Ricerca

Utilizzo di L-IST RNA nella lotta al diabete di tipo 2

Uno schema della scoperta. La selenoproteina P (SeP), che viene sintetizzata e secreta dal fegato, peggiora il diabete quando è in eccesso. Il nuovo gene “L-IST” si lega all’mRNA SeP e sopprime la sintesi della proteina SeP. Inoltre, l’epigallocatechina gallato, un componente importante del tè verde e noto per avere un effetto preventivo sul diabete, aumenta L-IST e riduce la proteina SeP. Credito: Y Mita et al.

In tutto il mondo, il diabete di tipo 2 è in aumento. Un gruppo di ricerca ha scoperto un nuovo gene che potrebbe essere la chiave per prevenire e curare malattie legate allo stile di vita come il diabete di tipo 2.

Sostienici con un acquisto o donazione

I risultati della loro ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Nucleic Acids Research il 18 giugno 2021.

La selenoproteina P (SeP) è una proteina plasmatica essenziale contenente il micronutriente selenio. Tuttavia, troppo SeP crea problemi.

L’eccesso di SeP aumenta la resistenza all’insulina , indebolendo così l’effetto dell’insulina e peggiorando la metabolizzazione del glucosio.

“L’eccesso di SeP è il nemico quando si tratta di diabete di tipo 2 “, ha sottolineato il professor Yoshiro Saito della Graduate School of Pharmaceutical Sciences della Tohoku University e coautore dello studio. “La regolazione dei livelli sani di SeP è vitale per mantenere la nostra salute”.

Saito, insieme all’assistente professore Yuichiro Mita della Graduate School of Life and Medical Sciences della Doshisha University, ha scoperto il gene “CCDC152”. Il gene, che ha una struttura simile a quella del SeP, agisce come un RNA che abbassa la proteina SeP.

Per questo motivo, CCDC152 è stato chiamato Long Non-coding RNA-Inhibitor of Selenoprotein P Translation (L-IST).

Il loro studio ha anche rivelato che l’epigallocatechina gallato (EGCG), un antiossidante a base vegetale che si trova comunemente nel tè verde, può aumentare L-IST.

Guardando al futuro, i ricercatori ritengono che gli integratori di EGCG possano aiutare i pazienti diabetici con alti livelli di SeP. “Nel complesso, i nostri risultati hanno aperto nuove strade da esplorare nella prevenzione e nel trattamento delle malattie legate allo stile di vita”, ha aggiunto Saito.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Ricerca

Con tag:,