Centenario insulina 1921/2021

#insulin100 100 anni di insulina: cosa devono sapere i pazienti con diabete

Bottle of insulin injection with a syringe on black table and stainless steel background.

Riceviamo dall’Associazione Medici Diabetologi del Bhutan questo contributo che desideriamo condividere per la sua utilità.

Thimphu (6 luglio 2021) – Quest’anno segna un secolo dalla scoperta dell’insulina. Dott. Fredrick Banting e Charles Best scoprirono la medicina salvavita nel 1921, cambiando la diagnosi del diabete da una condanna a morte a uno stile di vita gestibile. L’insulina ha il merito di aver salvato milioni di persone ed è considerata una delle più grandi conquiste mediche di tutti i tempi. Oggi gli scienziati continuano a fare grandi passi avanti nella ricerca sul diabete. Ci sono sforzi in corso per fare progressi nella diagnosi e nel trattamento del diabete, oltre a trovare una cura per la malattia.

Le persone con diabete di tipo 1 si affidano all’insulina per mantenere la glicemia a un livello sano. Quelli con diabete di tipo 2 possono eventualmente richiedere l’insulina a causa della diminuzione della produzione di insulina. Esistono diversi tipi di insulina, quindi è importante rimanere “informati”.

5 cose da sapere sulla tua insulina

  1. Nome della tua insulina:
    • Controlla sempre l’etichetta per essere sicuro di utilizzare l’insulina che il tuo fornitore ti ha prescritto.
    • Conosci sia i nomi generici che i marchi della tua insulina (a volte un nome generico può avere più di un nome commerciale). Questo ti aiuterà ad assicurarti di utilizzare l’insulina corretta.
  1. Concentrazione di insulina:
    • Conosci la concentrazione, o la forza, della tua insulina; se la concentrazione non è corretta, potresti non ricevere la dose corretta.
    • La concentrazione più comune è U-100. Tuttavia, sono disponibili anche altre concentrazioni superiori a U-100 come U-200, U-300 e U-500.
    • Se ti viene prescritta una concentrazione inferiore di insulina e ne usi una concentrazione più alta, potresti ottenere 2-5 volte l’insulina di cui hai bisogno, il che aumenterebbe seriamente il rischio di ipoglicemia (basso livello di glucosio nel sangue). D’altra parte, se le viene prescritta una concentrazione più alta di insulina e ne usa una concentrazione più bassa, il rischio di iperglicemia (glicemia alta) aumenterà.
  1. Colore e aspetto:
    • La maggior parte delle insuline apparirà limpida e incolore. Se la tua insulina limpida NON è limpida, buttala via.
    • Alcune insuline, come le insuline premiscelate, appariranno torbide. Queste insuline contengono sostanze aggiuntive chiamate tamponi che le fanno funzionare per un tempo più lungo. Quando questi tipi di insulina siedono anche solo per pochi minuti, i tamponi si depositano sul fondo della fiala. Rotoli delicatamente la penna per insulina tra le mani per mescolare l’insulina prima di iniettarla. Se la tua insulina torbida non si mescola, buttala via.
  2. Dose di insulina:
    • Conosci la tua dose. L’assunzione di troppa insulina può aumentare il rischio di ipoglicemia e una quantità insufficiente di insulina può aumentare il rischio di iperglicemia.
    • Il monitoraggio dei livelli di glucosio aiuterà te e il tuo medico a determinare quale dose è la migliore per te.
  3. Tempi delle iniezioni:
    • Dovresti essere consapevole di quando dovresti usare la tua insulina. Assicurati di sapere con quale frequenza e a che ora del giorno dovresti usare la tua insulina.

Infine, assicurati di rivedere SEMPRE i dettagli e le istruzioni nella guida ai farmaci fornita con la prescrizione di insulina. Iniziare l’insulina può essere opprimente. Rivolgiti al tuo fornitore, al farmacista e/o allo specialista della cura e dell’educazione del diabete per una guida.

L’educazione al diabete è considerata una parte così importante della cura del diabete che il trattamento medico senza di essa è considerato inadeguato. L’Associazione Medici Diabetologi del Bhutan ogni giorno lo fa per il paziente in montagna con il diabete ci guadagna…. in salute!