Centenario insulina 1921/2021

La massoneria dalla parte dei diabetici in occasione del centenario della scoperta dell’insulina

steps, stairs, architecture

Photo by Tama66 on Pixabay

La nostra lingua è importante: migliorare la comunicazione con e sulle persone con diabete. Una presa di posizione della Loggia Beta Centauri

Sostienici con un acquisto o donazione

L’avvocato Giovanni Marattone, Gran Maestro della Loggia Beta Centauri, appartenente Grande Settentrione d’Italia, e costituita dai fratelli e sorelle che fraternamente condividono la condizione diabetica, ci ha inviato questo manoscritto che volentieri condividiamo in questa domenica calda di un inizio d’ottobre italiano.

“Le parole usate sul diabete influenzano la salute fisica ed emotiva delle persone che vivono con la patologia. Influenzano anche il modo in cui gli individui e la società considerano le persone che vivono con o sono a rischio di diabete. Le persone con diabete, le loro famiglie e le persone a rischio di diabete hanno bisogno e meritano comunicazioni chiare e accurate, rispettose e inclusive e libere da giudizi e pregiudizi. Lo nostra loggia cerca di contribuire a realizzare un cambiamento positivo nel linguaggio utilizzato sul diabete. Tutto questo si basa su oltre 30 anni di ricerca sulle esperienze delle persone con diabete.

Cambiare il linguaggio del diabete può fare una differenza potente e positiva per il benessere emotivo, la cura di sé e gli esiti di salute delle persone affette da diabete. Colpisce anche il sostegno della comunità e del governo per il finanziamento della cura, della prevenzione e della ricerca del diabete.

Noi Fratelli e Sorelle della Loggia Beta Centauri, diabetici in cammino senza fermarsi mai nonostante l’impervio destino che la sorte ci ha lasciato, incoraggiamo tutti coloro che comunicano sul diabete, o sulle persone affette da diabete, a scegliere e usare con attenzione le loro parole per supportare tutte le persone affette da diabete. C’è una bisogna di una guida per le persone che lavorano nel settore sanitario, nei media, nel governo e nelle politiche, nel mondo accademico, nell’industria, nonché per i datori di lavoro e la comunità. Può anche essere utile per la famiglia e gli amici delle persone con diabete.

La forza prodotta insieme a coloro che ci stanno a mettersi a disposizione, per realizzare un percorso energico, fecondo e selettivo in tale direzione, fa e farà la differenza. Pronti a cominciare sempre, per costruire mattone  su mattone un edificio solido, sicuro e moderno: una casa per i diabetici che vogliono vivere in pienezza, gioia la propria esistenza.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione