Benessere

Agire per affrontare l’emergenza sulla crisi climatica e naturale non può aspettare la pandemia”, afferma un editoriale congiunto senza precedenti delle principali riviste scientifiche sanitarie

Oggi le riviste mediche, infermieristiche e di salute pubblica di tutto il mondo hanno pubblicato contemporaneamente un editoriale che invita i leader mondiali a intraprendere azioni di emergenza per trasformare le società e limitare i cambiamenti climatici, ripristinare la biodiversità e proteggere la salute. L’editoriale sarà pubblicato su oltre 220 riviste leader, tra cui The Lancet, l’East African Medical Journal, il Chinese Science Bulletin, il New England Journal of Medicine, l’International Nursing Review, il National Medical Journal of India, il British Medical Journal, la Revista de Saúde Pública (Brasile) e il Medical Journal of Australia. Mai tante riviste insieme per pubblicare lo stesso editoriale.

L’editoriale viene pubblicato prima dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, uno degli ultimi incontri internazionali che si svolgeranno prima della conferenza sul clima (COP26) a Glasgow, nel Regno Unito, a novembre. Questo è un momento cruciale per sollecitare tutti i paesi a fornire piani climatici rafforzati e ambiziosi per onorare gli obiettivi dell’accordo di Parigi. In un anno di Covid-19 e di cruciali conferenze ambientali, l’editoriale avverte che la più grande minaccia per la salute pubblica globale nel futuro è il continuo fallimento dei leader mondiali nell’intraprendere azioni adeguate per mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5°C e per ripristinare natura.

Pubblicità e progresso

Le promesse attuali non sono sufficienti
Per decenni, professionisti della salute e riviste sanitarie hanno messo in guardia contro i gravi e crescenti impatti sulla salute dei cambiamenti climatici e della distruzione della natura. La mortalità legata al calore, gli impatti sulla salute causati da eventi meteorologici distruttivi e il diffuso degrado degli ecosistemi essenziali per la salute umana sono solo alcuni degli impatti a cui stiamo assistendo di più a causa del cambiamento climatico. Questi impatti colpiscono in modo sproporzionato i più vulnerabili, compresi i bambini e gli anziani, le minoranze etniche, le comunità più povere e quelle con condizioni di salute pregresse.

L’editoriale avverte che, sebbene i recenti obiettivi per ridurre le emissioni e preservare la natura siano i benvenuti, non sono sufficienti e devono ancora essere abbinati a piani credibili a breve e lungo termine. Esorta i governi a intervenire per trasformare le società e le economie, ad esempio sostenendo la riprogettazione dei sistemi di trasporto, delle città, della produzione e distribuzione di cibo, dei mercati per gli investimenti finanziari e dei sistemi sanitari. Tali investimenti produrranno enormi benefici positivi, tra cui posti di lavoro di alta qualità, riduzione dell’inquinamento atmosferico, aumento dell’attività fisica e miglioramento dell’alloggio e della dieta. Una migliore qualità dell’aria da sola realizzerebbe benefici per la salute che compenserebbero facilmente i costi globali della riduzione delle emissioni. Queste misure miglioreranno anche i determinanti sociali ed economici della salute,

Il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha dichiarato:
“I rischi posti dai cambiamenti climatici potrebbero sminuire quelli di ogni singola malattia. La pandemia di COVID-19 finirà, ma non esiste un vaccino per la crisi climatica. Il rapporto dell’IPCC mostra che ogni frazione di grado più caldo mette in pericolo la nostra salute e il futuro. Allo stesso modo, ogni azione intrapresa per limitare le emissioni e il riscaldamento ci avvicina a un futuro più sano e sicuro».

La cooperazione globale dipende dal fatto che le nazioni ricche facciano di più
L’editoriale sostiene che un’azione globale sufficiente può essere raggiunta solo se i paesi ad alto reddito fanno molto di più per sostenere il resto del mondo e ridurre i propri consumi. I paesi sviluppati devono impegnarsi ad aumentare i finanziamenti per il clima: adempiendo al loro eccezionale impegno di fornire 100 miliardi di dollari all’anno, si concentrano sulla mitigazione e sull’adattamento, compreso il miglioramento della resilienza dei sistemi sanitari. Fondamentalmente, l’editoriale sostiene che questo denaro dovrebbe essere fornito sotto forma di sovvenzioni, piuttosto che di prestiti, e dovrebbe accompagnarsi a perdonare grandi debiti, che limitano l’agenzia di così tanti paesi a basso reddito. È necessario disporre di ulteriori finanziamenti per compensare le inevitabili perdite e danni causati dalle conseguenze della crisi ambientale.

