Terapie

Diabete tipo 1: La terapia con imatinib arresta la progressione della malattia di recente insorgenza

Il diabete di tipo 1 deriva dalla distruzione autoimmune delle cellule beta . L’inibitore della tirosina chinasi imatinib potrebbe influenzare le vie immunologiche e metaboliche rilevanti e gli studi preclinici mostrano che inverte e previene il diabete. Il nostro obiettivo era valutare la sicurezza e l’efficacia di imatinib nel preservare la funzione delle cellule beta in pazienti con diabete di tipo 1 di recente insorgenza.

Un ciclo di 26 settimane di imatinib ha preservato la funzione delle cellule beta a 12 mesi negli adulti con diabete di tipo 1 di recente insorgenza. Imatinib potrebbe offrire un nuovo mezzo per alterare il decorso del diabete di tipo 1. Considerazioni future stanno definendo la dose e la durata ideali della terapia, la sicurezza e l’efficacia nei bambini, l’uso combinato con un farmaco complementare e la capacità di imatinib di ritardare o prevenire la progressione verso il diabete in una popolazione a rischio; tuttavia, è necessario un attento monitoraggio per possibili tossicità.

Pubblicità e progresso

Lo studio è stato  pubblicato il 29 giugno 2021 in Lancet Diabetes and Endocrinology

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.