ADA2021

#ADA2021 Verso una cura: ulteriore speranza per il vaccino BCG nell’arginare il diabete di tipo 1

I ricercatori hanno presentato aggiornamenti positivi sugli studi alle sessioni scientifiche annuali del 2021 dell’American Diabetes Association

Sostienici con un acquisto o donazione

BOSTON – Alle recenti sessioni scientifiche annuali del 2021 dell’American Diabetes Association, i ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH) hanno presentato aggiornamenti positivi sui loro studi sul vaccino contro il bacillo Calmette-Guérin (BCG) per abbassare in modo sicuro e significativamente la glicemia.

Nel diabete di tipo 1, una malattia autoimmune che attualmente non ha cura, le cellule T attaccano il pancreas e distruggono la sua capacità di creare insulina, un ormone vitale per consentire al glucosio di entrare nelle cellule per produrre energia. In lavori precedenti, Denise Faustman, MD, PhD, direttrice del MGH Immunobiology Laboratory, e colleghi hanno scoperto che il BCG aumenta una sostanza chiamata TNF, che elimina le cellule T dannose e aiuta lo sviluppo di quelle benefiche chiamate cellule T regolatorie o Tregs.

I risultati chiave includono una nuova comprensione di come la risposta alla vaccinazione BCG differisca a seconda dell’età di insorgenza di un paziente e un supporto aggiuntivo per il ruolo della vaccinazione BCG nell’alterare il trasporto del glucosio e modificare le Treg. Attualmente 143 diabetici di tipo 1 hanno ricevuto almeno due dosi di BCG, inclusi 25 pazienti arruolati in uno studio recentemente avviato su adulti con esordio pediatrico. In attesa dell’approvazione della FDA, MGH mira a lanciare uno studio pediatrico multicentrico entro la fine dell’anno.

“Più dati da studi clinici randomizzati in doppio cieco verranno riportati mentre ci spostiamo verso un’ulteriore lettura dello studio di fase II”, afferma Faustman, ricercatore principale degli studi clinici BCG presso MGH. “Abbiamo continue prove della capacità di BCG di ripristinare e ripristinare il sistema immunitario”.

Nel 2018 MGH ha pubblicato i risultati del follow-up dello studio di Fase I sui partecipanti diabetici a lungo termine trattati con BCG, mostrando cali durevoli clinicamente e statisticamente significativi dei valori di HbA1c che sono persistiti con otto anni di follow-up. I nuovi dati presentati all’ADA includono:

I diabetici di tipo 1 con età di esordio inferiore a 21 anni hanno un tempo di risposta più rapido e una maggiore variazione di HbA1c rispetto ai diabetici di tipo 1 ad esordio nell’adulto.

In un periodo di tre anni BCG restituisce l’espressione genica nelle Treg nei diabetici di tipo 1 a un modello coerente con i soggetti di controllo non di tipo 1.

La risposta dell’HbA1c a due anni nei soggetti con esordio giovanile è coerente con la risposta a tre anni osservata nello studio di Fase 1.

“BCG è un vecchio vaccino, ma sembra presentare nuovi doni”, afferma Nigel Curtis, MD, PhD, del Murdoch Children’s Research Institute di Melbourne, in Australia. Dirige studi clinici globali sugli effetti benefici e fuori bersaglio del vaccino BCG, ma non è stato coinvolto nello studio attuale. “Questi nuovi dati di MGH aggiungono la crescente comprensione di come il BCG cambia il modo in cui il corpo risponde alle malattie autoimmuni e infettive”.

###

I risultati del team MGH hanno posto le basi per la lettura dello studio di fase 2 in corso di cinque anni attualmente in corso e che dovrebbe essere completato in due anni. Ulteriori informazioni sugli studi clinici sono disponibili all’indirizzo http://www. faustmanlab. org o inviando un’e-mail a DiabetesTrial@partners.org .

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione