Benessere

Una maggiore massa muscolare può aumentare il rischio di vampate di calore

Un nuovo studio suggerisce che le vampate di calore sono meno comuni nelle donne con sarcopenia e sono positivamente associate alla massa muscolare paraspinale

Sostienici con un acquisto o donazione

La perdita di massa muscolare è una parte naturale dell’invecchiamento. Le donne anziane con sarcopenia (perdita di massa muscolare e funzione legata all’età) sono a maggior rischio di mobilità ridotta, qualità della vita ridotta, malattie cardiache e lesioni legate alla caduta. Tuttavia, secondo un nuovo studio, è meno probabile che soffrano di vampate di calore. I risultati dello studio sono pubblicati online oggi su Menopause , la rivista della North American Menopause Society (NAMS).

La perdita di massa muscolare e funzionalità può essere il cambiamento più drammatico e significativo che si verifica durante il processo di invecchiamento. Le donne in postmenopausa sono particolarmente esposte al rischio di sarcopenia a causa dell’invecchiamento e dei cambiamenti degli ormoni sessuali dopo la menopausa. Altri fattori di rischio per la sarcopenia che spesso si sviluppano con l’età includono uno stile di vita sedentario, una ridotta assunzione di proteine, cambiamenti nei livelli di ormone della crescita e aumento dell’infiammazione.

Tuttavia, a differenza della nota relazione tra sarcopenia e menopausa, l’associazione tra sarcopenia e vari sintomi della menopausa è alquanto sconosciuta. I sintomi vasomotori (vampate di calore) sono uno dei sintomi della menopausa più comuni e fastidiosi. Le vampate di calore sono associate a diversi disturbi cronici, tra cui obesità, insulino-resistenza, sindrome metabolica, osteoporosi e malattie cardiovascolari.

Per quanto riguarda l’obesità, precedenti studi sulle vampate di calore si sono concentrati sulla relazione tra indice di massa corporea e circonferenza della vita. Tuttavia, queste misure sono limitate perché non riflettono l’esatta composizione corporea, come la percentuale di tessuto adiposo rispetto al tessuto muscolare. In questo nuovo studio che ha coinvolto quasi 300 donne coreane di età compresa tra 40 e 65 anni, i ricercatori hanno studiato specificamente l’associazione tra i sintomi della menopausa, comprese le vampate di calore, e gli indici di composizione corporea misurati dalla tomografia computerizzata addominale e la prevalenza della sarcopenia.

Sulla base dei risultati di questo studio unico nel suo genere, i ricercatori hanno concluso che le vampate di calore sono meno comuni nelle donne con sarcopenia rispetto a quelle senza e sono positivamente associate alla massa muscolare paraspinale. Ulteriori studi longitudinali dovrebbero essere considerati per definire ulteriormente le relazioni tra vampate di calore, indici del muscolo scheletrico, distribuzione del grasso e dei muscoli e sarcopenia, nonché i potenziali meccanismi sottostanti.

I risultati dello studio sono pubblicati nell’articolo “Associazione tra sintomi vasomotori e sarcopenia valutata dall’indice del muscolo scheletrico L3 tra le donne coreane in menopausa”.

“Questi risultati evidenziano la necessità di ulteriori studi longitudinali per definire meglio le associazioni dei sintomi della menopausa, come le vampate di calore, con la composizione corporea e, in particolare, con l’obesità e la sarcopenia. Ciò è particolarmente importante dato l’invecchiamento della popolazione e i legami tra sarcopenia nelle donne anziane e ridotta mobilità, aumento del rischio di cadute e riduzione della durata della salute e qualità della vita”, afferma la dott.ssa Stephanie Faubion, direttore medico del NAMS.

Per ulteriori informazioni sulla menopausa e sull’invecchiamento sano, visitare www.menopause.org .

Fondata nel 1989, The North American Menopause Society (NAMS) è la principale organizzazione no profit del Nord America dedicata a promuovere la salute e la qualità della vita di tutte le donne durante la mezza età e oltre attraverso la comprensione della menopausa e dell’invecchiamento sano. La sua appartenenza multidisciplinare di 2.000 leader nel settore, inclusi esperti di scienze cliniche e di base di medicina, infermieristica, sociologia, psicologia, nutrizione, antropologia, epidemiologia, farmacia e istruzione, rende il NAMS qualificato in modo univoco per servire come risorsa definitiva per i professionisti della salute e il pubblico per informazioni accurate e imparziali sulla menopausa e sull’invecchiamento sano. Per saperne di più su NAMS, visitare www.menopause.org .

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Benessere

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.