Benessere

Il metabolismo potrebbe non rallentare dopo i 20 anni, quindi perché continuiamo ad aumentare di peso?

Non incolpare il tuo metabolismo per l’aumento di peso di mezza età.

Per molto tempo si è creduto che dopo i 20 anni il metabolismo diminuisse drasticamente, rendendo più difficile perdere peso e mantenersi in forma. Ma uno studio recente ha dimostrato che il nostro metabolismo, noto anche come dispendio energetico, rimane relativamente stabile tra i 20 ei 60 anni, prima di diminuire in età avanzata.

I ricercatori hanno esaminato gli studi esistenti sul dispendio energetico di 29 paesi diversi. In totale, hanno esaminato i dati su circa 6.400 persone dalla nascita ai 95 anni di età. Ogni studio ha misurato il dispendio energetico utilizzando un metodo chiamato acqua doppiamente etichettata . Questo fa bere ai partecipanti un tipo speciale di acqua, in cui è stato aggiunto un marcatore radioattivo sicuro. Il marcatore identifica l’idrogeno e l’ossigeno presenti nell’acqua, il che consente ai ricercatori di monitorare la velocità con cui il corpo elabora entrambi. Vengono quindi prelevati campioni di urina da ogni persona per monitorare la velocità con cui entrambi hanno viaggiato attraverso il corpo. Ciò fornisce ai ricercatori una misura accurata del tasso metabolico di una persona, ovvero la quantità di energia utilizzata in un giorno.

Pubblicità e progresso

L’analisi ha mostrato che il dispendio energetico (metabolismo) è aumentato rapidamente dalla nascita a un anno. Successivamente, il dispendio energetico è diminuito gradualmente fino all’età di 20 anni, a quel punto è diventato stabile fino all’età di 60 anni, anche durante la gravidanza. Dopo i 60 è stato quando il dispendio energetico inizia a diminuire. Questi risultati erano veri anche quando i ricercatori hanno preso in considerazione diversi fattori – come l’attività fisica e la composizione corporea (quanto grasso o muscoli aveva una persona e quanto pesava) – che possono influenzare il metabolismo di una persona.

Questo studio si basa sulla nostra comprensione del metabolismo umano. Sapere come il nostro metabolismo può (o meno) cambiare durante la nostra vita può essere importante per sapere come possono essere trattate malattie come l’obesità, il diabete, le malattie cardiache e persino alcuni tipi di cancro.

Ma un problema con i risultati dello studio è che non hanno preso in considerazione l’apporto energetico di una persona. Molte persone vedono ancora il loro peso aumentare man mano che invecchiano, nonostante il loro metabolismo rimanga relativamente lo stesso per tutta la vita. Ciò suggerisce che l’aumento di peso non è il risultato di un metabolismo rallentato. Piuttosto, è più probabile che sia dovuto al consumo di più cibo (energia) di quanto il nostro corpo ne usi.

Energia e aumento di peso

Il metabolismo è influenzato da molti fattori, tra cui la quantità di cibo che mangiamo , quanta attività fisica facciamo, il peso e se abbiamo molti muscoli. Il metabolismo può anche influenzare il modo in cui l’energia viene ottenuta dagli alimenti. Ad esempio, quando mangiamo più del necessario , è più probabile che il corpo utilizzi i carboidrati e le proteine ??di questi alimenti come carburante e immagazzini il grasso, causando un aumento di peso. L’aumento di peso e l’obesità sono entrambi legati al tasso metabolico, causato dal consumo di più energia di quella che usiamo.

Una famiglia seduta a tavola a mangiare.
È importante essere consapevoli di cosa – e quanto – stai mangiando. Soloviova Liudmyla/ Shutterstock

Con così tante cose da tenere sotto controllo, può essere difficile capire come gestire al meglio il proprio peso. Questo è il motivo per cui gli esperti hanno creato raccomandazioni nazionali su quante calorie dovrebbero assumere persone di età e livelli di attività diversi. Queste raccomandazioni sono fatte utilizzando i dati sulla spesa energetica, piuttosto che l’assunzione di energia. Questo perché si ritiene che la misurazione della spesa sia più accurata rispetto alla misurazione dell’assunzione di energia, che di solito viene eseguita chiedendo alle persone di auto-valutare ciò che mangiano ogni giorno.

Ma il problema con l’utilizzo dei dati sulla spesa energetica è che queste raccomandazioni sono fatte utilizzando un valore medio, quindi ciò che funziona per alcuni potrebbe non funzionare per tutti. Ad esempio, alcune persone che non sono molto attive potrebbero aver bisogno di mangiare meno di quanto raccomandato dalle linee guida. Questo potrebbe anche essere il motivo per cui stiamo assistendo a una tale discrepanza con i livelli di dispendio energetico e gli apporti energetici riportati negli adulti britannici. In effetti, alcuni studi suggeriscono che stanno mangiando ben al di sotto delle raccomandazioni quotidiane, eppure stiamo ancora vedendo più persone diventare sovrappeso e obese nel Regno Unito ogni anno.

Il motivo per cui sembra che le persone mangino al di sotto delle raccomandazioni nazionali potrebbe essere dovuto a una serie di motivi. Ad esempio, la ricerca sull’assunzione di energia mostra che alcuni partecipanti possono riportare erroneamente quanto mangiano ogni giorno nei sondaggi. La sotto-segnalazione potrebbe non essere l’intera storia. Anche le app che misurano in dettaglio l’ assunzione di cibo danno anche valori più bassi della quantità che le persone mangiano rispetto alle raccomandazioni. Questo può far sembrare che le persone in realtà mangino meno del necessario. Altre cose, come la quantità di attività e le dimensioni del corpo, possono influenzare la quantità di energia di cui abbiamo bisogno. Le raccomandazioni potrebbero non tenere adeguatamente conto di queste cose.

Ciò che è promettente sui dati di questo studio è che ha utilizzato una misura più accurata del dispendio energetico con persone di tutte le età rispetto a quanto alcuni studi abbiano utilizzato in passato. Questo studio ci mostra che il fabbisogno energetico non sembra cambiare drasticamente nel corso della vita di un adulto, quindi questi risultati potrebbero essere utili per adeguare le nostre attuali raccomandazioni per il fabbisogno energetico. Ma sarà fondamentale abbinare le nuove raccomandazioni sull’assunzione di energia a come i requisiti possono variare da persona a persona in base ai livelli di attività e al peso corporeo. Sarà anche importante sviluppare modi migliori per personalizzare le raccomandazioni, in modo che ogni persona possa gestire il proprio peso nel modo più efficace.

Ma ci sono ancora molti semplici modi in cui una persona può prevenire l’aumento di peso per tutta la vita. Mantenersi fisicamente attivi e seguire una dieta sana sono entrambi importanti. Sebbene possa esserci un certo margine di errore, registrare l’assunzione di cibo ogni giorno può aiutare a tenere traccia di quanto stai mangiando e può essere utile per sapere dove potresti dover ridurre se il tuo peso aumenta.


Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l’ articolo originale .La conversazione