Batticuore

I fattori di rischio per le malattie cardiache modificano la struttura e l’aspetto del cuore

Adv

Un nuovo studio condotto da ricercatori della Queen Mary University di Londra suggerisce che alcuni fattori di rischio per le malattie cardiache sono collegati a cambiamenti comuni nella struttura e nell’aspetto del cuore.

I fattori di rischio per le malattie cardiache tra cui sesso maschile, diabete, ipertensione, colesterolo alto e fumo erano collegati a un aspetto più scuro del muscolo cardiaco, nonché a un cambiamento nella sua consistenza.

Per lo studio, i ricercatori hanno analizzato le immagini delle scansioni di risonanza magnetica (MRI) del cuore utilizzando un nuovo kit di strumenti chiamato radiomica, sviluppato in collaborazione con l’Università di Barcellona, ??per ottenere informazioni altamente dettagliate sulla forma e la consistenza del cuore.

Utilizzando il loro nuovo approccio, i ricercatori hanno studiato le scansioni MRI del cuore di quasi 30.000 persone della Biobanca del Regno Unito – un database biomedico su larga scala e una risorsa di ricerca – per esaminare in dettaglio la forma e la struttura complessive del cuore. Hanno scoperto che per tutti i principali fattori di rischio studiati, il muscolo cardiaco aveva un aspetto più scuro e aveva una consistenza più liscia e meno complessa.  

È stato scoperto che gli uomini hanno cuori più grandi con il muscolo cardiaco che appare più liscio e meno complesso dal punto di vista strutturale rispetto alle donne. Secondo i ricercatori, il muscolo cardiaco nelle donne sane era più luminoso dei cuori maschili con un aspetto più complesso dell’architettura muscolare.

Gli attuali metodi utilizzati per l’immagine del cuore negli ospedali non sono in grado di riflettere pienamente la complessità della struttura del cuore. Applicando il loro nuovo kit di strumenti di imaging alle scansioni MRI, i ricercatori sono stati in grado di osservare la struttura e la consistenza del cuore in modo molto più dettagliato di quanto sia possibile utilizzando le tecniche standard esistenti.

La dott.ssa Zahra Raisi-Estabragh, NIHR Clinical Lecturer in Cardiology presso Queen Mary e autrice principale, ha dichiarato: “I nostri risultati forniscono nuove informazioni sull’impatto dei fattori di rischio sul cuore e identificano le differenze nelle dimensioni, nella struttura e nell’aspetto dei cuori tra sani uomini e donne. Lo studio fa parte del nostro più ampio programma di ricerca volto a sviluppare il kit di strumenti di imaging radiomico per trasformare la cura del paziente. Il nostro nuovo approccio ha il potenziale per fornire una diagnosi più rapida e accurata delle malattie cardiache, migliorare le nostre stime del rischio futuro di malattie cardiache e comprendere meglio i processi alla base delle malattie cardiovascolari”.

I ricercatori stanno ora esplorando se i cambiamenti osservati nel muscolo cardiaco si traducano in un rischio maggiore di avere problemi cardiaci significativi, come gli attacchi di cuore. “Poiché abbiamo dimostrato che questi cambiamenti sono associati a noti importanti fattori di rischio per le malattie cardiache, è molto probabile che rappresentino cambiamenti non salutari al muscolo cardiaco. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermarlo”, ha aggiunto il dott. Raisi-Estabragh.


Lo studio è pubblicato su Frontiers in Cardiovascular Medicine il 22 dicembre 2022.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: