Mangiare e bere

Il tacchino è salutare?

Da prima che gli americani celebrassero ufficialmente il Ringraziamento, il tacchino ha avuto un posto a tavola. Ultimamente, ha anche sviluppato una reputazione come parte relativamente salutare del pasto abbondante.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Merita quella reputazione?

“Sì, lo fa”, ha detto Catherine M. Champagne, professore di epidemiologia nutrizionale e valutazione dietetica e consulenza nutrizionale presso il Pennington Biomedical Research Center della Louisiana State University a Baton Rouge. Ma quella benedizione arriva con un lato di avvertenze.

Gli storici affermano che il tacchino fa parte delle feste del raccolto americano dall’inizio del XIX secolo, ma un paio di scrittori hanno il merito di aver proposto l’idea del tacchino come alimento base per le vacanze. Sara Josepha Hale, “la madre del Ringraziamento”, lo descrisse come centrale per un tradizionale Ringraziamento del New England in un romanzo del 1827, decenni prima che Abraham Lincoln proclamasse una festa nazionale nel 1863. Nel frattempo, nel 1843, Charles Dickens diede al tacchino un ruolo da protagonista in “Un canto di Natale”.

È stata una scelta salutare.

“Il tacchino è un’ottima fonte di proteine, ricca di molte vitamine e minerali ed è povera di grassi, se non si mangia la pelle”, ha detto Champagne. È ricco di vitamine del complesso B niacina, B6 e B12 e del nutriente essenziale colina.

È una buona fonte di minerali magnesio e fosforo e fornisce ferro, potassio e zinco. È anche ricco di selenio, che può aiutare a sostenere il sistema immunitario, ha detto Champagne.

La carne scura ha un po’ più di grassi e calorie di quella bianca, ma lo Champagne ha risposto alla domanda “bianco o scuro?” non è così significativo come “pelle o non pelle?”

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, una porzione da 3 once di petto di tacchino arrosto con la pelle contiene circa 4,5 grammi di grassi e 139 calorie. Quella porzione di dimensioni senza la pelle contiene solo circa 1,8 grammi di grasso e 125 calorie.

Allo stesso modo, 3 once di carne scura con la pelle contengono circa 8,5 grammi di grasso e 175 calorie. Senza pelle, questo scende a 5,1 grammi di grasso e 147 calorie.

Il modo in cui prepari il tuo tacchino è importante, disse Champagne. Condimenti e marinate possono aggiungere sodio. E se consumi un uccello fritto con la pelle, “ovviamente contribuirà in modo significativo con più calorie e grassi”.

Il consumo regolare di cibi fritti è stato collegato a problemi cardiovascolari. Champagne ha detto che la maggior parte dell’olio in un tacchino fritto finisce per essere assorbito dalla pelle. Quindi, di nuovo, puoi evitare il grasso e le calorie extra non mangiando la pelle.

“Il punto critico è friggere adeguatamente il tacchino”, ha detto, mantenendo la corretta temperatura di cottura durante il processo di frittura. “Usa grassi sani, come l’olio di arachidi o di colza, e non lasciare che il tacchino si impregni nell’olio dopo la cottura”.

Il tacchino è notoriamente una fonte dell’aminoacido essenziale triptofano, che aiuta il corpo a sintetizzare le proteine ??ma è responsabile della sonnolenza post-festa che alcune persone provano. Questo è principalmente un rap ingiusto, ha detto Champagne.

Il tacchino arrosto e senza pelle ha livelli di triptofano che sono vicini al roast beef o al tonno in scatola e meno per oncia del formaggio cheddar, ha detto. “È più probabile che le quantità tipicamente elevate di carboidrati nel pasto forniscano il maggior contributo alla sonnolenza”.

La crescente popolarità del tacchino negli ultimi anni ha fatto sì che, a differenza di certi vecchi elfi allegri e delle loro slitte, si presenti più di una volta all’anno in molte famiglie. Non è una brutta cosa. Il tacchino e altri tipi di pollame fanno parte di un modello alimentare sano, secondo le linee guida dietetiche federali.

Ma non tutti i prodotti a base di tacchino sono uguali, ha detto Champagne. Gli appassionati di salsiccia di tacchino, pancetta di tacchino e altre varietà lavorate devono controllare le etichette.

“In generale, tutti i prodotti a base di carne lavorati, compreso il tacchino, apportano una quantità significativa di sodio”, ha affermato. Il sodio più alto contribuisce all’ipertensione e al rischio di eventi cardiovascolari. L’American Heart Association raccomanda non più di 2.300 milligrammi al giorno e un limite ideale di non più di 1.500 mg al giorno per la maggior parte degli adulti. Le più recenti linee guida dell’AHA su una dieta sana per il cuore enfatizzano la scelta di tagli magri di carne e pollame rispetto alle forme lavorate.

Champagne ha detto che ogni tanto mangia tacchino macinato. “Scelgo sempre quelli a basso contenuto di grassi, che non hanno la pelle aggiunta, e controllo sempre anche il contenuto di sodio”.

Naturalmente, mangiare sano durante le feste va oltre il tacchino. Ma il verdetto di Champagne è che il tacchino si adatta perfettamente a un tale piano.

“Usa il controllo delle porzioni e considera di mangiare la carne senza la pelle , soprattutto se ti concedi una porzione più grande della porzione consigliata da 100 grammi”.