Qualsiasi riscaldamento rende il nostro pianeta più pericoloso e il recente rapporto dell’IPCC mostra che fino a quando il mondo non avrà raggiunto lo zero netto di gas serra, il pianeta continuerà a riscaldarsi. Stiamo già assistendo a questi impatti a livello globale e sappiamo già che le conseguenze della crisi ambientale ricadono in modo sproporzionato su quei paesi e comunità che hanno contribuito meno al problema. Uno scenario normale significherebbe un disastro per il pianeta. I governi devono cogliere questa opportunità per proporre obiettivi climatici ambiziosi per il bene della nostra salute, delle persone in tutto il mondo e delle generazioni future.

Il professor Lukoye Atwoli, redattore capo dell’East Africa Medical Journal e uno dei coautori dell’editoriale, ha dichiarato:
“Mentre i paesi a basso e medio reddito hanno storicamente contribuito meno ai cambiamenti climatici, sopportano un onere eccessivo degli effetti negativi, anche sulla salute. Chiediamo quindi contributi equi in base ai quali i paesi più ricchi del mondo facciano di più per compensare l’impatto delle loro azioni sul clima, a partire da ora e continuando in futuro».

L’Ambasciatore Aubrey Webson, Presidente dell’Alleanza dei Piccoli Stati Insulari (AOSIS) e Ambasciatore, Antigua e Brabuda, e Rappresentante Permanente presso le Nazioni Unite, ha dichiarato:
“Il nostro mondo è sull’orlo del caos climatico a causa delle devastazioni di un mondo in via di riscaldamento, e saranno necessarie azioni straordinarie per capovolgere la situazione. Anche a 1,5°C di riscaldamento, nessuno è più a rischio degli stati delle piccole isole. Questo editoriale ribadisce la richiesta che i governi devono fare di più per ridurre le emissioni e per garantire che tutti noi passiamo a un mondo giusto, equo e più equo.Un finanziamento equo deve essere al centro della nostra risposta in modo che le nazioni vulnerabili come le Piccole Isole possano avere un possibilità di combattere. Abbiamo bisogno che i paesi sviluppati mantengano la loro promessa di fornire 100 miliardi di dollari di finanziamenti con un obiettivo più elevato entro il 2025, e dobbiamo anche rivedere la realtà di quanto costerà effettivamente ai paesi in via di sviluppo l’attuazione degli impegni che abbiamo intraprese nell’accordo di Parigi, ma non è solo una questione di soldi.Si tratta della nostra effettiva sopravvivenza”.

La dott.ssa Fiona Godlee, caporedattore di The BMJ e uno dei coautori dell’editoriale, ha dichiarato:
“I professionisti della salute sono stati in prima linea nella crisi del Covid-19. E sono uniti nell’avvertire che andare oltre 1,5 ° C e consentire la continua distruzione della natura porterà alla prossima crisi molto più letale. Le nazioni più ricche devono agire più velocemente e fare di più per sostenere quei paesi che già soffrono a causa delle temperature più elevate. Il 2021 deve essere l’anno in cui il mondo cambierà rotta: la nostra salute dipende su di esso.”

Il dottor Richard Horton, caporedattore di The Lancet, ha dichiarato:
“Affrontare con urgenza la crisi climatica è una delle maggiori opportunità che abbiamo per promuovere il benessere delle persone in tutto il mondo. La comunità sanitaria deve fare di più per alzare la sua voce critica nel ritenere i leader politici responsabili delle loro azioni per mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5°C”.

SE Sheikh Hasina, Primo Ministro del Bangladesh e Presidente del Climate Vulnerable Forum, ha dichiarato:
“Ogni Paese deve perseguire un obiettivo ambizioso per ridurre le emissioni di gas serra per mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5°C. Le nazioni sviluppate dovrebbero facilitare la ripresa verde dei paesi CVF-V20. È necessario un supporto dedicato per ridurre il costo del capitale e incoraggiare la partecipazione del settore privato. L’attuazione rigorosa dell’accordo di Parigi è l’unico modo per controllare le emissioni globali e quindi il riscaldamento globale. Il momento di agire per salvare il pianeta non è domani, ma oggi.”

