EASD2021

#EASD2021 Medicina di precisione per il diabete: il diavolo è nei dettagli

La medicina di precisione ha il potenziale per migliorare il controllo del diabete e ridurre gli effetti collaterali dei farmaci per le persone con diabete di tipo 2 nel prossimo futuro.

Sostienici con un acquisto o donazione

Questo discorso del Dr. John Dennis si concentrerà su come i medici possono abbinare le persone con diabete di tipo 2 al farmaco giusto per loro per migliorare il controllo della glicemia e aiutare a evitare effetti collaterali dannosi, semplicemente tenendo conto di caratteristiche come l’IMC e la funzione renale nelle decisioni di prescrizione.
La metformina è la prima linea di trattamento farmacologico nel diabete di tipo 2, ma molti pazienti alla fine avranno bisogno di farmaci aggiuntivi oltre alla metformina per abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Attualmente, i medici devono prendere decisioni prescrittive su queste opzioni farmacologiche aggiuntive sulla base di una guida limitata disponibile. Ciò significa quali farmaci vengono prescritti a quali pazienti varia enormemente, sia all’interno che tra i paesi.
Il dottor Dennis presenterà una ricerca, guidata dall’Università di Exeter, che utilizza i big data per dimostrare che un approccio di “medicina di precisione” che utilizza le caratteristiche cliniche o dei biomarcatori specifici di una persona può ottimizzare la scelta del trattamento. Dimostrerà come questo approccio sia più utile per i medici rispetto ai recenti tentativi di sottoclassificare le persone con diabete di tipo 2 in sottotipi. Unicamente, l’approccio di Exeter si basa su esami del sangue clinici che i medici misurano di routine nei loro pazienti. Ciò significa che può essere integrato nella pratica clinica a costi molto bassi.
“Questa ricerca guidata da Exeter è importante in quanto fornisce la prima prova concreta che gli approcci di medicina personalizzata o di “precisione” nel diabete possono essere basati su semplici caratteristiche del paziente disponibili per qualsiasi medico, piuttosto che su costose genetiche o altre tecnologie”, afferma il dott. Dennis e continua: “Stiamo utilizzando i big data su milioni di pazienti per sviluppare il nostro approccio alla medicina di precisione, e i big data consentono anche di testare sistematicamente quanto sia utile l’approccio per medici e pazienti”.
Il Dr. Dennis conclude: “Utilizzare le caratteristiche specifiche di una persona per abbinarle ai farmaci più efficaci per loro sarà un grande progresso nella cura del diabete di tipo 2. I recenti progressi nella medicina di precisione significano che ora c’è un chiaro potenziale per allontanarsi dall’attuale approccio universale al trattamento del diabete di tipo 2 nel prossimo futuro”.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:EASD2021

Con tag:,