Mangiare e bere

La maggior parte delle persone trova poco chiare le informazioni sulle allergie presenti nelle etichette degli alimenti

nutrition facts label

Quando i ricercatori hanno valutato la comprensione dei consumatori delle informazioni sulle allergie sulle etichette degli alimenti, meno della metà delle persone ha trovato che le informazioni erano chiare.

Sostienici con un acquisto o donazione

Lo studio, pubblicato su Clinical & Experimental Allergy , ha coinvolto due esperimenti separati con un totale di 96 consumatori con allergie alimentari e 105 senza. Gli investigatori hanno prima presentato in modo casuale 18 diversi prodotti alimentari con etichette che suggerivano che l’arachide fosse, potrebbe essere o non fosse un ingrediente, quindi hanno presentato tre diversi formati di informazioni: “Prodotto in una fabbrica” ??e “Può contenere” o “Tracce di”. Le etichette precauzionali degli allergeni (PAL) erano particolarmente problematiche, con i consumatori che attribuivano qualsiasi cosa tra il 2% e il 99% di rischio di reazione e qualsiasi cosa tra l’1% e il 98% di valutazioni di comprensibilità. Ciò suggerisce che indicazioni precauzionali come “può contenere arachidi”

“Inoltre, molti consumatori interpretano ‘Prodotto in fabbrica’ come un avvertimento più debole di ‘Può contenere'”, ha affermato l’autore principale Bregje Holleman, PhD, dell’Università di Utrecht, nei Paesi Bassi. “Dal punto di vista della comunicazione, è logico che i consumatori attribuiscano livelli di rischio diversi alle avvertenze formulate in modo diverso. Ma poiché i produttori probabilmente intendono comunicare lo stesso identico livello di rischio con ciascuna di queste avvertenze diverse, consigliamo di utilizzare solo la formulazione PAL”.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Mangiare e bere

Con tag:,