ADA2021

#ADA2021 La tecnologia apporta rapidi cambiamenti all’educazione e alla cura del diabete

Attractive blonde woman holding her insulin pump - treating diabetes with technology

Durante il simposio Accelerating Care and Education—Digital Health and Diabetes Support—Patient and Provider Perspectives , quattro relatori discuteranno le applicazioni pratiche di varie tecnologie che hanno consentito rapidi cambiamenti nell’educazione e nella cura del diabete. La sessione di due ore, che includerà un periodo di domande e risposte video in diretta, inizia alle 14:15 ET lunedì 28 giugno.

Kelly M. Rawlings, MS

Kelly M. Rawlings, MS

Pubblicità e progresso

Kelly M. Rawlings, MS, Director of Program Design, Vida Health, condividerà esperienze vissute che illustrano come la tecnologia può riunire fornitori e pazienti in modi meno periodici e più continui. La tecnologia, che si tratti di un monitor glicemico flash, di una piattaforma di condivisione dei dati, di un’app per la gestione del diabete con assistenza sanitaria o di una videochiamata che consente un controllo visivo di un sito di infusione bitorzoluto, non è magica, ha affermato Rawlings, ma uno strumento che crea connessioni.

“I piccoli studi randomizzati di controllo della gestione digitale del diabete e delle piattaforme e dei programmi educativi rivelano un tema qualitativo comune: i partecipanti percepiscono di sentirsi connessi continuamente con un essere umano a cui importa”, ha affermato Rawlings. “Non è necessariamente l’interfaccia super-slick o un’esperienza ludica che sembra avere importanza, ma la connessione tecnologica e di cura umana”.

Gli ausili per l’assistenza e l’istruzione basati sulla tecnologia non sono certamente nuovi, ma la pandemia di COVID-19 ha creato molti nuovi interventi, insieme a un migliore rimborso per i servizi di telemedicina, ha osservato Rawlings. “Esperimenti naturali a velocità di curvatura”, ha detto.

Dopo che Rawlings ha fornito una prospettiva del paziente sulla tecnologia del diabete, tre leader educativi discuteranno la cura del diabete e l’innovazione dell’istruzione nel mondo digitale.

Marci Butcher, RD, LN, CDCES, FADCES

Marci Butcher, RD, LN, CDCES, FADCES

Marci Butcher, RD, LN, CDCES, FADCES, Coordinatore/consulente della Quality Diabetes Education Initiative, Montana Diabetes Program, Montana Department of Public Health and Human Services, discuterà l’uso da parte del Montana della tecnologia di telemedicina per l’educazione e il supporto all’autogestione del diabete (DSMES) Servizi. Lo stato ha utilizzato la telemedicina per raggiungere le persone nelle comunità rurali per molti anni, ha affermato Butcher, ma il COVID-19 ha dimostrato in modo decisivo che la telemedicina offre un’opportunità unica per raggiungere le persone nel luogo in cui vivono, indipendentemente dal loro codice postale. Ma per raggiungere il pieno potenziale della telemedicina, la comunità del diabete deve sostenere una legislazione che renda permanentemente disponibili le deroghe alla telemedicina introdotte durante la pandemia, ha affermato.

Butcher condividerà anche le lezioni apprese sulla fornitura di servizi DSMES coinvolgenti ed efficaci.

“Telehealth non è semplicemente fornire gli stessi vecchi servizi DSMES attraverso uno schermo”, ha detto Butcher. “Dobbiamo abbracciare non solo la parte tecnologica, ma anche offrire l’esperienza significativa di DSMES”.

Inoltre, durante la sessione, Patricia Hathway Montesinos, MSN, APRN, FNP-BC, BC-ADM, CDCES, MedStar Health, discuteranno dell’uso della tecnologia per consentire le transizioni nelle cure collegando il team di cura del diabete. E Ilias (Elias) Spanakis, MD, CDCES, Professore Associato, University of Maryland School of Medicine, discuterà l’uso del monitoraggio continuo del glucosio per la mitigazione dell’ipoglicemia in ambito ospedaliero.

Categorie:ADA2021

Con tag: