Centenario insulina 1921/2021

#Insulin100 L’insulina compie 100 anni: promessa per il futuro. L’Istituto Federale per la Sanita USA celebra l’anniversario

Mentre celebriamo i 100 anni dalla scoperta dell’insulina, i ricercatori NIDDK guardano indietro, e guardano avanti, al lavoro dell’Istituto che porta avanti la ricerca sul diabete.

Quest’anno ricorre il 100° anniversario della scoperta dell’insulina e l’occasione ci permette di riflettere su come la ricerca sul diabete è andata avanti e migliora la vita delle persone che hanno il diabete. “La scoperta dell’insulina nel 1921 ha significato che per la prima volta nella storia, i bambini con diagnosi di diabete di tipo 1 potevano vivere fino all’età adulta”, ha affermato il dott. William Cefalù, direttore della Divisione di diabete, endocrinologia e malattie metaboliche (DEM) del NIDDK. Negli ultimi 100 anni, sono stati compiuti enormi progressi nella ricerca e nella cura del diabete.

La ricerca finanziata dal NIDDK ha trasformato il trattamento del diabete e ci ha permesso di comprendere meglio come gestire il diabete, ritardare il diabete di tipo 1 e prevenire il diabete di tipo 2. “La ricerca ha davvero spostato la malattia nel tempo da una malattia devastante e quasi sempre fatale a quella che ora è una condizione cronica molto gestibile. Il continuo investimento di NIDDK dà speranza attraverso la ricerca e ci dedichiamo a costruire sui progressi che sono stati fatti da quando è stata fondata NIDDK”, ha affermato il dott. Cefalù.

Oggi, le persone con diabete di tipo 1 vivono vite più lunghe e più sane e molte persone ritarderanno o non svilupperanno mai il diabete di tipo 2 grazie agli sforzi di prevenzione supportati dalla ricerca. E guardando al futuro, la ricerca supportata da NIDDK sta lavorando per sviluppare nuove tecnologie di gestione del diabete e, in definitiva, una cura per il diabete di tipo 1. La ricerca in corso supportata da NIDDK include

  • studiare le formulazioni di insulina con l’obiettivo di migliorare il modo in cui vengono utilizzate, come le insuline ad azione ultrarapida o le insuline altamente concentrate che potrebbero essere somministrate da un cerotto piuttosto che da una pompa per insulina
  • migliorare la terapia insulinica e sviluppare e testare dispositivi di gestione del diabete di nuova generazione che siano più piccoli, più facili da usare e accessibili a tutte le persone con questa malattia
  • migliorare i dispositivi che aiutano le persone a gestire il diabete di tipo 1, comprese le tecnologie del pancreas artificiale, attraverso studi come lo studio multicentrico International Diabetes Closed-Loop (iDCL) NIH link esterno
  • lavorando per capire la causa delle forme insolite di diabete attraverso lo studio RADIANT , la prima rete nazionale per studiare le forme rare di diabete

Per saperne di più sulla scoperta e lo sviluppo dell’insulina, dai un’occhiata all’ultima edizione del NIDDK Director’s Update e guarda il video 100 Years of Insulin Link esterno di seguito per un riepilogo di alcune delle ricerche più importanti dell’Istituto sul diabete di tipo 1 e di tipo 2 .