Mangiare e bere

Studio: i dietologi sono credibili, con o senza camice bianco

Woman using laptop for online consultation with nutritionist via video chat, closeup

Quando vedi il tuo medico in camice bianco, è probabile che tu possa pensare che sia più intelligente, più sicuro di sé e forse trasuda anche un modo compassionevole al capezzale.

Ma per quanto riguarda i dietisti? Hanno bisogno di un camice bianco o di uno scrub per essere percepiti come credibili?

Pubblicità e progresso

Una nuova ricerca dell’Istituto di scienze alimentari e agricole dell’Università della Florida mostra che pazienti e clienti non vedono differenze di competenza quando il loro dietologo indossa un camice bianco.

Gli studenti di un master in scienze dell’alimentazione e nutrizione umana presso l’UF/IFAS College of Agricultural and Life Sciences volevano sapere se indossare un camice bianco aumentava la credibilità dei dietisti.

“La professionalità del tuo operatore sanitario è importante perché comprende l’essere empatico, competente, accessibile, credibile, organizzato, efficace, professionale e fiducioso”, ha affermato Bobbi Langkamp-Henken, professore UF/IFAS di scienze dell’alimentazione e nutrizione umana e consulente di facoltà per lo studio recentemente pubblicato e guidato dagli studenti sulla rivista Topics in Clinical Nutrition . “Il fatto che abbiamo scoperto che la professionalità percepita di un dietologo non è correlata all’abbigliamento significa che il dietologo può essere visto come ugualmente efficace nell’abbigliamento professionale o negli scrub con o senza camice bianco”.

Le prove mostrano un’associazione tra camici bianchi e infezioni trasmissibili. Senza dover indossare camici bianchi, i dietisti possono preoccuparsi meno del potenziale di portare a casa virus come il COVID, ha affermato Langkamp-Henken.

Negli ospedali, i dietisti hanno storicamente indossato abiti professionali (camicia, pantaloni eleganti) e un camice bianco, ha detto.

“I risultati della nostra ricerca forniscono anche ottime notizie per i dietisti che lavorano in aree dell’ospedale in cui potrebbe essere probabile la contaminazione dell’abbigliamento da lavoro”, ha affermato Langkamp-Henken. “Se mi esercitassi come dietista ospedaliero in questo periodo di COVID, non vorrei tornare a casa dalla mia famiglia con i miei abiti da lavoro ospedalieri. Gli scrub sono facili da pulire. L’abbigliamento professionale non lo è”.

Più di recente, i dietologi hanno indossato scrub con o senza camice bianco. Tutti gli abiti giocano nella percezione del cliente o del paziente del livello di professionalità del dietologo, che se ne rendano conto o meno, hanno detto i ricercatori.

Un gruppo di studenti laureati nel programma di tirocinio di Master of Science-Dietetic UF ha condotto la ricerca, sotto la supervisione di Langkamp-Henken.

Gli studenti hanno creato quattro video di un dietologo che entra nella stanza d’ospedale di un paziente e dà una breve istruzione sulla dieta.

In ogni video, il dietista indossava un abito diverso: camici, camici con camice bianco, abbigliamento professionale e abbigliamento professionale con camice bianco. I 474 partecipanti allo studio hanno visto il video e valutato la professionalità del dietista. Gli studenti di Langkamp-Henken hanno quindi confrontato i punteggi di professionalità assegnati a ciascun tipo di abito dai partecipanti allo studio.

Hanno scoperto che l’abbigliamento e il camice bianco non hanno influenzato la professionalità percepita di un dietologo.

Tra i dietologi, il codice di abbigliamento tende a differire in base al luogo di lavoro, che si tratti di un ospedale , di un ambulatorio, di una scuola, di un servizio di ristorazione o di uno studio privato, ha affermato Farah Tadros, una studentessa laureata che ha guidato questa ricerca.

Più di recente, le politiche relative ai codici di abbigliamento negli ospedali hanno consentito ai dietisti di indossare il camice, indipendentemente dal fatto che indossassero o meno un camice bianco . Oltre a questo cambiamento, l’idea di interrompere i camici bianchi continua a essere discussa, soprattutto in un periodo come il nostro con COVID-19, ha affermato Tadros.

Tadros e i suoi compagni di classe fanno parte del programma UF Master of Science-Dietetic Internship, parte di UF/IFAS CALS. Il programma prepara i laureati ad essere accreditati come nutrizionista dietista registrato ed educa i clienti e i pazienti sulla nutrizione e sulle scelte alimentari sane.


Ulteriori informazioni: Farah J. Tadros et al, La professionalità percepita di un dietologo non è influenzata dall’abbigliamento o dal camice bianco, Topics in Clinical Nutrition (2021). DOI: 10.1097/TIN.0000000000000251

Categorie:Mangiare e bere

Con tag:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.