EASD2021

#EASD2021 Screening della retinopatia diabetica, un modello per l’AI

skin, eye, iris

Photo by analogicus on Pixabay

Sostienici con un acquisto o donazione

Questa presentazione del Dr. Sosale Aravind si concentrerà sul numero crescente di pazienti affetti da diabete, sull’onere delle complicanze e sul ruolo che l’intelligenza artificiale (AI) può svolgere per aiutare nella diagnosi precoce.
L’IDF stima che il numero di persone con diabete raggiungerà i 642 milioni entro il 2040 in tutto il mondo. La retinopatia diabetica (DR) è la complicanza microvascolare più comune del diabete e, se non trattata, porta alla cecità. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo consentiranno la prevenzione della disabilità visiva. La prevalenza globale della DR tra i diabetici è del 34,6% e del 10,2% per la retinopatia minacciosa per la vista. Questi numeri in aumento non solo rappresentano un grande onere economico, ma creano anche una domanda sempre crescente di cure oculistiche accessibili.
Le tecnologie AI stanno attualmente emergendo come punto di svolta nello screening per la DR. Ora, strumenti software completamente automatizzati rilevano la DR nelle immagini del fondo oculare con una precisione pari a quella degli umani. Questo è un passo avanti che andrà a beneficio di ogni stakeholder, in particolare del paziente. Senza automazione, l’ecosistema sanitario farà sempre fatica a raggiungere le esigenze di screening di una popolazione diabetica in continua crescita. La tecnologia è pronta e gli studi clinici storici hanno portato all’integrazione di alcuni prodotti di intelligenza artificiale nella pratica clinica. L’attenzione si è ora spostata su robusti studi prospettici multietnici, sulla stadiazione della malattia e sull’estensione dello screening ad altre condizioni oculari accecanti, come il glaucoma per il quale il diabete è un fattore di rischio.
“L’intelligenza artificiale aiuta a ridurre il divario tra l’enorme domanda di screening e le limitate risorse sanitarie”, spiega il dott. Aravind e aggiunge: “Aiuta anche a decentralizzare lo screening ai diabetologi e ai medici di base che sono il primo punto di contatto di un paziente diabetico .” Nel 2018, IDx-DR è stato approvato dalla FDA per lo screening DR e questo software spinge la decisione clinica interamente su un’intelligenza artificiale. La FDA ha anche stabilito parametri di riferimento per le prestazioni per determinare l’accuratezza accettabile dei modelli di intelligenza artificiale prima della distribuzione.
Attualmente, ci sono diversi sistemi disponibili in commercio negli Stati Uniti e in Europa. Questa maturità ha portato l’American Diabetes Association a riconoscere i sistemi basati sull’intelligenza artificiale come standard di cura per lo screening della DR. Per scalare la loro implementazione, la necessità è ora verso l’implementazione offline integrata su telecamere portatili e convenienti. Il Fundus-on-Phone (FOP-NM 10, Remidio Innovative Solutions) integrato con Medios AI per la retinopatia diabetica riferibile si adatta a questo progetto. Questa intelligenza artificiale è stata convalidata in più etnie, impostazioni cliniche ed è un sistema senza soluzione di continuità per integrare lo screening DR nel flusso di lavoro di un diabetologo.
Anche un ampio spettro di altre malattie degli occhi è associato al diabete. Lo screening oculistico di routine per la DR offre l’opportunità di rilevare precocemente queste altre condizioni oculari, molte delle quali sono anche pericolose per la vista. Il glaucoma è una di queste minacce silenziose globali per cui il diabete è un fattore di rischio. Il sistema di intelligenza artificiale di Medios si sta evolvendo in questa direzione al di là di un’intelligenza artificiale per DR e ha compiuto progressi significativi. Ciò rafforza le capacità delle reti di cure primarie verso lo screening oculistico correlato al diabete. “La gestione delle complicanze oculari legate al diabete è principalmente preventiva”, conclude il dott. Aravind. “Gli esami oculistici regolari e l’appropriato rinvio all’oftalmologo rimangono strategie importanti per ridurre l’impatto della perdita della vista correlata al diabete”.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:EASD2021

Con tag:,