Terapie

Ricerca: un programma di gestione del peso a livello di welfare aziendale con accesso a farmaci anti-obesità si traduce in una maggiore perdita di peso

La sperimentazione clinica è stata condotta nel contesto del mondo reale di un piano sanitario sul posto di lavoro

Sostienici con un acquisto o donazione

Martedì 20 luglio 2021, CLEVELAND: uno studio della Cleveland Clinic dimostra che gli adulti con obesità hanno perso molto più peso quando hanno avuto accesso ai farmaci per la gestione del peso cronico in combinazione con il loro programma di gestione del peso basato sul datore di lavoro, rispetto agli adulti che non hanno avuto accesso ai farmaci. Lo studio è stato pubblicato su JAMA Network Open.

L’obesità è una malattia complessa causata da molteplici fattori, tra cui genetici, ambientali e biologici. Un intervento sullo stile di vita incentrato sull’alimentazione e sull’esercizio fisico spesso non è sufficiente per curare l’obesità, che è una malattia cronica che richiede una terapia a lungo termine. La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato diversi farmaci da prescrizione per la perdita di peso e la gestione cronica del peso, chiamati anche farmaci anti-obesità. Tuttavia, hanno una copertura assicurativa sanitaria limitata.

“I risultati della ricerca supportano la necessità di trattare i pazienti con un programma multidisciplinare di gestione del peso che includa farmaci sicuri ed efficaci per perdere peso e mantenere la perdita di peso”, ha affermato Bartolome Burguera, MD, Ph.D. , presidente dell’Endocrinology & Metabolism Institute della Cleveland Clinic e investigatore principale dello studio. “I medici prescrivono farmaci per trattare alcune delle conseguenze sulla salute associate all’obesità, come l’ipertensione e il diabete di tipo 2. Tuttavia, i farmaci per la perdita di peso e la gestione cronica del peso sono sottoutilizzati”.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno riferito che oltre il 42% degli adulti statunitensi ha l’obesità. Oltre alle gravi condizioni di salute associate all’obesità – come il diabete di tipo 2, l’apnea ostruttiva del sonno, l’ipertensione, le malattie cardiache e l’ictus – il CDC ha anche riportato l’ impatto economico dell’obesità sul sistema sanitario statunitense. I costi stimati per le cure mediche della malattia negli Stati Uniti hanno rappresentato 147 miliardi di dollari (nel 2008 dollari).

L’obiettivo di questo studio era determinare l’effetto della combinazione di farmaci anti-obesità con un programma multidisciplinare di gestione del peso basato sul datore di lavoro.

La sperimentazione clinica pragmatica di un anno, monocentrica e pragmatica è stata condotta nell’ambiente reale di un piano sanitario sul posto di lavoro. Lo studio ha incluso 200 adulti con obesità (indice di massa corporea pari o superiore a 30) che sono stati iscritti al Cleveland Clinic Employee Health Plan tra gennaio 2019 e maggio 2020. Come parte del piano sanitario, i partecipanti hanno avuto accesso a un programma completo di gestione del peso .

In questo contesto reale, i partecipanti idonei sono stati randomizzati 1:1 a un programma di gestione del peso con farmaci anti-obesità approvati dalla FDA o a un solo programma di gestione del peso. Il programma di gestione del peso è stato somministrato attraverso appuntamenti medici condivisi mensili (SMA) che hanno offerto un approccio multidisciplinare, inclusa l’educazione alimentare. Le visite mensili SMA si sono concentrate sull’adozione di uno stile di vita più sano e hanno affrontato i cinque componenti del programma di gestione del peso: alimentazione, attività fisica, controllo dell’appetito, sonno e salute mentale. A causa della pandemia di COVID-19, alcune SMA sono state condotte virtualmente.

I 100 partecipanti allo studio, randomizzati al programma di gestione del peso combinato con l’accesso ai farmaci, hanno ricevuto le loro prescrizioni al momento delle loro SMA mensili, basate sulla pratica clinica raccomandata.

Ai pazienti è stato prescritto uno dei cinque farmaci approvati dalla FDA per la gestione cronica del peso: orlistat, lorcaserin, fentermina/topiramato, naltrexone/bupropione, liraglutide 3,0 mg. Il farmaco selezionato per ogni paziente era a discrezione del medico curante ed è stato determinato dopo un’approfondita valutazione e discussione con i partecipanti. (Lorcaserin è stato ritirato dal mercato nel febbraio 2020. Gli otto pazienti che assumevano lorcaserin in quel momento sono stati informati immediatamente e hanno cambiato farmaco o interrotto i farmaci a causa della vicinanza alla fine dello studio.)

I risultati della ricerca hanno mostrato che i partecipanti che hanno avuto accesso ai farmaci anti-obesità hanno avuto una perdita di peso significativamente maggiore a 12 mesi (-7,7%), rispetto ai partecipanti che erano nel solo programma di gestione del peso (-4,2%). Nel gruppo che ha avuto accesso ai farmaci, il 62,5% dei partecipanti ha perso almeno il 5% del proprio peso, rispetto al 44,8% dei partecipanti al gruppo con il solo programma di gestione del peso. La partecipazione alla SMA è stata maggiore tra i partecipanti che hanno avuto accesso ai farmaci per la perdita di peso.

“Molti pazienti vedono un miglioramento della loro salute quando perdono il 5% del loro peso”, ha detto Kevin M. Pantalone, DO , primo autore dello studio e endocrinologo presso la Cleveland Clinic. “In base ai risultati dei nostri studi, l’accesso ai farmaci anti-obesità combinato con un programma multidisciplinare di gestione del peso fornisce un trattamento più efficace rispetto a un programma di gestione del peso senza accesso a questi farmaci”.

È necessaria una ricerca più a lungo termine in contesti reali e basati sul datore di lavoro per valutare i costi e i benefici dei farmaci anti-obesità e il loro uso in combinazione con i piani di benessere sul posto di lavoro.

###

Questo studio è stato finanziato da Novo Nordisk. I rappresentanti di Novo Nordisk (lo sponsor) sono stati coinvolti nella progettazione e nella conduzione dello studio; raccolta, gestione, analisi e interpretazione dei dati; preparazione, revisione o approvazione del manoscritto. Il Dr. Burguera ha riferito di aver ricevuto un onorario di consulenza come membro del National Expert Panel degli Stati Uniti per lo studio SELECT, un membro del comitato direttivo per lo studio riportato e il supporto alla ricerca di Novo Nordisk. Il Dr. Pantalone ha riferito di aver ricevuto un onorario di consulenza e di intervento, nonché un supporto alla ricerca da Novo Nordisk, e attualmente è il ricercatore principale presso la Cleveland Clinic per lo studio SOUL sponsorizzato da Novo Nordisk.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Terapie

Con tag: