Educazione

Molte app popolari nel campo della nutrizione mancano di funzionalità di modifica del comportamento

Secondo un nuovo studio sul Journal of Nutrition Education and Behaviour, la maggior parte delle app nutrizionali tiene traccia in modo efficace dell’assunzione alimentare, dell’antropometria e dell’attività fisica, ma non ha caratteristiche di modifica del comportamento.

Molti consumatori cercano la tecnologia per supportare gli sforzi di gestione del peso. Fortunatamente, ci sono molte versioni gratuite e a pagamento di app per smartphone per la nutrizione che possiedono un’abbondanza di funzioni dedicate all’assunzione di cibo, all’antropometria e all’attività fisica. Sfortunatamente, sono notevolmente privi di funzionalità di contenuto dedicate al cambiamento del comportamento secondo un nuovo studio nel Journal of Nutrition Education and Behavior , pubblicato da Elsevier.

Pubblicità e progresso

“Questo documento fa parte di un progetto più ampio che esamina più da vicino l’utilità delle applicazioni o app per smartphone su dieta e nutrizione. Esaminiamo la loro capacità di fungere da sistemi di supporto al cambiamento del comportamento per affrontare la gestione del peso, in particolare con la speranza di determinare fino a che punto sono adatti a supportare aspetti del processo di cura della nutrizione nella pratica dietetica “, ha affermato Telema Briggs, BS, Department of Scienze della nutrizione, Rutgers University, New Brunswick, NJ, USA.

Questo studio ha analizzato le app di dieta e nutrizione più performanti e fornisce una panoramica delle funzionalità e delle capacità disponibili che tali app possiedono. Inoltre, confronta ciò che viene offerto nelle versioni gratuite delle app rispetto a ciò che forniscono nelle versioni premium aggiornate. I revisori hanno valutato le versioni gratuite e aggiornate di 15 app di nutrizione per caratteristiche all’interno di quattro categorie: assunzione alimentare, monitoraggio antropometrico, attività fisica e cambiamento di comportamento o interviste motivazionali.

“Lo studio è stato progettato per rispondere a tre domande. Che tipo di funzionalità è tipicamente presente nelle popolari app di dieta e nutrizione? Due, come cambia la disponibilità delle funzionalità una volta che queste app vengono aggiornate alle loro versioni premium? E tre, ci sono associazioni tra l’inclusione di funzionalità nel modo in cui un’app si comporta nel mercato della piattaforma utilizzando metadati dell’app come valutazioni, designazioni scelte dell’editore e numero di installazioni.

Questo studio contribuisce al crescente corpo di letteratura che descrive le capacità delle app nutrizionali. I risultati di questo studio hanno suggerito che l’inclusione delle funzionalità di modifica del comportamento non sembra essere un fattore significativo nell’influenzare le valutazioni medie delle app, il costo o il numero di installazioni. Delle associazioni ipotizzate tra i metadati e il numero totale complessivo di funzionalità dell’app, solo il costo dell’abbonamento all’app è risultato correlato positivamente al numero di funzionalità.

“L’eterogeneità di queste app è probabilmente una delle cose più affascinanti che abbiamo scoperto in questo progetto. Essenzialmente aiutano tutti a guidare gli utenti verso problemi legati alla gestione del peso, ma in modi leggermente diversi. Quindi, abbiamo alcune app più focalizzate sul cambiamento del comportamento, altre sull’assunzione di cibo e sull’attività fisica. Alcuni fanno un ottimo lavoro collegando l’assunzione di nutrienti con il rischio di malattie, mentre altri sono ottimi per aiutare i processi decisionali quando si fa la spesa o si ordina cibo al ristorante. E quindi, la buona notizia è che c’è davvero qualcosa per tutti”, ha detto Briggs.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.