Complicanze varie/eventuali

La chetoacidosi alla diagnosi di diabete non influenza l’HbA1c a lungo termine dei bambini

Diagnosis Diabetic Ketoacidosis dka and syringe.

I bambini con chetoacidosi diabetica  DKAalla diagnosi di diabete di tipo 1 non avevano una differenza significativa di HbA1c a 5 anni rispetto a quelli senza DKA, secondo i dati dello studio.

“La presenza di DKA alla diagnosi del diabete non è associata a un deterioramento del controllo metabolico a lungo termine nei bambini che utilizzano tecnologie moderne come l’infusione continua di insulina sottocutanea”, Emilia Kowalczyk, MD , del dipartimento di diabetologia pediatrica e pediatria presso il Pediatric Teaching Clinical Hospital di l’Università di Medicina di Varsavia, in Polonia, ha detto. “L’implementazione precoce dell’infusione continua di insulina sottocutanea nel trattamento del diabete può modificare l’effetto dannoso della DKA e portare a un miglioramento dell’HbA1c a lungo termine”.

Sostienici con un acquisto o donazione

I ricercatori hanno analizzato i dati di bambini con diagnosi di diabete di tipo 1 con DKA all’inizio della malattia presso l’Ospedale clinico pediatrico di insegnamento dell’Università di medicina di Varsavia dal 2010 al 2014. I partecipanti sono stati abbinati per età, sesso e BMI con bambini con diagnosi di tipo 1 diabete e nessuna presenza di DKA. In entrambi i gruppi, l’87% dei partecipanti ha utilizzato la terapia con microinfusore. Tutti i partecipanti sono stati seguiti per 5 anni. I dati sono stati raccolti alla diagnosi e ad ogni visita clinica di routine per 5 anni.

Tra gli 85 bambini con diabete di tipo 1 e DKA alla diagnosi, il 24% aveva DKA grave , il 27% DKA moderata e il 49% DKA lieve. Il gruppo DKA aveva una maggiore HbA1c all’esordio del diabete rispetto al gruppo senza DKA (12,5% vs 11,3%; P <0,001). Il gruppo DKA ha avuto un forte calo di HbA1c al 7,1% 1 anno dopo la diagnosi, con HbA1c che è rimasto stabile per i successivi 4 anni. Non c’era alcuna differenza significativa di HbA1c tra i gruppi DKA e non DKA in nessun anno durante il follow-up.

In un modello di regressione lineare univariato, l’uso di un microinfusore per insulina era associato a una HbA1c più bassa a 5 anni (beta = -1,46; 95% CI, da -2,01 a -0,92; P < 0,001). La gravità della DKA non è stata associata a una differenza significativa nell’HbA1c al quinto anno. Non sono state osservate differenze nel controllo metabolico o nel fabbisogno giornaliero di insulina tra i due gruppi. Non c’erano anche differenze nel controllo metabolico per età o sesso.

“I dati riguardanti l’influenza della DKA sul controllo metabolico a lungo termine sono incoerenti, ma la maggior parte di essi si riferisce a una prognosi infausta a lungo termine se l’acidosi era presente al momento della diagnosi”, ha detto Kowalczyk. “Sorprendentemente, non abbiamo rivelato questa correlazione negativa. La terapia con pompa per insulina è stata implementata all’inizio del diabete nel nostro studio, cosa rara a quel tempo. Ecco perché abbiamo osservato che l’implementazione precoce dell’infusione continua di insulina sottocutanea potrebbe mitigare le conseguenze negative e tutto il peso della DKA all’insorgenza del diabete”.

Kowalczyk ha affermato che gli studi futuri dovrebbero analizzare gli effetti dell’implementazione precoce e continua dell’infusione di insulina sottocutanea rispetto all’implementazione tardiva sul controllo metabolico nei bambini con diabete di tipo 1 e DKA.


Fonte: 

Emilia K, et al. BMC Endocr Disord. 2021;doi:10.1186/s12902-021-00882-8.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.