Terapie

Il farmaco per il diabete protettivo contro le malattie cardiache non viene utilizzato in modo equo

Si tratta degli agonisti del recettore del peptide-1 simile al glucagone (GLP-1 RA)

Un farmaco tipicamente utilizzato per il trattamento del diabete, gli agonisti del recettore del peptide-1 simile al glucagone (GLP-1 RA), potrebbe essere utilizzato anche per prevenire le malattie cardiovascolari e gli eventi cardiovascolari maggiori, ma un nuovo studio mostra disparità nel suo uso in base a razza, etnia , e lo stato socioeconomico. 

Sostienici con un acquisto o donazione

Guardando a quattro anni di dati, i ricercatori della Perelman School of Medicine hanno visto che le probabilità di usare questo farmaco erano inferiori fino al 41% per alcuni gruppi che sono storicamente sottovalutati dall’assistenza sanitaria. Questa ricerca è pubblicata nel JAMA Health Forum .

“Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte tra i pazienti con diabete di tipo 2 e gli agonisti del recettore GLP-1 hanno dimostrato di ridurre i principali eventi cardiovascolari avversi”, afferma l’autore principale dello studio, Lauren Eberly, ricercatrice clinica nelle malattie cardiovascolari. “Il nostro studio ha dimostrato significative disuguaglianze nell’uso tra i pazienti neri, latini e asiatici, così come i pazienti di condizione economica inferiore hanno meno probabilità di ricevere questa terapia. Date le ben documentate disparità razziali nel carico di diabete e malattie cardiovascolari, riteniamo che le differenze nell’utilizzo di questa terapia debbano essere affrontate per prevenire il peggioramento degli esiti iniqui”.

I GLP-1 RA sono prescritti per il diabete perché aiutano a ripristinare l’equilibrio glicemico nel corpo, attivando i recettori per l’ormone GLP-1 nel pancreas per aumentare l’insulina e allo stesso tempo ridurre i meccanismi che rilasciano lo zucchero nel sangue. Oltre a migliorare il controllo della glicemia, il farmaco aiuta i pazienti a gestire il proprio peso. Studi recenti hanno aggiunto un nuovo aspetto ai benefici di questo farmaco: la riduzione dei problemi di salute del cuore, in particolare quelli legati all’aumento della pressione sanguigna. L’ American Diabetes Association raccomanda l’uso di GLP-1 RA da parte di pazienti con malattie cardiovascolari aterosclerotiche, malattie cardiache causate da accumuli e ostruzioni nelle arterie.

Sapendo che i pazienti neri hanno dimostrato di avere una maggiore prevalenza di diabete e rischio di mortalità per malattie cardiache, Eberly e i suoi colleghi ricercatori, tra cui l’autore senior dello studio, Srinath Adusumalli, assistente professore di medicina clinica in cardiologia e assistente direttore del programma del borsa di studio sulle malattie cardiovascolari: ha esaminato i dati sulla prescrizione e l’uso di GLP-1 RA sotto l’obiettivo di razza, etnia e stato economico. L’obiettivo era far luce sull’equa assunzione di questo farmaco potenzialmente salvavita.

Categorie:Terapie

Con tag:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.