Benessere

I ricoveri salgono alle stelle dei bambini troppo piccoli per il vaccino anti COVID

(Associated Press 7/1/22) I ricoveri di bambini statunitensi sotto i 5 anni con COVID-19 sono aumentati vertiginosamente nelle ultime settimane al livello più alto dall’inizio della pandemia, secondo i dati del governo pubblicati venerdì sull’unica fascia di età non ancora ammissibile al vaccino.

La preoccupante tendenza nei bambini troppo piccoli per essere vaccinati sottolinea la necessità che i bambini più grandi e gli adulti si facciano le vaccinazioni per proteggere coloro che li circondano, ha affermato la dott.ssa Rochelle Walensky, direttrice dei Centers for Disease Control and Prevention.

Da metà dicembre, mentre la variante altamente contagiosa dell’omicron si è diffusa furiosamente in tutto il paese, il tasso di ospedalizzazione di questi bambini più piccoli è salito a oltre 4 su 100.000 giovani, da 2,5 su 100.000.
Ciò si confronta con un tasso attuale di circa 1 su 100.000 per i bambini dai 5 ai 17 anni, secondo i dati del CDC.

In una dichiarazione, Walensky ha affermato che mentre i bambini hanno ancora il tasso di ospedalizzazione più basso di qualsiasi fascia di età, “i ricoveri pediatrici sono al loro tasso più alto rispetto a qualsiasi punto precedente della pandemia”.

In un briefing, ha affermato che i numeri includono i bambini ricoverati in ospedale a causa del COVID-19 e quelli ricoverati per altri motivi ma risultati infetti.

Ha notato che poco più del 50% dei bambini dai 12 ai 18 anni è completamente vaccinato e solo il 16% di quelli dai 5 agli 11 anni è completamente vaccinato.

A partire da martedì, il numero medio di bambini e adolescenti ricoverati in ospedale al giorno con COVID-19 era 766, il doppio della cifra riportata solo due settimane fa.

In un briefing della Casa Bianca questa settimana, il dottor Anthony Fauci, il massimo esperto di malattie infettive degli Stati Uniti, ha affermato che molti bambini ricoverati in ospedale con COVID-19 hanno altre condizioni di salute che li rendono più suscettibili alle complicazioni del virus. Ciò include obesità, diabete e malattie polmonari.
Fauci e Walensky hanno sottolineato che uno dei modi migliori per proteggere i bambini più piccoli è vaccinare tutti gli altri.

I dati suggeriscono che i colpi di richiamo offrono la migliore protezione contro l’omicron e questa settimana CDC li ha consigliati per bambini di appena 12 anni. Tra le età più anziane già ammissibili, solo il 34% li ha ricevuti.

L’aumento dei ricoveri non fa che aumentare le preoccupazioni dei genitori preoccupati su come proteggere i loro neonati e bambini piccoli.

Emily Hojara ed Eli Zilke di Sawyer, Michigan, sono molto protettive nei confronti della loro figlia Flora, che compirà 2 anni a maggio. Limitano i suoi contatti con altri bambini e non sono ammessi visitatori in casa se non mascherati, nemmeno i nonni.

“È stata una lotta e ora con questa nuova variante, sento che ci ha respinto”, ha detto Hojara. Ha detto che i nuovi dati sul ricovero “ti ricordano solo che quell’ansia è molto vicina”.

“Fa paura che non possa essere vaccinata”, ha detto Hojara di sua figlia.

La dottoressa Jennifer Kusma, pediatra del Lurie Children’s Hospital di Chicago, ha affermato di aver visto un numero crescente di bambini ricoverati in ospedale con omicron e, sebbene la maggior parte non sia gravemente ammalata, comprende le preoccupazioni dei genitori.

“Come pediatra, vorrei davvero che avessimo già quel vaccino per questi bambini”, ha detto Kusma. Ma ha aggiunto che quella che potrebbe sembrare una lunga attesa dovrebbe rassicurare i genitori sul fatto che i test del vaccino non sono affrettati.

Molti avevano sperato che il nuovo anno potesse portare un vaccino per i bambini piccoli, ma il mese scorso Pfizer ha annunciato che due dosi non offrivano la protezione sperata nei bambini dai 2 ai 4 anni.

Lo studio di Pfizer è stato aggiornato per dare a tutti sotto i 5 anni una terza dose e i dati sono attesi per l’inizio della primavera.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: