Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Il CEO di Dexcom Kevin Sayer afferma che il prossimo G7 sarà “meraviglioso”

DexcomG7 CGM [Immagine da Dexcom]

Quando entriamo in quella che potrebbe essere la “nuova normalità”, il CEO di Dexcom scommette che l’azienda può aprire la strada alla nuova via del monitoraggio continuo del glucosio.

Dexcom (NSDQ:DXCM), come qualsiasi azienda che cerca di innovare, rimane in uno stato di perpetuo movimento in avanti.

Questo è il modo in cui il presidente e CEO Kevin Sayer la vede, comunque. Mentre l’azienda guarda al futuro, il monitor glicemico continuo G7 è la prossima grande novità.

Pubblicità e progresso

L’ultima iterazione del suo sistema CGM di Dexcom, con sede a San Diego, basata sul G6, che per la prima volta ha ottenuto l’approvazione della FDA nel 2018 , ispira molto ottimismo, sia tra i ranghi di Dexcom e, probabilmente, anche tra i clienti.

“L’ entusiasmo qui è ai massimi storici per un nuovo prodotto”, ci ha detto Sayer “Siamo pronti per partire. Sarà davvero meraviglioso.”

I dati presentati durante la 14a Conferenza Internazionale sulle Tecnologie Avanzate e Trattamenti per il Diabete (ATTD) hanno evidenziato l’accuratezza e le capacità di time-in-range del G7. Sayer ha affermato che i dati presentati all’ATTD erano “migliori di qualsiasi dato G6” presentato in precedenza dalla società.

Il CGM indossabile G7, che ha all’incirca le dimensioni di una moneta, misura il 60% in meno rispetto al G6. Contiene un applicatore e un trasmettitore del sensore all-in-one più piccoli con un tempo di riscaldamento di 30 minuti prima dell’uso, secondo Dexcom. Possiede anche l’interoperabilità con i dispositivi di somministrazione di insulina e mantiene la precisione a un livello prossimo al 100%.

 

Dexcom G6 e G7 - Affiancati (1)
G6 (sinistra) e G7 (destra) di Dexcom fianco a fianco. [Immagine da Dexcom]

Sayer ha sottolineato che la somministrazione automatizzata di insulina fa parte del futuro della cura del diabete, anche se ci sarà sempre chi preferisce le iniezioni manuali. La compatibilità del G7 con questi dispositivi automatizzati offre una flessibilità ancora maggiore per i pazienti diabetici.

 

 

“Il nostro obiettivo deve essere quello di trovare le soluzioni per soddisfare le esigenze di tutti”, ha detto Sayer. “Mentre cerchiamo di sviluppare la nostra azienda e le nostre app in futuro, stiamo cercando di progettare più esperienze per le persone. Se questo è ciò che vuoi, questo è ciò che possiamo offrirti”.

Sayer ha affermato che gli utenti sono entusiasti di alcune delle funzionalità, incluso l’inserimento con un solo colpo di  pulsante, il che significa che non è necessario staccare il nastro. Anche la mezz’ora di riscaldamento e le funzionalità di abbinamento più semplici hanno attirato l’attenzione.

Dexcom ha sviluppato una nuova applicazione per il G7, che non è stata vista dagli utenti, ha osservato Sayer, e fornisce maggiori informazioni ai clienti e include domande frequenti che dovrebbero ridurre la necessità di chiamare il supporto tecnico di Dexcom.

“Ci siamo presi del tempo per assicurarci che il prodotto funzioni secondo gli standard che ci aspettiamo da noi stessi”, ha affermato Sayer. “Non vogliamo appiattirci o tornare indietro. Dal punto di vista delle prestazioni, non delude. Alla gente piacerà davvero. Penso che sarà tutto ciò che speravamo che fosse.”

L’analista di Barclays Travis Steed ha dichiarato  che, nonostante l’immensa crescita (da $ 1,7 miliardi nel 2017 a $ 5,5 miliardi nel 2020), il mercato CGM rimane “molto sottopenetrato”, in particolare al di fuori degli Stati Uniti

Sebbene non siano disponibili tutti i dettagli su G7, Steed ha affermato che le informazioni disponibili sulle dimensioni, le capacità di connettività con i dispositivi mobili e altro soddisfano alcuni dei desideri del mercato. Ha detto che la cosa interessante sarà vedere il tipo di software e gli approfondimenti personalizzati introdotti sul mercato da G7, così come nelle future iterazioni del prodotto.

“I nuovi prodotti come G7 sono importanti perché migliorano l’esperienza utente-paziente, il che a sua volta rende ancora più probabile che i pazienti dicano sì alla terapia CGM rispetto all’alternativa (puntura e prelievo sangue capillare dal dito)”, ha scritto Steed in una dichiarazione inviata via email. “Il G7 sarà un prodotto importante che contribuirà a rendere il CGM lo standard di cura per i pazienti che utilizzano la terapia insulinica e potenzialmente una popolazione ancora più ampia”.

Secondo Sayer, Dexcom prevede di lanciare il G7 entro la fine dell’anno in Europa, con l’impatto finanziario previsto nel 2022. Nel frattempo, l’azienda sta intensificando gli sforzi per ridimensionare la produzione.

L’azienda ha costruito le prime diverse linee di produzione automatizzate, con molte altre previste da oggi fino al lancio in autunno. Dexcom sta costruendo uno stabilimento in Malesia e ampliando lo spazio di produzione in Arizona e San Deigo.

“Entro la fine del 2023, se sviluppiamo il modo in cui stiamo pianificando, avremo la capacità di costruire centinaia di milioni di queste cose, mentre ora stiamo vendendo solo decine di milioni di sensori”, Sayer disse. “Saremo pronti”.

Quindi aspettiamo l’EASD 2021 per il lancio in grande stile del Dexcom G7: siete pronti?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.