Assistenza sociosanitaria

Diabete tipo 1: l’ospedale ha sospeso il suo trapianto di rene, lei incolpa i non vaccinati

Carol Johnson combatte con il diabete di tipo 1 da quando aveva 12 anni.

Per lei questo significa un regime spietato fatto di iniezioni e farmaci. Da 12 anni usa una pompa per insulina.

Pubblicità e progresso

Il diabete ha messo a dura prova altre parti del suo corpo. Aveva bisogno di un intervento a cuore aperto e agli occhi . Tre anni fa, la sua funzionalità renale si è deteriorata al punto che si è qualificata per l’elenco dei donatori del Tampa General Hospital. A maggio, è stata sottoposta a dialisi regolare, segno di un’imminente insufficienza renale.

Quindi Johnson, 67 anni, era entusiasta all’inizio di agosto quando suo fratello è stato approvato come donatore.

Ciò avrebbe dovuto significare un intervento chirurgico in poche settimane, ha detto. Ma poi ha saputo che la sua operazione era sospesa a tempo indeterminato perché l’ospedale aveva messo in stand-by gli interventi chirurgici elettivi a causa di un’ondata di pazienti COVID-19.

La speranza si è trasformata in frustrazione e paura. Più a lungo è in dialisi, minori sono le possibilità di successo per il suo intervento. È arrabbiata per tutte le persone che hanno ignorato le richieste di ottenere il vaccino, che viene fornito gratuitamente.

“Prendono un letto d’ospedale, e l’ospedale non può allontanarli”, ha detto. “Non auguro loro il male, ovviamente, ma quando commetti errori stupidi, dovresti assumerti la responsabilità.”

Centinaia di pazienti sono stati lasciati in attesa di interventi chirurgici mentre gli ospedali di Tampa Bay hanno deviato medici, infermieri, ventilatori e letti per curare un livello record di pazienti COVID.

AdventHealth ha sospeso gli interventi chirurgici non di emergenza in sette dei suoi ospedali della regione di Tampa Bay. BayCare ha sospeso gli interventi chirurgici elettivi negli ospedali delle contee di Hillsborough, Pinellas, Polk e Pasco. Anche HCA Healthcare ha sospeso alcune procedure.

“Il COVID sta colpendo l’intero sistema sanitario”, ha affermato il direttore medico di BayCare, il dott. Nishant Anand. “Ogni servizio è stato sottolineato a causa delle crescenti esigenze di assistenza sanitaria”.

Anand ha affermato che BayCare sta ancora eseguendo interventi chirurgici di emergenza, come quelli per emorragie interne dovute a un incidente stradale o a un’appendice scoppiata. Sono ancora in programma interventi chirurgici urgenti, come quelli per rimuovere i tumori, che non possono essere lasciati per settimane.

Ma procedure come le operazioni alla colonna vertebrale o all’anca programmate con settimane di anticipo sono state sospese. C’è anche un ritardo sugli screening, come le colonscopie

“È qualcosa che può aspettare un paio di settimane, ma non puoi aspettare troppo a lungo”, ha detto Anand. “Cosa succede se ti manca un cancro?”

Anche i pazienti che necessitano di un intervento chirurgico alla cuffia dei rotatori o del ginocchio o di procedure diagnostiche come un cateterismo cardiaco possono dover aspettare. In alcuni casi, i pazienti soffriranno più a lungo, una situazione che Anand ha descritto come “straziante”.

“È un peso che è stato posto, purtroppo, sui pazienti”, ha detto.

Gli ospedali locali non hanno fornito i numeri di quante procedure hanno ritardato. Con la sospensione degli elettivi in ??vigore in alcuni ospedali per più di un mese, il numero di pazienti affetti probabilmente raggiunge le migliaia.

AdventHealth Tampa ha rinviato e riprogrammato più di 2.000 interventi chirurgici a marzo e aprile 2020 dopo che il governatore Ron DeSantis ha firmato un ordine esecutivo che limita le procedure mediche non minacciose per conservare le forniture mediche. Tampa General, che esegue circa 60.000 interventi chirurgici e procedure all’anno, ha ritardato migliaia di procedure durante le circa sei settimane in cui l’ordine era in vigore.

Ritardare gli interventi chirurgici necessari può comportare esiti peggiori e una maggiore mortalità per i pazienti in uno spettro di malattie, secondo uno studio negli Annals of Surgery .

Anche gli ospedali sono colpiti finanziariamente. Negli Stati Uniti, si stima che gli ospedali abbiano perso circa 22 miliardi di dollari a causa di interventi chirurgici annullati tra marzo e maggio 2020. L’arretrato risultante potrebbe richiedere mesi o più per essere eliminato.

BayCare ha programmato alcune procedure non urgenti presso i centri di chirurgia ambulatoriale per procedure che consentono al paziente di tornare a casa lo stesso giorno. I funzionari di BayFront Health St. Petersburg hanno affermato che stanno ancora eseguendo interventi chirurgici elettivi.

Johnson, la donna in attesa di un trapianto di rene , viveva a Pinellas Park quando è stata inserita nella lista dei donatori. Da allora si è trasferita in South Carolina, ma era pronta a recarsi a Tampa per l’ intervento .

Non capisce perché il suo caso non sia considerato un’emergenza.

“Più aspettiamo, più ci ammaliamo”, ha detto.

Tampa General ha affermato di non poter commentare il suo caso a causa delle leggi sulla privacy medica, ma ha affermato in una dichiarazione che l’ospedale sta eseguendo procedure di trapianto di donatori vivi su “casi emergenti dal punto di vista medico, valutandoli caso per caso…”

L’ospedale, classificato come il sesto ospedale per trapianti più trafficato per volume di operazioni, esegue in genere da cinque a sette trapianti da donatori vivi al mese.

“La leadership del TGH continua a monitorare da vicino la situazione dell’ondata di COVID e modificherà il nostro programma procedurale secondo necessità per garantire la sicurezza dei nostri pazienti, membri del team e medici”, ha affermato il portavoce Phil Buck in una e-mail.

Johnson, che lavora come avvocato in South Carolina, ha detto che sta cercando di ottenere l’approvazione per un trapianto all’Emory University Hospital di Atlanta. È una madre single con un figlio, 31 anni, che combattte con spettro autistico. Voleva essere il suo donatore. Non è pronto a lasciarla andare, afferma.

“Sono più spaventata dall’effetto che la mia morte potrebbe avere su di lui che da qualsiasi altra cosa”, ha detto. “Fortunatamente, abbiamo un buon sistema di supporto in atto con i membri della mia famiglia. Tuttavia, resto la sua mamma”.

©2020 Tampa Bay Times.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.