Equilibrio

Le persone con diabete di tipo 2 affrontano molteplici forme di stigma, con relative implicazioni per la salute

Le persone con diabete di tipo 2 sperimentano lo stigma a causa sia del loro diabete che del loro peso, secondo un nuovo studio pubblicato su Clinical Diabetes dai ricercatori dell’UConn Rudd Center for Food Policy and Obesity. Inoltre, queste esperienze stigmatizzanti contribuiscono a comportamenti alimentari non salutari, a una minore attività fisica e a una salute peggiore.

Sostienici con un acquisto o donazione

In particolare, gli individui con diabete di tipo 2 che sperimentano lo stigma del peso nell’assistenza sanitaria o un trattamento differenziato dagli altri a causa del loro diabete hanno maggiori probabilità di rivolgersi al cibo come strategia di coping e abbuffarsi, rispetto a coloro che non hanno sperimentato queste forme di stigma . Inoltre, quando gli individui con diabete di tipo 2 interiorizzano i giudizi negativi che ricevono a causa del diabete e/o del peso, è più probabile che si abbuffino, si dedichino a meno attività fisica e riportino un peggioramento della salute generale .

“Nonostante le crescenti richieste di sforzi per affrontare lo stigma nel campo del diabete, c’è stata poca attenzione da parte della ricerca sullo stigma affrontato dalle persone con diabete di tipo 2”, afferma Rebecca Puhl, autrice principale dello studio e vicedirettore del Rudd Center. “Dati gli alti tassi di obesità tra le persone con diabete di tipo 2, questi individui non sono solo a rischio di subire lo stigma del diabete, ma anche a rischio di stigma a causa del loro peso, entrambi i quali possono avere un effetto dannoso sulla salute”.

Per esaminare i collegamenti sanitari con lo stigma del diabete e lo stigma del peso, i ricercatori hanno utilizzato un gruppo di ricerca online incentrato sull’assistenza sanitaria di 1.227 adulti con diabete di tipo 2. Le domande del sondaggio hanno chiesto agli intervistati le loro esperienze di stigmatizzazione del diabete e del peso, nonché i loro comportamenti alimentari, i livelli di attività fisica e la salute auto-valutata.

I risultati chiave includono:

  • Essere trattati in modo diverso dagli altri a causa del proprio diabete e essere coinvolti nell’auto-stigma erano entrambi associati al mangiare come strategia di coping e al binge-eating.
  • Il 53% degli intervistati ha riferito di essere stato stigmatizzato per il proprio peso e il 44% ha subito lo stigma del peso da parte di un operatore sanitario in più di un’occasione.
  • Gli individui che si sono sentiti giudicati per il loro peso dai medici hanno riferito di abbuffarsi più frequentemente ed erano più propensi a mangiare come strategia di coping in risposta allo stress o alle emozioni negative.
  • Lo stigma interiorizzato era associato al mangiare come strategia di coping, abbuffate, minore attività fisica e peggior salute percepita.

Gli autori dello studio incoraggiano ulteriori ricerche sull’argomento, poiché questi risultati sono tra i primi a evidenziare l’importante relazione tra lo stigma del diabete e i comportamenti salutari. Inoltre, questi risultati sono particolarmente importanti per gli operatori sanitari che svolgono un ruolo fondamentale nella gestione del diabete.

“Le iniziative per migliorare la salute e il benessere delle persone con diabete di tipo 2 devono considerare i ruoli dannosi dello stigma del diabete e del peso “, afferma Puhl. “Portando maggiore attenzione a queste forme di stigma nel campo del diabete, si possono fare progressi per identificare approcci efficaci per supportare le persone con diabete di tipo 2 e ridurre gli impatti dannosi dello stigma sulla loro salute”.


Rebecca M. Puhl et al, Weight Stigma and Diabetes Stigma: Implications for Weight-Related Health Behaviors in Adults With Type 2 Diabetes, Clinical Diabetes (2021). DOI: 10.2337/cd20-0071

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Equilibrio

Con tag:,