Batticuore

Donne anziane, uomini più giovani hanno maggiori probabilità di avere la pressione sanguigna incontrollata

Le donne di età pari o superiore a 70 anni e gli uomini di età compresa tra 20 e 49 anni avevano maggiori probabilità di avere ipertensione incontrollata nonostante l’assunzione di farmaci per abbassare la pressione sanguigna, secondo una nuova ricerca presentata oggi alle sessioni scientifiche sull’ipertensione dell’American Heart Association 2021 . L’incontro è il principale scambio scientifico incentrato sui recenti progressi nella ricerca di base e clinica sull’ipertensione e sulla sua relazione con malattie cardiache e renali, ictus, obesità e genetica, e si terrà virtualmente dal 27 al 29 settembre 2021.

Sostienici con un acquisto o donazione

Secondo l’American Heart Association, quasi la metà degli adulti negli Stati Uniti ha la pressione alta , che aumenta il rischio di infarto, ictus, malattie renali e molte altre condizioni di salute, comprese gravi complicazioni da COVID-19.

“Il controllo della pressione sanguigna rimane una delle principali sfide per la salute pubblica che ha un impatto anche su coloro che sono in cura per la malattia”, secondo l’autore dello studio Aayush Visaria, MD, MPH, ricercatore post-dottorato presso il Rutgers Institute for Health, Health Care Policy e Aging Research presso Rutgers Università nel New Brunswick, NJ   

“Anche se sappiamo che le donne tendono ad avere un aumento accelerato della pressione sanguigna e del rischio di malattie cardiovascolari dopo la menopausa, abbiamo poche informazioni sul fatto che il controllo della pressione sanguigna sia diverso per genere e se cambi con l’età”, ha detto Visaria.

I ricercatori hanno utilizzato le informazioni sanitarie dal 1999 al 2018 National Health and Nutrition Examination Survey, un sondaggio biennale rappresentativo a livello nazionale condotto dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Questo studio ha incluso 13.253 adulti, di età pari o superiore a 20 anni, che stavano assumendo farmaci da prescrizione per curare l’ipertensione. L’età media era di 57 anni; il 52% erano donne; e il 71% era bianco non ispanico.

I ricercatori hanno esaminato i tassi di controllo dell’ipertensione utilizzando sia una definizione precedente che una più recente di ipertensione: maggiore di 140/90 mm Hg, come definito nella linea guida della Joint National Commission 2014 o maggiore di 130/80 mm Hg, come definito nella Linee guida dell’American Heart Association/American College of Cardiology 2017 .

Hanno confrontato i tassi di ipertensione non controllata tra uomini e donne in gruppi di età di 10 anni e hanno trovato:  

  • Le differenze nelle probabilità di ipertensione non controllata erano simili indipendentemente dai criteri delle linee guida per l’ipertensione.
  • Complessivamente, il 34% di quelli nello studio aveva ipertensione non controllata.
  • Da 20 a 29 anni, la probabilità di avere un’ipertensione non controllata era del 59% più alta per gli uomini rispetto alle donne, in base alla definizione di ipertensione delle linee guida dell’American Heart Association. Tra i 30-39 anni, gli uomini avevano il 70% in più di probabilità di non essere controllati, e per quelli di età 40-49 gli uomini avevano il 47% di probabilità in più di non essere controllati.
  • Da 50 a 69 anni, donne e uomini avevano probabilità simili di ipertensione incontrollata.
  • Per le età dai 70 anni in su, utilizzando la definizione di ipertensione delle linee guida dell’American Heart Association, le donne avevano dal 29% (età 70-79) al 63% (età 80+) più alte di ipertensione non controllata rispetto agli uomini.

“Questi risultati indicano che le donne di età pari o superiore a 70 anni e gli uomini di età inferiore a 50 anni con ipertensione possono avere un aumentato rischio di ipertensione incontrollata e possono beneficiare di un monitoraggio della pressione sanguigna più frequente”, ha affermato Visaria. “In generale, è necessario aumentare la consapevolezza sull’ipertensione incontrollata tra le donne anziane e gli uomini più giovani e sono necessari ulteriori studi per comprendere le ragioni alla base di questo fenomeno”.

Una limitazione dello studio è che i ricercatori hanno avuto accesso a una sola lettura della pressione sanguigna in un determinato momento, che potrebbe non rappresentare accuratamente la pressione sanguigna di una persona perché di solito fluttua durante il giorno.

“Per determinare realmente se i tassi di ipertensione incontrollata stanno cambiando nelle donne rispetto agli uomini di età, uno studio prospettico in cui le misurazioni della pressione sanguigna vengono monitorate nel tempo nelle donne e negli uomini con ipertensione è l’ideale”, ha affermato Visaria.

I coautori sono Fariha Hameed, BA; Brinda Raval, BA; e Sumaiya Islam, BS Le divulgazioni degli autori sono elencate nell’abstract.

Questo studio non ha riportato fonti di finanziamento.

Presentazione della conferenza : #54 nella sessione 8C, mercoledì 29 settembre 2021

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Batticuore

Con tag: