Benessere

Nemmeno una pandemia globale riesce a fermare la scarsa igiene delle mani

Una nuova ricerca di Curtin ha identificato che l’australiano medio si lavava le mani correttamente solo occasionalmente durante la pandemia di COVID-19, nonostante l’igiene delle mani fosse una delle raccomandazioni chiave per la protezione contro la malattia mortale.

Sostienici con un acquisto o donazione

Lo studio, pubblicato su Psychology and Health, ha intervistato persone in tutta la nazione per comprendere i comportamenti alla base di questi risultati, nonché i possibili modi per incoraggiare gli australiani a lavarsi le mani più regolarmente.

La ricercatrice capo, la professoressa Barbara Mullan, della School of Population Health di Curtin, ha affermato che lo studio aiuterebbe a incoraggiare le persone a praticare un comportamento igienico migliorato che alla fine rallenterebbe la diffusione di malattie infettive lievi e gravi, come l’influenza e il COVID-19.

“Gli australiani sono stati intervistati quando molti degli stati della nazione erano nel mezzo delle restrizioni di blocco, tra maggio e novembre dello scorso anno”, ha affermato il professor Mullan.

“Mentre COVID-19 ha evidenziato l’importanza del lavaggio delle mani, questo studio ha dimostrato che le persone hanno riferito di lavarsi le mani correttamente solo occasionalmente, in media.

“Questa scoperta è stata particolarmente sorprendente, soprattutto in considerazione degli sforzi di educazione pubblica che promuovono una corretta igiene delle mani come una delle principali barriere alla protezione dalla diffusione di COVID-19”.

Il professor Mullan ha affermato che la ricerca futura dovrebbe prendere in considerazione la progettazione e l’implementazione di un intervento per testare gli effetti dei fattori ambientali, come segnali visivi più forti sotto forma di poster o pubblicità in cui vogliamo che le persone si lavino le mani.

“I segnali ambientali sono suggerimenti che attivano l’esecuzione automatica del comportamento. Potrebbe sembrare ovvio, ma il segnale ambientale del sapone tenuto accanto al lavandino può indurre un individuo a usarlo effettivamente, anche quando la sua motivazione a farlo era bassa”, il professor Mullan disse.

“Una persona può lavarsi le mani in un bagno pubblico senza l’intenzione di usare il sapone, ma quando si guarda allo specchio e vede un segno che la incoraggia a usare il sapone, è più probabile che usi il sapone. Questo agisce come uno spunto per assistere l’individuo nell’esecuzione del comportamento.”

Il professor Mullan ha affermato che un’altra tattica per aumentare l’igiene delle mani sarebbe quella di utilizzare la pubblicità che provoca emozioni nei confronti delle reti vicine delle persone.

“Le persone potrebbero non preoccuparsi degli effetti della scarsa igiene delle mani su se stesse, ma messaggi più forti sulla protezione delle persone vicine e vulnerabili, come le persone anziane o incinte, possono essere più utili nel motivare una persona a lavarsi le mani”, professore ha detto Mullan.

“Dati i vantaggi di una buona igiene delle mani , gli interventi per migliorare l’aderenza dovrebbero essere una priorità assoluta per la salute”.

Secondo il Center for Disease Control and Prevention, lavarsi le mani può essere eseguito correttamente seguendo cinque semplici istruzioni: bagnare, prendere il sapone , strofinare (per almeno 20 secondi), risciacquare e asciugare.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Benessere

Con tag:,