EASD2021

#EASD2021 Le enormi e crescenti esigenze di cure primarie delle persone con diabete sopravvissute al COVID-19

Team of medical workers in hospital.

L’enorme e crescente onere di cure necessarie per i sopravvissuti a COVID-19 con diabete nelle cure primarie è oggetto di una sessione speciale sull’infezione all’incontro annuale di quest’anno dell’Associazione europea per lo studio del diabete (EASD), tenuto dal professor Kamlesh Khunti del Centro di ricerca sul diabete, Università di Leicester, Regno Unito.

Sostienici con un acquisto o donazione

Discuterà di come, tra i fattori di rischio per la mortalità da COVID-19, il diabete di tipo 2 sia emerso come un fattore di rischio importante e comune per i ricoveri ospedalieri e la mortalità correlati al COVID-19. Gli studi hanno anche dimostrato che l’iperglicemia (glicemia anormalmente alta) nelle persone con diabete di tipo 2 è associata a esiti peggiori.

“Una crisi di salute pubblica come la pandemia di COVID-19 pone rischi sia diretti che indiretti per le persone con malattie croniche a causa di interruzioni delle cure”, spiega il prof. “Questi includono la riduzione delle cure di routine, l’accesso alle emergenze, la scarsa aderenza ai trattamenti e l’impatto psicologico. A livello globale, è stato anche dimostrato che il diabete è la condizione cronica più perturbata durante la pandemia. La pandemia ha portato a riduzioni delle cure faccia a faccia. consultazioni e riduzioni dello screening di routine dei fattori di rischio. È probabile che ciò abbia aumentato l’impatto sproporzionato della pandemia di COVID-19 nelle popolazioni svantaggiate dal punto di vista socioeconomico e nelle minoranze etniche”.

Dirà che è imperativo che le persone con diabete ora ricevano le cure di routine di cui hanno bisogno, compresa la valutazione e la gestione dei fattori di rischio e i programmi di educazione all’autogestione, compreso il riferimento per il supporto psicologico ove appropriato. “È probabile che il COVID-19 abbia anche un impatto a lungo termine sulle persone con diabete e questi pazienti devono essere attentamente monitorati a breve e medio termine”, aggiunge. “I rischi di complicanze e mortalità sono elevati nelle persone con diabete ricoverate con COVID-19 dopo la dimissione e questi pazienti richiederanno un follow-up più intenso. Infine, sarà importante incoraggiare le vaccinazioni COVID-19 per tutti i diabetici. “

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:EASD2021

Con tag:,,