Equilibrio

Come lo stigma, l’ansia e altri fattori psicologici possono contribuire all’insicurezza alimentare

info, information, tips

Photo by geralt on Pixabay

Il Research Brief è un breve resoconto di interessanti lavori accademici.

Sostienici con un acquisto o donazione

La grande idea

Scoprire se qualcuno ha sentimenti di stress, ansia o stigma legati a ciò che può mangiare può aiutare a capire più facilmente se sta vivendo un’insicurezza alimentare. Di conseguenza, il problema potrebbe essere più diffuso di quanto indichino le stime del governo.

I miei colleghi ed io siamo giunti a queste conclusioni quando abbiamo creato un nuovo tipo di indagine per rilevare l’insicurezza alimentare , il che significa non avere un accesso coerente a cibo nutriente a sufficienza. L’abbiamo sperimentato con 109 donne a basso reddito nella Carolina del Nord, tutte con figli sotto i 18 anni. Abbiamo raccolto dati completi per queste madri e i loro figli per cinque anni.

Il nostro nuovo sondaggio classifica alcune esperienze di insicurezza alimentare nel stesso modo in cui l’indagine che il governo ha utilizzato dal 1995 .

Ma quando l’abbiamo condotto in un’area in cui l’insicurezza alimentare è più comune che nel paese nel suo insieme, abbiamo scoperto che il 68% delle persone che abbiamo intervistato ha sperimentato l’insicurezza alimentare, di gran lunga superiore alla prevalenza del 39% per lo stesso gruppo demografico riscontrato utilizzando il sondaggio del governo I nostri risultati fanno parte di uno studio peer-reviewed pubblicato sulla rivista Translational Behavioral Medicine.

Il sondaggio del governo cerca di scoprire se le persone devono saltare i pasti, mangiare meno cibo di quanto dovrebbero e non possono permettersi di acquistare gli ingredienti di cui hanno bisogno per preparare pasti equilibrati .

Con il nostro sondaggio, stiamo cercando di identificare le cose che mancano al governo. Ad esempio, controlliamo se si sentono come se non avessero altra scelta che mangiare troppo della stessa cosa e se hanno sentimenti di stress, ansia o stigma legati alla qualità del cibo che mangiano.

Quindi includiamo domande come “Quante volte hai mangiato molto poco dei cibi che preferivi mangiare perché non c’era abbastanza cibo?” e “Quante volte ti sei sentito ansioso o stressato perché non sapevi come avresti avuto abbastanza cibo?”

Chiediamo anche alle persone che partecipano al nostro sondaggio di dire se questa affermazione riflette la loro esperienza: “Mi sentivo diverso dalle altre persone perché non riuscivo a mangiare a sufficienza”.

Perchè importa

La quota nazionale di persone che soffrono di insicurezza alimentare è cresciuta fino a una stima indipendente del 13,9% nel 2020 , colpendo circa 45 milioni di americani, rispetto al 10,9% del 2019 .

Questa situazione può contribuire a mangiare una dieta meno nutriente e molte malattie croniche . È anche legato ad altri problemi, comprese le condizioni di salute mentale , soprattutto per le donne e le madri.

Rilevare l’insicurezza alimentare è complicato. Richiede più che valutare cosa c’è nel tuo frigorifero o misurare la distanza tra casa tua e il supermercato più vicino. Senza metodi accurati, il governo non può determinare correttamente chi dovrebbe ottenere benefici correlati, come il Programma di assistenza nutrizionale supplementare o SNAP.

A dire il vero, il sondaggio del governo include molte buone domande, come chiedere se le persone spesso, a volte o mai si preoccupano se il loro cibo finirà prima di ottenere soldi per comprarne di più. Ma il suo sondaggio chiede anche: “Hai perso peso perché non c’erano abbastanza soldi per il cibo?”

Questa domanda è problematica. Molti americani, specialmente quelli che non possono permettersi di mangiare bene, assumono troppe poche vitamine e minerali e troppe calorie da grassi e zuccheri aggiunti dalla loro dieta. Di conseguenza, hanno maggiori probabilità di aumentare di peso , piuttosto che perdere qualche chilo, a causa dell’insicurezza alimentare.

Quello che ancora non si sa

Abbiamo testato il nuovo sondaggio con un piccolo gruppo di persone. L’utilizzo del nuovo sondaggio per valutare l’insicurezza alimentare per altri gruppi demografici potrebbe portare a risultati diversi.

Qual è il prossimo

Intendiamo valutare l’insicurezza alimentare con la nuova indagine tra diversi gruppi demografici e luoghi. Abbiamo anche in programma di esaminare le connessioni tra insicurezza alimentare e salute mentale, condizioni mediche legate alla nutrizione e qualità della dieta per lo stesso gruppo di madri in North Carolina.


Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l’ articolo originale .La conversazione

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione