Batticuore

 #Neurology #AANscience #EASD2021 Quali sono i livelli di zucchero nel sangue ideali per prevenire ictus ripetuti, infarti?

Il controllo della glicemia è sempre stato importante per le persone con diabete quando si tratta di prevenire un ictus. Ma un nuovo studio rileva che per le persone con diabete che hanno un ictus, potrebbe esserci un intervallo di zucchero nel sangue ideale per ridurre il rischio di diversi tipi di malattie vascolari come un ictus o un infarto in seguito. La ricerca è pubblicata nel 29 settembre 2021, il rilascio on line di Neurologia ® , la rivista medica della American Academy of Neurology .

Sostienici con un acquisto o donazione

“Sappiamo che avere il diabete può essere associato ad un aumentato rischio di avere un primo ictus”, ha detto l’autore dello studio Moon-Ku Han, MD, PhD, del Seoul National University College of Medicine in Corea. “Ma i nostri risultati indicano che esiste un livello ottimale di zucchero nel sangue che può iniziare a ridurre al minimo il rischio di avere un altro ictus, un infarto o altri problemi vascolari, ed è compreso tra il 6,8% e il 7,0%”.

Lo studio ha coinvolto 18.567 persone con diabete con un’età media di 70 anni. Tutti i partecipanti sono stati ricoverati in ospedale per un ictus ischemico, causato da un coagulo di sangue. Al momento del ricovero, i ricercatori hanno utilizzato un test chiamato emoglobina A1C per determinare il livello medio di zucchero nel sangue delle persone negli ultimi due o tre mesi. Questo test misura una percentuale di proteine ??dell’emoglobina nel sangue ricoperte di zucchero. Un livello inferiore al 5,7% è considerato normale; Il 6,5% o più indica generalmente il diabete. I partecipanti avevano un A1C medio del 7,5%.

I ricercatori hanno quindi seguito un anno dopo per scoprire se esistesse un’associazione tra i livelli di A1C con il rischio di avere un altro ictus, un infarto o morire per queste o altre cause vascolari.

Di tutti i partecipanti, 1.437, o circa l’8%, hanno avuto un infarto o sono morti per malattie vascolari entro un anno dall’inizio dello studio e 954, o il 5%, hanno avuto un altro ictus.

Lo studio ha rilevato che le persone ricoverate in ospedale con livelli di A1C superiori all’intervallo dal 6,8% al 7,0% avevano un rischio maggiore di avere un evento vascolare come un infarto, oltre ad avere un altro ictus.

Dopo aver aggiustato fattori come l’età e il sesso, i ricercatori hanno scoperto che il rischio delle persone di infarto o malattie vascolari simili era maggiore del 27% quando venivano ricoverate in ospedale con livelli di A1C superiori al 7,0%, rispetto a quelle ricoverate con livelli di A1C inferiori al 6,5% . Il rischio delle persone di avere un altro ictus era maggiore del 28% quando ricoverate in ospedale con livelli di A1C superiori al 7,0%, rispetto a quelli inferiori al 6,5%.

“I nostri risultati evidenziano l’importanza di tenere d’occhio la glicemia se sei diabetico e hai avuto un ictus”, ha detto Han.

Un limite dello studio è che i livelli di zucchero nel sangue delle persone sono stati misurati solo all’inizio dello studio; non erano disponibili livelli di follow-up.

Scopri di più sull’ictus su BrainandLife.org , sede della rivista gratuita per pazienti e operatori sanitari dell’American Academy of Neurology incentrata sull’intersezione tra malattie neurologiche e salute del cervello. Segui Brain & Life® su Facebook , Twitter e Instagram .

L’American Academy of Neurology è la più grande associazione mondiale di neurologi e professionisti delle neuroscienze, con oltre 36.000 membri. L’AAN è dedicato a promuovere la più alta qualità di cure neurologiche centrata sul paziente. Un neurologo è un medico con una formazione specializzata nella diagnosi, nel trattamento e nella gestione di disturbi del cervello e del sistema nervoso come il morbo di Alzheimer, ictus, emicrania, sclerosi multipla, commozione cerebrale, morbo di Parkinson ed epilessia.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Batticuore, EASD2021

Con tag:,