Benessere

Tutto il mondo è paese: nonostante i rischi, il 60% degli americani afferma di poter ritardare o saltare il vaccino antinfluenzale quest’anno

L’American Heart Association rivela i risultati di un nuovo sondaggio e sottolinea il ruolo fondamentale del vaccino antinfluenzale nella protezione delle persone con malattie cardiache, ictus e altri gravi fattori di rischio

Tre americani su cinque affermano di poter ritardare o saltare il vaccino antinfluenzale quest’anno, nonostante gli avvertimenti degli esperti di salute, la stagione influenzale potrebbe iniziare presto ed essere grave, secondo un nuovo sondaggio [1] pubblicato dal American Heart Association, una forza globale per una vita più lunga e più sana per tutti.

Sostienici con un acquisto o donazione

Tuttavia, secondo lo stesso sondaggio online su 1.000 adulti statunitensi condotto da Wakefield Research per l’American Heart Association, quasi tutti (98%) di coloro che hanno ricevuto il vaccino antinfluenzale per la stagione influenzale 2020-21 hanno dichiarato di volersi vaccinare di nuovo quest’anno. .

“Se c’è mai stato un anno in cui dare la priorità al vaccino antinfluenzale all’inizio della stagione, è proprio questo”, ha affermato Donald Lloyd-Jones, MD, Sc.M., FAHA, presidente volontario dell’American Heart Association. “L’influenza tornerà quest’anno e ottenere il vaccino antinfluenzale il prima possibile offrirà la massima protezione per te e i tuoi cari”.

Mentre l’82% degli intervistati ha affermato di pensare di più alla propria salute a causa del COVID-19, solo il 26% ha affermato che il COVID-19 sta aumentando le probabilità di ricevere il vaccino quest’anno. Gli intervistati ispanici erano più propensi a dire che il COVID-19 ha avuto un impatto sulla loro decisione sul vaccino antinfluenzale (57%) rispetto agli intervistati non ispanici (38%).

Con il COVID-19 che sta ancora mettendo sotto pressione molti ospedali comunitari, Lloyd-Jones, epidemiologo e presidente del dipartimento di medicina preventiva presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago, ha sottolineato che ottenere la vaccinazione antinfluenzale aiuterà a prevenire una “demia gemellare” in oltre a ridurre le possibilità che i pazienti affrontino un “pugno uno-due” di influenza grave e COVID-19 grave insieme o consecutivamente.

Anche senza COVID-19 sulla scena, l’influenza e la sua controparte polmonite si collocano regolarmente tra le prime 10 cause di morte negli Stati Uniti e possono essere particolarmente rischiose per alcune popolazioni. Durante la stagione influenzale 2018-19, più di 9 su 10 (93%) degli adulti ricoverati con influenza ha riportato almeno una condizione medica di base come malattie cardiovascolari , diabete o obesità [2] . Le malattie cardiache sono una delle condizioni croniche (a lungo termine) più comuni tra gli adulti ricoverati per influenza, rappresentando circa la metà di tutti i ricoveri per influenza [3] .

“Raccomandiamo il vaccino antinfluenzale essenzialmente a tutti e in particolare alle persone che potrebbero essere vulnerabili perché hanno condizioni di salute croniche – cose come diabete, ipertensione o obesità – così come le persone che potrebbero essere più esposte come gli operatori sanitari e persone che svolgono un lavoro essenziale in prima linea in cui entrano in contatto con molte persone diverse”, ha affermato Lloyd-Jones.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano di vaccinarsi contro l’influenza entro Halloween, 31 ottobre, per la migliore protezione stagionale e raccomandano il vaccino antinfluenzale per tutti i bambini di età pari o superiore a 6 mesi, con poche eccezioni.

Il nuovo sondaggio dell’American Heart Association ha anche identificato un significativo divario di conoscenza quando si tratta di vaccinazione antinfluenzale, con una stragrande maggioranza (94%) degli americani che risponde in modo errato ad almeno una delle otto domande al riguardo. Le generazioni più giovani erano meno informate rispetto alle loro controparti più anziane, con l’83% della Generazione Z (18-24) che ha risposto in modo errato ad almeno due di queste domande, rispetto al 67% di entrambi i Millennial (25-40) e della Generazione X (41-56) e il 58% dei baby boomer (57-75). Tra tutti gli intervistati, il 73% sa che non puoi prendere l’influenza dal vaccino antinfluenzale e l’88% sa che puoi ottenere un vaccino COVID-19 e il vaccino antinfluenzale allo stesso tempo.

Lloyd-Jones ha sottolineato che la vaccinazione antinfluenzale fa per te, anche se non ti consideri ad alto rischio di gravi complicazioni.

“Il virus dell’influenza avrà un tempo più facile a diffondersi quest’anno con più persone in giro a scuola, chiesa, eventi sportivi e così via. È incredibilmente importante per te ottenere il vaccino antinfluenzale quest’anno e assicurarti che tu e i tuoi cari siate protetti”, ha affermato.

Il vaccino antinfluenzale è facile da ottenere in luoghi come uno studio medico, una farmacia di quartiere o una clinica della comunità, come un centro sanitario qualificato federale (FQHC). Il vaccino COVID-19 è disponibile anche in questi luoghi e puoi ottenerlo allo stesso tempo, secondo il CDC.

La campagna di educazione al vaccino antinfluenzale dell’American Heart Association è resa possibile con il supporto di Sanofi. Trova maggiori informazioni e risorse su heart.org/Flu .


[1] Sondaggio online condotto da Wakefield Research per l’American Heart Association, 30 agosto – settembre. 7, 2021, tra 1.000 adulti statunitensi 18+. Margine di errore +/- 3,1%.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Benessere

Con tag: