che promuovono salute”, che mirano a promuovere ugualmente la salute e l’apprendimento in tutti gli aspetti della vita scolastica.

Pubblicità e progresso

La professoressa dell’MCRI Susan Sawyer ha affermato che i profondi legami tra la salute, il benessere e l’apprendimento dei bambini sono stati dimostrati attraverso l’impatto del COVID-19 sulla chiusura delle scuole.

“Oltre agli effetti dirompenti sul coinvolgimento degli studenti, sui risultati dell’apprendimento e sulle transizioni educative, vi sono prove globali crescenti dell’impatto dei blocchi scolastici sul disagio emotivo e sulla salute mentale di bambini e adolescenti”, ha affermato.

“Ci sono preoccupazioni sul fatto che gli studenti con gravi disturbi mentali corrano un rischio maggiore di disimpegnarsi permanentemente dall’istruzione. Pur incidendo negativamente sulle loro future prospettive di carriera, l’abbandono scolastico diventa un fattore di rischio per la cattiva salute in età adulta.

“Mai prima d’ora c’è stato un tale apprezzamento del valore delle scuole come luoghi per l’apprendimento accademico e sociale, ma anche come ambienti che possono migliorare la salute e il benessere degli studenti”.

La dottoressa Monika Raniti del MCRI ha affermato che le “scuole che promuovono salute” mirano a rafforzare la capacità del sistema educativo di essere un ambiente sanitario per l’apprendimento e il lavoro.

“Questo approccio all’intera scuola ha dimostrato di beneficiare di diversi aspetti dell’apprendimento, della salute e del benessere”, ha affermato. Eppure ci sono enormi divari tra l’ideale delle scuole che promuovono salute e le pratiche attuali. Troppo spesso le scuole mancano di risorse adeguate o devono fare affidamento sugli sforzi di un piccolo numero di personale motivato e già al completo”.

I ricercatori hanno sviluppato otto standard di “scuole che promuovono salute” per dirigere gli sforzi del governo e della leadership scolastica, che riguardano il miglioramento delle politiche e l’aumento dell’impegno, degli investimenti, delle risorse e del coinvolgimento delle parti interessate.

La dottoressa Ruth Aston dell’Università di Melbourne ha affermato che le linee guida hanno riconosciuto il valore dell’insegnamento di qualità e della pratica della leadership che hanno esteso la visione per le scuole oltre la loro tradizionale attenzione alla lettura, alla scrittura e all’aritmetica.

Il professor Sawyer ha affermato che i settori della sanità e dell’istruzione dovrebbero collaborare strettamente per attuare queste linee guida.

“Questa è probabilmente la più grande sfida che le scuole che promuovono salute devono affrontare, poiché i settori della salute e dell’istruzione sono stati storicamente costruiti con un DNA diverso. È urgentemente necessario investire in una nuova forza lavoro che possa stare a cavallo di entrambi i settori”, ha affermato.

Gli standard coprono sia le politiche e le risorse scolastiche che quelle governative, la governance scolastica, la leadership e le partnership comunitarie, un curriculum che sostiene la salute e il benessere come nutrizione e sicurezza, un ambiente socio-emotivo che promuove l’equità e la diversità e fornisce servizi sanitari collegati alla scuola.

###

Per rivedere i documenti delle linee guida, visitare http://www. Oms. int

Hanno contribuito al rapporto anche ricercatori dell’Organizzazione mondiale della sanità e dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura.