Mangiare e bere

Il diabete perenne a tavola addrizza le antenne

Recita il calendario i giorni, sfoglia i mesi, spoglia gli anni e fa la conta, la somma dei chili presi o persi, dei carboidrati consumati e dei bisogni accennati, urlati o semplicemente espressi, ogni volta o ogni alquanto. E come scrivevo in qualche articolo fa, il mio stato di diabetico tipo 1, o forse sarebbe meglio dire tipo 0 dato che nella dimensione criptogenica della comunicazione umana in ambito sanitario, dopo i 50 anni d’età col diabete tipo 1 e l’età si fa di tutta un’erba un fascio, in attesa dello sfascio verso la parte terminale dell’esistenza dell’essere umano, animale e vegetale che sia.

Sostienici con un acquisto o donazione

Ecco dicevo qualche giorno fa che, data la mia salute cardiovascolare sempre più critica, mi era stato prescritto un consulto cardiologico con relativi accertamenti ecografici ed ECG: mediante accesso con il Servizio Sanitario Pubblico la prima data utile si trovava il 23 maggio 2023, siccome la cosa era ed è insostenibile a fronte del quadro di tenuta della mia salute, ho deciso di pagare 500 euro e di fare una visita in libera professione, l’avvento di tale accertamento si terrà la prossima settimana. Fine della prima parte.

Seconda parte: credo saprete che uno dei pilastri della conduzione e buon governo della malattia diabetica, a prescindere dalla terapia con insulina, farmaci iniettabili e compresse, è rappresentato dalla formulazione e messa in pratico di un piano alimentare personalizzato (la cosiddetta dieta). Bene il mio ultimo piano risale a 21 anni fa e ammontava a 1580 calorie giornaliere. Dato che oggi raggiunto i 60 anni d’età con un peso di 78 kg, insostenibile per il mio fisico, che era e reggeva un peso di 63 kg, a tal proposito non era più rinviabile una revisione organica di tale piano.

Dato che la struttura che mi ha in carico per la cura del diabete non è in grado di fornire una consulenza dietologico-nutrizionale, anche in questo caso mi sono avvalso di un consulto in libera professione, e da ieri mi è stato impostato un piano alimentare personalizzato fondato sulla dieta mediterranea pari a un totale di 1280 calorie.

Anche per questa volta è tutto e ricordatevi: “arrangiarsi con il diabete è la regola, arrangiarsi bene è la condizione per stare al meglio”.

Ciao

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Mangiare e bere

Con tag:,