Eric J. Rubin, MD, Ph.D., Editor-in-Chief del New England Journal of Medicine e uno dei coautori di l’editoriale, ha detto:
“Ambiente e salute sono indissolubilmente legati. Il clima che cambia ci sta mettendo in pericolo in molti modi, compresi i suoi impatti critici sulla salute e sull’assistenza sanitaria. Come operatori sanitari e medici, abbiamo l’obbligo non solo di anticipare i nuovi bisogni di assistenza sanitaria, ma anche di essere partecipanti attivi nel limitare le cause della crisi climatica”.

Il dottor Peush Sahni, redattore capo del National Medical Journal of India e uno dei coautori dell’editoriale, ha dichiarato:
“I recenti esempi di condizioni meteorologiche estreme in tutto il mondo hanno messo a fuoco la realtà che il cambiamento climatico è. Dobbiamo agire ora per non essere troppo tardi. Lo dobbiamo alle generazioni future”.

Il dottor Richard Smith, presidente della UK Health Alliance on Climate Change e uno dei coautori dell’editoriale, ha dichiarato:
“I professionisti della salute sono da tempo preoccupati per i danni alla salute causati dai cambiamenti climatici, ma le nostre voci non sono state ascoltate chiaramente nel dibattito globale. Questa pubblicazione congiunta senza precedenti mostra la nostra preoccupazione globale e come vogliamo essere parte dell’azione sui cambiamenti climatici. “

Questo editoriale è pubblicato contemporaneamente sulle seguenti riviste:
Acta Orthopaedica et Traumatologica Turcica
Advances in Nursing Science
Advances in Nutrition
African Journal of Laboratory Medicine
Afro-Egyptian Journal of Infectious and Endemic Diseases
Age and Ageing
Alcohol and Alcoholism
Allergy
Alpha Psychiatry
American Journal of Clinical Pathology
American Journal of Health-System Pharmacy
American Journal of Hypertension
American Society of Microbiology
Animal Bioscience
Annals of African Surgery
Annals of Behavioral Medicine
Annals of Oncology
Annals of Public Health
Annals of the Rheumatic Diseases
Annals of the Royal College of Surgeons of England
Archives of Disease in Childhood
Archives of the Turkish Society of Cardiology
Asia Pacific Journal of Public Health
Balkan Medical Journal
Belgian Journal of Medicine
Biosis: Biological Systems
BJOG
BMJ Case Reports
BMJ Evidence-Based Medicine
BMJ Global Health
BMJ Health & Care Informatics
BMJ Innovations
BMJ Leader
BMJ Military Health
BMJ Nutrition, Prevention & Health
BMJ Open
BMJ Open Gastroenterology
BMJ Open Ophthalmology
BMJ Open Quality
BMJ Open Respiratory Research
BMJ Open Science
BMJ Open Sport & Exercise Medicine
BMJ Paediatrics Open
BMJ Quality & Safety
BMJ Sexual & Reproductive Health
BMJ Supportive & Palliative Care
BMJ Surgery, Interventions, & Health Technologies
Bosnian Journal of Basic Medical Sciences
Brain
Brain Communications
British Dental Journal
British Journal of Clinical Pharmacology
British Journal of General Practice
British Journal of Ophthalmology
British Journal of Sports Medicine
British Medical Bulletin
Bulletin of the World Health Organization
Cadernos de Saúde Pública
Canadian Journal of Respiratory Therapy
Canadian Medical Association Journal
Cardiovascular Research
Caribbean Medical Journal
Chinese Science Bulletin
CIN: Computers, Informatics, Nursing
Clinical Medicine
Croatian Medical Journal
Crohn’s & Colitis 360
Cureus Journal of Medical Science
Current Developments in Nutrition
Danish Medical Journal
Diseases of the Colon & Rectum
Dutch Journal of Medicine
East African Medical Journal
EBioMedicine
EClinicalMedicine
Emergency Medicine Journal
EP Europace
European Heart Journal
European Heart Journal – Acute Cardiovascular Care
European Heart Journal – Cardiovascular Imaging
European Heart Journal – Case Reports
European Heart Journal – Digital Health
European Heart Journal – Quality of Care and Clinical Outcomes
European Heart Journal – Cardiovascular Pharmacotherapy
European Journal of Cardio-Thoracic Surgery
European Journal of Cardiovascular Nursing
European Journal of Hospital Pharmacy
European Journal of Preventive Cardiology
European Journal of Public Health
Evidence-Based Mental Health
Evidence-Based Nursing
Family Medicine and Community Health
Family Practice
Finnish Medical Journal
Frontline Gastroenterology
Gaceta Sanitaria
Gastrointestinal Nursing
General Psychiatry
Global Health Action
Global Heart
Global Journal of Medicine and Public Health
Health Policy and Planning
Health Promotion International
Health Promotion Journal of Australia
Heart
Huisarts en wetenschap
Human Molecular Genetics
Human Reproduction
IJQHC Communications
Indian Journal of Medical Ethics
Indian Journal of Medical Research
Inflammatory Bowel Diseases
Injury Prevention
Innovation in Aging
Integrated Healthcare Journal
International Journal of Epidemiology
International Journal of Gynaecology & Obstetrics
International Journal of Gynecological Cancer
International Journal of Health Policy and Management
International Journal of Integrated Care
International Journal of Medical Students
International Journal of Nursing Studies
International Journal of Older People Nursing
International Journal of Pharmacy Practice
International Nursing Review
JAMIA Open
JMIR Public Health & Surveillance
JNCI Cancer Spectrum
Journal of Child Health Care
Journal of Clinical Pathology
Journal of Crohn’s and Colitis
Journal of Epidemiology & Community Health
Journal of Health and Caring Sciences
Journal of Health, Population and Nutrition
Journal of Medical Ethics
Journal of Medical Genetics
Journal of Medical Imaging and Radiation Sciences
Journal of Nepal Paediatric Society
Journal of Neurology Neurosurgery & Psychiatry
Journal of Open Health Data
Journal of Pharmacuetical Health Services Research
Journal of Pharmacy and Pharmacology
Journal of Public Health
Journal of Surgical Case Reports
Journal of Surgical Protocols and Research Methodologies
Journal of the American Medical Informatics Association
Journal of the Medical Association of Thailand
Journal of the National Cancer Institute
Journal of the Norwegian Medical Association
Journal of the Royal Society of Medicine
Journal of Travel Medicine
Journal of Tropical Pediatrics
Journal of Turkish Society of Microbiology
Kafkas Universitesi Veteriner Fakültesi Dergisi
Khyber Medical University Journal
La Revista Universitas Medica
Lab Medicine
Medical Humanities
Medical Journal of Australia
Medical Mycology
Medwave
Nephrology Dialysis Transplantation
Neuro-Oncology Advances
Neuro-Oncology Practice
Neurology
New England Journal of Medicine
Nicotine & Tobacco Research
Nurse Author & Editor
Nursing Inquiry
Nutrition Reviews
Occupational and Environmental Medicine
Occupational Medicine
Oxford Open Climate Change
Oxford Open Immunology
Pacific Rim Journal of International Nursing Research
Paediatrics & Child Health
Palliative Medicine
Pan American Journal of Public Health
Pediatric Infectious Disease Society of the Philippines Journal
Pediatric Nursing
The Pharmaceutical Journal
PLOS Medicine
Postgraduate Medical Journal
Psychiatry and Clinical Psychopharmacology
PTJ: Physical Therapy & Rehabilitation Journal
Revista de la Facultad de Medicina Humana
Revista de Saúde Pública
Rheumatology
RMD Open
Schizophrenia Bulletin
Schizophrenia Bulletin Open
Sexually Transmitted Infections
SLEEP
SLEEP Advances
Stroke and Vascular Neurology
The American Journal of Clinical Nutrition
The BMJ
The Gerontologist
The Journal of Climate Change and Health
The Journal of Nutrition
The Journals of Gerontology, Series A
The Lancet
The Lancet Child & Adolescent Health
The Lancet Global Health
The Lancet Microbe
The Lancet Planetary Health
The Lancet Psychiatry
The Lancet Public Health
The Lancet Regional Health – Americas
The Lancet Regional Health – Europe
The Lancet Regional Health – Western Pacific
The National Medical Journal of India
The Pan-American Journal of Ophthalmology
Thorax
Tobacco Control
Translational Behavioral Medicine
Tropical Journal of Pharmaceutical Research
Turkish Archives of Otorhinolaryngology
Turkish Archives of Pediatrics
Turkish Journal of Anaesthesiology and Reanimation
Turkish Journal of Biochemistry
Turkish Journal of Cardiovascular Nursing
Turkish Journal of Orthodontics
Turkish Thoracic Journal
Veterinary Record
VOICE
Western Journal of Emergency Medicine
Women’s Healthcare: A Clinical Journal for NPs
World Journal of Pediatric Surgery

Categorie:Benessere

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.